Come coltivare patate in casa o in giardino

Tramite: O2O 26/07/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le ricette che si possono preparare sono davvero infinite. Nella seguente guida, attraverso pochi passaggi, vedremo proprio come coltivare le patate in casa oppure in giardino.

26

Scegliere il periodo migliore

Prima di cominciare a coltivare le patate, dovete stabilire quale sia il periodo migliore per la coltivazione. Questo dipende molto dalla zona nella quale abitate: al Nord infatti è preferibile piantare le patate tra febbraio e giugno, mentre al Sud tra settembre e dicembre. Se volete coltivare le patate sia in giardino che nel balcone di casa vostra, dovete prendere quelle con il germoglio e tagliarle prestando molta attenzione a non danneggiare quest'ultimo. Successivamente procuratevi un paio di guanti e proteggete accuratamente le mani.

36

Interrare i frammenti di patate

Nel caso in cui vogliate coltivare le patate in terrazza, dovrete prendere un contenitore piuttosto profondo e riempirlo con del terreno per almeno un quarto della sua altezza. Dopodiché potete interrare i frammenti di patata che avevate tagliato prima e coprirli. Quando le piante cresceranno di almeno quindici centimetri riempite nuovamente il contenitore con del terreno. Se invece la coltivazione avviene nell'orto, iniziate a preparare il terreno per una profondità di almeno trenta centimetri. Realizzate dei piccoli solchi paralleli profondi circa dieci centimetri e successivamente interrate le patate. Coprite poi tutto con la terra. Ricordate di irrigare spesso la zona soprattutto durante i mesi caldi.

Continua la lettura
46

Raccogliere le patate

Ovviamente, non c'è un momento preciso nel quale potrete sapere con sicurezza che le vostre patate sono pronte per essere raccolte, in quanto esse crescono sotto al terreno e non in superficie. Tuttavia è possibile intuirlo attraverso alcuni accorgimenti. Ad esempio, se le foglie delle piante cominciano ad ingiallirsi notevolmente, potete raccogliere le patate. Questo però non vale per quelle novelle che invece solitamente vengono raccolte quando le foglie sono ancora verdi. Un altro modo per scoprire se la patata è pronta consiste nello scavare nel terreno e prenderne una. Dopodiché strofinate la buccia e se quest'ultima non si stacca allora è pronta. In caso contrario, potrete sempre ricoprirle con del terreno.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare senza fatica in giardino

Ci sono diversi ortaggi da poter coltivare in una parte del giardino, tutti gustosi e quindi ottimi per preparare deliziose pietanze, non tutti però sono semplici da coltivare, in quanto diversi di essi richiedono tempo e fatica, nonché il mantenere...
Giardinaggio

Come coltivare le patate

La patata è una pianta erbacea originaria del Messico e portata in Europa dalle flotte spagnole nel 1570. È un alimento fondamentale nell'alimentazione umana; in alcuni paesi dell'Europa centrale e occidentale costituisce in alcuni casi l'alimento base...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

Come coltivare il bambù nel proprio giardino

Il bambù è una pianta originaria delle zone tropicali e sub-tropicali, soprattutto dell'estremo oriente. Se ne conoscono molteplici specie; è proprio per questo che la sua altezza può variare da pochi centimetri, fino ad arrivare ad altezze imponenti....
Giardinaggio

Come coltivare more da giardino

Le more da giardino sono molto diffuse proprio perché non hanno bisogno di particolari cure e sono caratterizzate dall'assenza di spine. Una volta piantate regaleranno i loro ottimi frutti. Le more contengono sostanze antiossidanti e sono usati anche...
Giardinaggio

Come coltivare i funghi porcini in giardino

Tra tutti i funghi, il porcino è senza dubbio uno dei più apprezzati. In virtù del suo pregio e dell'inconfondibile odore che emana, questo fungo, negli anni, si è meritato l'appellativo di "re dei funghi". Data la sua specifica peculiarità, non...
Giardinaggio

Come coltivare gli asparagi in giardino

Crearvi un piccolo orto è un'esperienza che dovreste provare almeno una volta nella vita. Il piacere di curare e successivamente mangiare un ortaggio nato grazie alle vostre attenzioni dedicate alla terra, è un qualcosa che vi porterà indietro nel...
Giardinaggio

Come coltivare rose in vaso o in giardino

Coltivare le piante è una una passione che richiede anche un pizzico di conoscenza di tale ambito. Quella del pollice verde quindi è un attitudine che va coadiuvata da un sapere. In questa particolare guida avremo l'opportunità di vedere come coltivare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.