Come coltivare un albero di Yucca

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La yucca è una pianta originaria del Centro America, è facile da coltivare e appartiene alla famiglia delle Liliacee o Agavacee. Ne esistono circa 40 specie, tutte che si distinguono per le foglie rigide, a forma di spada. In Europa, è una tipica pianta da appartamento con fusto legnoso, robusto, cilindrico, a portamento arboreo, poco ramificato, da cui spuntano foglie appuntite e lineari, prive di spine, di colore verde lucido, rigide ed erette riunite in rosette. Vediamo insieme come coltivare un albero di yucca.

27

Occorrente

  • Fertilizzanti
  • antiparassitari
  • terriccio
37

Annaffiatura

La pianta di yucca perfetta sia come pianta d’appartamento, che da piantare in giardino, in realtà, non è difficile da mantenere in ottime condizioni, anzi, se seguita con amore diventerà rigogliosa e la vedrete crescere in altezza. Ci sono dei consigli da seguire, soprattutto a proposito delle annaffiature, che non saranno difficili da seguire anche per chi il pollice verde proprio non l’ha mai avuto. State a sentire. Trattandosi di una pianta originaria dei luoghi caldi, non dovrebbe mai patire il freddo, quindi fate in modo che l'ambiente dove sarà sistemata la vostra pianta non scenda mai sotto i 7-8 gradi.

47

Fioritura

Durante il periodo della fioritura, che va da marzo ad ottobre, dovrete innaffiarla abbastanza, ma in questo modo: nebulizzate l’acqua sulle foglie e bagnate il terriccio, ma facendo attenzione a che non sia mai troppo fradicio d’acqua e, soprattutto, evitando che ci siano ristagni nel sotto vaso! Se è vero che la Dracena necessita di acqua, non tollera i ristagni, cosa che rischierebbe di farla marcire.

Continua la lettura
57

Potatura e rinvaso

Durante i mesi invernali, invece, riducete le innaffiature. Se alcuni rametti si seccano o perdono le foglie, potete tagliarli, anzi, potarli e reimpiantarli in un altro vaso, specialmente nei mesi di aprile e maggio. A proposito di rinvasi, quando la pianta cresce molto ha bisogno di un cambio di vaso, di solito ogni due o tre anni; se non vi fidate ad effettuare da voi questa operazione, chiamate qualche amico esperto di giardinaggio.

67

Concimazione

Veniamo al terriccio, dovrebbe essere abbastanza drenante, quindi fate in modo che sia a base di torba e con della pietra pomice. Quanto al fertilizzante, anche questa operazione va fatta solo in estate almeno una volta al mese (meglio due) utilizzando concimi ternari. Uno dei parassiti più temuti dalla yucca è la cocciniglia. Per togliere le cocciniglie si può utilizzare un batuffolo di cotone imbevuto di alcol oppure, in particolar modo se la pianta è di notevoli dimensioni, si può ricorrere ad acqua e sapone neutro rimuovendo molto delicatamente tutti i parassiti presenti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare e moltiplicare la yucca: l'alberello della felicità

La Yucca è una pianta d’appartamento che si riconosce per il fusto legnoso e ruvido e perché in cima ha ciuffi di foglie ensiformi. Questo genere comprende una quarantina di specie; allo stato spontaneo la pianta può raggiungere anche l’altezza...
Giardinaggio

Come coltivare l'albero di limone

L'albero di limone è una pianta prettamente mediterranea. Il sud dell'Italia, nelle sue coltivazioni, si caratterizza spesso di colorate piante di agrumi. Fra di esse, spicca il giallo dei frutti dell'albero di limone. Ricchi di vitamina C, sono un vero...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di albicocco

Le albicocche sono normalmente dei frutti deliziosi, pieni di succo e hanno un sapore delicato. Queste qualità sono ancora più accentuate soprattutto se vengono mangiate direttamente dall'albero, in quanto sono più gustose rispetto a quelle che vengono...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di sandalo

Il sandalo è un albero sempreverde. In natura raggiunge anche i 10 metri. Presenta fiori e frutti carnosi. L'albero di sandalo è originario dell'India meridionale, poi diffuso in Australia e via via in tutto il mondo. Conosciuto anche nell'antichità...
Giardinaggio

Come coltivare l'albero di ulivo

Per chi possiede un giardino ma anche un angolo verde dalle dimensioni ridotte, coltivare un albero di ulivo può essere la soluzione migliore e quella che, nella maggior parte dei casi, offre le soddisfazioni migliori. L'ulivo è infatti una pianta sempre...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di anacardi

L'albero di anacardi è una pianta originaria dei Caraibi e del Brasile nord-orientale, anche se oggi viene coltivato in molte altre zone tropicali del mondo, soprattutto in Africa, in India e nel Sud-Est asiatico. Fa parte della famiglia delle Anacardiaceae,...
Giardinaggio

Come piantare la yucca

Il giardinaggio è un passatempo che al giorno d'oggi appassiona tantissime persone in quanto permette di rilassarsi e di stare in contatto con la natura e l'ambiente circostante. Ci sono tantissime piante che è possibile coltivare a casa propria, una...
Giardinaggio

Come coltivare l'albero d'arance

Arance, limoni e mandarini sono tra le piante di agrumi maggiormente coltivate nella nostra penisola e, con i loro innumerevoli ibridi, concorrono a definire il paesaggio mediterraneo delle nostre coste. Coltivare uno di questi esemplari può apparire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.