Come coltivare Stephanotis da una talea

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La Stephanotis è una pianta originaria delle zone temperate tropicali meglio conosciuta come Gelsomino del Madagascar comprende cinque tipi di arbusti rampicanti. Può essere coltivato sia in casa che in serra. Tuttavia ricordiamo che, nonostante abbia una buona resistenza alle basse temperature, è bene controllare che la minima invernale non superi i venti gradi circa. È un arbusto sempreverde e, i rami possono raggiungere i tre metri, per cui è consigliabile sorreggerlo mediante dei supporti. Tra gli altri tipi di coltivazione consigliati, quello da una talea è il più diffuso e, generalmente viene effettuata tra aprile e giugno. Le talee prelevate dagli steli legnosi più duri sono quelle che presentano la più alta possibilità di attecchimento. Quelle morbide hanno una radicazione più lenta. Quando notiamo germogli nella terra che non producono nulla, meglio toglierli. Se disponiamo di spazio sufficiente nel nostro balcone e vogliamo inebriarci dal fresco profumo della Stephanotis non dobbiamo far altro che seguire attentamente gli utili suggerimenti che ci propone questa guida.

27

Occorrente

  • Guanti da giardiniere.
  • Coltello affilato.
  • Ormone radicante.
  • Vaso.
  • Tessuto o telo in plastica forato.
37

Presentazione della talea


La pianta si presenta con foglie piccole, tondeggianti, di un verde intenso. Fiori bianchi e profumati che spuntano dalla primavera fino all'estate. Prendiamo il ramo e, utilizzando un coltello ben appuntito effettuiamo un taglio, subito dopo la foglia. Ricordiamo che una talea deve misurare al massimo dieci centimetri, e si preleva dalle estremità degli steli.

47

Coltivazione per talea


Per accelerare lo sviluppo delle radici, potremo immergere la talea in una soluzione di ormone radicante. Dopo, per bloccare la fuoriuscita di lattice, sistemiamo l'arbusto in un secchiello con acqua fredda. Intanto prepariamo un vaso con del terriccio e un po' di fertilizzante. Adagiamo nel suo interno il sempreverde e poi, posizioniamo il contenitore in una zona ombreggiata, senza eccessivi sbalzi di temperatura. Innaffiamo delicatamente il rampicante tramite uno spruzzino. È sufficiente bagnare il terreno quando è necessario e controllare l'area. Per prevenire il formarsi di muffa e funghi evitiamo i ristagni di acqua e, tiriamo via le foglie secche che si depositano sulla terra.

Continua la lettura
57

Crescita della pianta

Sarà bene ogni tanto controllare le fasi di crescita della pianta; non mettiamola ai raggi diretti del sole e cerchiamo un angolo adatto, con un po di ventilazione e tepore. Quando incominciamo a notare i primi germogli, cominciamo ad annaffiare il gelsomino in modo regolare. Tutto questo accade solitamente dopo un anno, periodo in cui dovremo procuriamoci un vaso più alto e profondo per la prima invasatura e potatura.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come riprodurre per talea una pianta di melograno

È appena arrivato l'autunno che con sé ha portato non solo tanti impegni e del vento freddo, ma anche tanti cibi e frutti tipici. I frutti tipici autunnali sono le castagne, le mele, la pere, il melograno e tanti altri ancora. Se non lo sapevate il...
Giardinaggio

Come Riprodurre Una Pianta Erbacea O Legnosa Per Talea

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, che sono dei veri appassionati di giardinaggio, a capire come poter riprodurre una pianta erbacea o anche legnosa, per talea. Si sa che sono davvero tante le piante che si riproducono per talea,...
Giardinaggio

Come fare la talea di una pianta

Quante volte hai pensato di clonare una pianta che ami particolarmente, ma non sapendo da dove iniziare, hai rinunciato subito? Questo tutorial ti permette di apprendere una tecnica denominata talea. Il termine indica un frammento di pianta, opportunamente...
Giardinaggio

Come piantare una talea

Se  sei un amante del giardinaggio e, pur essendo poco esperto delle operazioni più complesse, vuoi comunque cercare di riprodurre una delle piante che ami di più, devi imparare a piantare una talea. Per riuscire in questo intento, se non l'hai mai...
Giardinaggio

Come moltiplicare i garofani per talea e per propaggine

Ci sarà sicuramente capitato, se siamo degli amanti del verde, di voler provare a coltivare sul nostro balcone o nel nostro giardino tutte le piante che più ci piacciono. Tuttavia se non abbiamo mai coltivato nessuna pianta e non conosciamo tutte le...
Giardinaggio

Come Preparare una talea di legno tenero

Le piante sono esseri viventi e in quanto tali si riproducono. Come ben sappiamo la riproduzione può avvenire per via sessuale o vegetativa. Nella prima fase, la produzione avviene per seme e nella seconda invece, si utilizza una parte della pianta...
Giardinaggio

Come fare una talea

Con la primavera ormai giunta alle porte, è lecito sognare di avere in balcone oppure in giardino svariate tipologie di piante fiorite e profumate, non per forza acquistate in un negozio. Di fatti, queste ultime si possono tranquillamente riprodurre...
Giardinaggio

Come Riprodurre Gli Agrumi Per Seme E Per Talea

Gli agrumi sono la famiglia di piante da frutto maggiormente coltivata a livello mondiale ed uno dei maggiori produttori è l'Italia, specialmente il Sud. Basterà pensare alla notorietà che hanno le arance rosse di Sicilia e i limoni della costiera...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.