Come coltivare un albero di ippocastano

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Avete molto spazio nel giardino? Avete una casa in campagna? Coltivare un albero di ippocastano è una scelta più che azzeccata. Prima di tutto ricordiamo che è originario dell'Europa orientale, nel nostro paese si trovano nelle regioni all'interno fino a 1000 metri di altezza in particolare sulle colline. L'albero di ippocastano è scelto perché nella sua grandezza cresce con un aspetto esteriore non da tutti. La sua crescita è abbastanza veloce e può addirittura raggiungere i 30-40 metri di altezza con radici abbastanza grosse ed una chioma da far invidia agli altri alberi, inoltre è un albero duraturo. Andiamo a vedere come coltivare un albero di ippocastano!

27

Occorrente

  • Semi
  • Spazio (giardino, parco)
37

Composizione

Come abbiamo detto l'ippocastano è un albero molto grande e nella sua grandezza è anche completo, infatti su di esso crescono foglie, fiori e frutti. Le foglie sono di colore verde scuro che gli dà una particolare serietà, in autunno però diventano di un giallo dorato molto bello a vedersi. Ogni foglia presenta anche dei piccoli fiorellini di colore bianco e rosa che a contrasto con il verde scuro delle foglie lo rende veramente bello a vedersi. Infine abbiamo il frutto, la castagna che è un seme racchiuso dentro un rivestimento spinoso. In più sulla sua composizione possiamo ricordare che la corteccia è di colore bruno tendente al giallo e le sue radici si ramificano spesso a forma di cuore.

47

Coltivazione ed esposizione

Prima di tutto bisogna sapere che l'ippocastano ha bisogno di un terreno fertile e ben drenato però accetta benissimo anche quelli calcarei. Per quanto riguarda la coltivazione l'ippocastano è un albero abbastanza indipendente, nel senso che richiede poche azioni e non è assolutamente una perdita di tempo, fiorisce di anno in anno ed i semi piantati in autunno germoglieranno in primavera grazie anche all'umidità. Anche per quanto riguarda l'esposizione non ha particolari richieste infatti preferisce posti soleggiati ma vanno bene anche leggere ombre, l'unica accorgimento è che in età giovane dovrà essere al caldo, dopodiché in età adulta sopporterà benissimo anche il freddo.

Continua la lettura
57

Concimazione ed annaffiatura

La concimazione è molto semplice, c'è quella iniziale antecedente alla preparazione del terreno per i semi dell'ippocastano, dopodiché, dopo 2 o 3 anni dalla sua concimazione iniziale sarà necessario solamente un'altra passata di concime. Per quanto riguarda invece l'annaffiatura sarà necessario un intervento ogni mese con la capienza di 2 secchi d'acqua però non sempre, perché ad esempio nel periodo invernale con le piogge, la stessa pioggia contribuirà ad annaffiare il nostro ippocastano, inoltre in giovane età ai semi basterà soltanto l'acqua delle piogge.

67

Parassiti e utilizzo

L'unico nemico dell'ippocastano sono le cocciniglie che in primavera formano delle colonie e causano l'essiccazione delle foglie, per evitarlo ci sono dei prodotti appositi facilmente reperibili. Il suo utilizzo è disparato, ma principalmente l'ippocastano è un albero ornamentale. Data la sua bellezza estetica infatti questo albero viene piantato in giardini e parchi che con la sua chioma folta fornisce ombra e con le sue fioriture presentano il parco agli occhi delle persone più magico. L'ippocastano è veramente un ottimo albero.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Annaffiatura necessaria solo nei periodi caldi, in assenza di piogge

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare l’albero di banano

Non è inconsueta la presenza di un albero di banano in un giardino o in un orto della nostra penisola. Infatti questa pianta può crescere vigorosamente, nonostante la si ritenga esclusivamente tropicale. Purché esistano le condizioni necessarie per...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di albicocco

Le albicocche sono normalmente dei frutti deliziosi, pieni di succo e hanno un sapore delicato. Queste qualità sono ancora più accentuate soprattutto se vengono mangiate direttamente dall'albero, in quanto sono più gustose rispetto a quelle che vengono...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di sandalo

Il sandalo è un albero sempreverde. In natura raggiunge anche i 10 metri. Presenta fiori e frutti carnosi. L'albero di sandalo è originario dell'India meridionale, poi diffuso in Australia e via via in tutto il mondo. Conosciuto anche nell'antichità...
Giardinaggio

Come coltivare l'albero di ulivo

Per chi possiede un giardino ma anche un angolo verde dalle dimensioni ridotte, coltivare un albero di ulivo può essere la soluzione migliore e quella che, nella maggior parte dei casi, offre le soddisfazioni migliori. L'ulivo è infatti una pianta sempre...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di anacardi

L'albero di anacardi è una pianta originaria dei Caraibi e del Brasile nord-orientale, anche se oggi viene coltivato in molte altre zone tropicali del mondo, soprattutto in Africa, in India e nel Sud-Est asiatico. Fa parte della famiglia delle Anacardiaceae,...
Giardinaggio

Come coltivare l'albero d'arance

Arance, limoni e mandarini sono tra le piante di agrumi maggiormente coltivate nella nostra penisola e, con i loro innumerevoli ibridi, concorrono a definire il paesaggio mediterraneo delle nostre coste. Coltivare uno di questi esemplari può apparire...
Giardinaggio

Come coltivare l'albero del Paradiso

L'albero del Paradiso, o Ailanto, è originario dell'Asia e fu importato in Europa e negli Stati Uniti nel '700, dove oggi è anche molto diffuso. È una pianta molto forte, che cresce e si diffonde in fretta. Per chi ha voglia di coltivare questo albero,...
Giardinaggio

Come riconoscere e come coltivare l'albero dei fazzoletti

In un giardino quello che fa la differenza, che lo rende particolare, unico e diverso dagli altri, è senza dubbio la presenza di piante rare, inusuali, ma di notevole impatto visivo. Tra le tante varietà di piante particolari c'è l'albero del fazzoletto,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.