Come coltivare una coffea arabica

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Attraverso questo articolo cercheremo di capire come coltivare una coffea arabica. Oggi, sempre più persone si cimentano nell'arte di coltivare piante aromatiche e verdure, costituendo un vero e proprio orto, a portata di mano. In questo modo tutto quello che verrà raccolto sarà senza dubbio genuino e si avrà la soddisfazione di averlo portato a termine con le proprie mani. Seguiamo attentamente ciò che ci suggeriscono i passi di questa esauriente guida su come coltivare una coffea arabica. Iniziamo subito con il dire che la coffea arabica è una pianta sempreverde che proviene dagli altopiani dell'Etiopia. Questa si presenta come un piccolo arbusto, che in natura può raggiungere anche i sette otto metri di altezza, mentre in vaso raramente arriva ai due metri. Questa pianta ha delle piccole foglie lucide, che hanno un colore verde scuro.

26

Occorrente

  • una pianta di coffea arabica
36

È utile sapere è che la coffea arabica, è una pianta che necessita di stare in un posto che sia bene illuminato, ma allo stesso tempo anche semiombreggiato. Non deve mai essere esposta alla luce diretta dei raggi solari, poiché potrebbe finire col bruciare anche le foglie della pianta che presenterebbero a quel punto delle brutte macchie color marrone. È bene ricordare che è consigliato evitare di porre la pianta in alcune zone che tendono ad essere molto ventilate.

46

Nelle stagioni calde, è consigliabile posizionare la pianta all'esterno della propria abitazione e se fosse possibile, sarebbe un'ottima idea se la pianta fosse collocata tutto l'anno ad una temperatura che si aggira intorno ai venti gradi e non oltre. Tuttavia, c'è da dire che queste piante si adattano bene a tutti i tipi di terreno, tranne a quei terreni che sono abbastanza calcarei. È bene quindi fornire alla nostra coffea arabica, un terriccio universale ed anche un vaso che sia abbastanza grande, vista la grande crescita della pianta.

Continua la lettura
56

Ricordiamo che la pianta deve essere rinvasata, almeno una volta l'anno, meglio se all'inizio della stagione primaverile. Nel periodo che va dal mese di marzo fino al mese di ottobre, è bene irrigare abbondantemente ed in modo regolare la coffea arabica, cercando però di evitare del tutto i ristagni d'acqua. A questo aggiungiamo che nei periodi più caldi dell'anno, si può vaporizzare il fogliame con della semplice acqua. Consigliamo a tutti di fornire dell'ottimo fertilizzante, va bene anche quello universale, ogni quindici giorni e poi, diminuirlo ad una volta al mese, in inverno. Queste piante sono molto resistenti e difficilmente vengono attaccate da afidi o cocciniglia.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare la Coffea

Forse non tutti sanno che la pianta di Coffea oltre a produrre i chicchi di caffè viene anche utilizzata come pianta ornamentale d'appartamento. E’ considerata, infatti, tra le più semplici da coltivare ed anche tra le più resistenti. La coffea...
Giardinaggio

Come si coltiva la coffea

La Coffea, in Europa, viene spesso utilizzata nelle case a scopo decorativo. La Coffea è una pianta tropicale e viene coltivata prevalentemente in Etiopia poiché predilige un clima arido e caldo in tutti i mesi dell'anno. Inoltre essa è conosciuta...
Giardinaggio

Come coltivare la pianta del caffè in vaso

Forse non tutti sanno, che è possibile tenere in casa le piante del caffè. Più precisamente, la varietà Coffea Arabica, che è originaria degli altopiani etiopi, ma ormai diffusa nelle zone tropicali di tutti i paesi. La pianta è formata da un arbusto...
Giardinaggio

Come coltivare la pianta del caffè

Meraviglio, corroborante, aromatico caffè! Poche cose riescono a stupirci come l'aroma inconfondibile e ristoratore del caffè, soprattutto al mattino. Allora perché non proviamo a crescere una pianta di caffè tutta nostra? Anche se non riuscirà a...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.