Come coltivare lo zafferano sul balcone

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se intendete soddisfare in qualche maniera il vostro "pollice verde" e se vi accontentate semplicemente di un balcone oppure di un davanzale, può sicuramente bastare anche una piccola superficie per sistemarvi qualche vaso fiorito oppure una rigogliosa pianticella. Non tutti hanno la fortuna di possedere un bel balcone con un orto o un giardino, per poter disporre di ortaggi e verdure o per coltivare piante e fiori. Forse non vi è mai passato per la mente, ma in poco spazio è addirittura possibile far crescere lo zafferano e nei prossimi passi vi spiegheremo come avere a portata di mano una spezia preziosissima e utilissima per la cucina.

26

Occorrente

  • bulbi di zafferano, vaso, terriccio argilloso.
36

Recuperare l'occorrente

Lo zafferano (Crocus sativus) veniva impiegato già in tempi antichissimi: greci, egizi e romani lo utilizzavano sia come ingrediente per i loro cibi, sia come tintura e medicina. Quello che dovete ricordarvi di fare è conservare i loro pistilli: avrete sempre a disposizione la spezia più preziosa in assoluto. Ma ecco come dovete procedere. Procuratevi innanzitutto un vaso alto almeno 25 cm. E la cui base non sia inferiore a 15 cm, anzi, se lo spazio lo permette, sceglietene uno rettangolare, per poter sistemare comodamente i vari tuberi in fila. Adesso dovete procurarvi i bulbi dello zafferano, che troverete nei negozi specializzati nella vendita di sementi, rizomi ecc., ma anche nei grandi centri di bricolage (nel reparto dedicato al giardinaggio), oppure recandovi presso un vivaista; per la quantità da acquistare, regolatevi ovviamente secondo lo spazio che avete a disposizione.

46

Coltivare i semi

Per la coltivazione è necessario attendere la fine di settembre oppure i primissimi giorni di ottobre, quindi procedete mettendo in vaso (meglio sceglierlo in terracotta e non in plastica) dell'ottimo e drenante terriccio argilloso; iniziate poi a piantare i bulbi interrandoli a circa 8 centimetri di profondità e distanziandoli l'uno dall'altro di circa 5 centimetri.

Continua la lettura
56

Innaffiare regolarmente

Eseguite innaffiature con poca acqua e cercate di limitarle al minimo indispensabile, per non rischiare di far marcire i bulbi interrati. Fate quindi passare tre/quattro settimane nell'attesa dello sbocciare dei bellissimi fiori, che saranno sicuramente abbondanti e altamente decorativi. Prelevate i tre preziosissimi stimmi per ogni fiorellino (minuscoli filamenti color arancione intenso) durante le primissime ore del giorno e fateli essiccare al sole avendo cura di tenerli al riparo da correnti d'aria.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • è possibile seminare i bulbi anche nei primi giorni di settembre, ma è consigliabile non farlo quando il mese si presenta eccessivamente caldo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

I 10 ortaggi più facili da coltivare sul balcone

Per chi non ha la possibilità di coltivare l'orto ma dispone di un certo spazio sul balcone o terrazza, può prendere in considerazione l'idea di creare un piccolo orticello in casa. Naturalmente dovrete munirvi di vasi capienti, terriccio, argilla espansa...
Giardinaggio

Come coltivare il sedano in balcone

Gli appassionati della cucina amano avere a portata di mano degli ingredienti freschi. Specialmente per quanto riguarda gli aromi, le verdure e gli ortaggi. Spesso non si ha a disposizione un giardino, seppur piccolo. Eppure qualcuna di queste piante...
Giardinaggio

Come coltivare i mirtilli sul balcone

Con l'arrivo delle belle giornate, non c'è niente di meglio da fare che ridare un tocco di fresca primavera alla nostra casa. Via dunque ai primi cambi di panni e al rinnovo degli oggetti ornamentali in casa, così da avere un tocco in più di colore...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare i germogli sul balcone

Avete mai avuto voglia di coltivare le vostre piantine preferite ma non possedete un giardino dove dar sfogo al vostro pollice verde? Siete stanchi di vedere i vostri balconi vuoti e spenti? Bene! Non abbiate paura, perché attraverso 5 semplici consigli,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare la begonia in balcone

La begonia è una bellissima pianta ornamentale da giardino. Produce infatti delle foglie e dei fiori davvero splendidi. I colori dei fiori di begonia sono diversi, secondo le varietà. Ma tutti bellissimi ed attraenti. In particolare si può scegliere...
Giardinaggio

Come coltivare la ninfea nana sul balcone

Lo sai che le ninfee nane che sono piccolissime come una moneta da 50 centesimi, le puoi coltivare anche sul balcone di casa tua? Sembra difficile ma non lo è! Grazie alle ridotte dimensioni di questi esemplari di ninfea è possibile ricreare un angolo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.