Come coltivare una pianta di rosmarino

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il rosmarino può essere considerato un antidepressivo naturale, infatti alcuni studi hanno dimostrato la presenza, nella pianta, di un'essenza che stimola la sintesi della serotonina (il neurotrasmettitore del benessere) e che risulta un ottimo rimedio, per combattere stati depressivi. Ma le virtù di questa pianta non finiscono qui. Oltre al suo uso in cucina come pianta aromatica, essa ha proprietà stimolanti dell'appetito e delle funzioni digestive, inoltre, è utile per il sistema nervoso, il fegato e la cistifellea. Penso che questi siano dei buoni motivi per coltivare a casa un pianta di rosmarino, da tenere in giardino, oppure anche in un vaso sul davanzale. Se cercate ulteriori informazioni su come coltivare una pianta di rosmarino allora seguite attentamente i vari passi di questa esauriente guida.

27

Occorrente

  • Un rametto di rosmarino
37

Il rosmarino generalmente si moltiplica per talea, quindi per ottenere una nuova pianta l'operazione da seguire in Primavera è piuttosto semplice: taglia, da una pianta già piuttosto grande e rigogliosa (preferibilmente dalla base), un rametto non troppo lungo, intorno ai 15 cm. Poi, elimina le foglie dalla base del rametto per circa 5 cm, e piantalo in un vaso di piccole dimensioni, magari in terracotta, contenente un misto di torba e sabbia. Fai attenzione al fatto che il rosmarino predilige terreni leggeri e alcalini, ed è 'allergico' all'acqua stagnante.

47

La pianta dovrà essere esposta in una delle zone del balcone più soleggiate possibile, in una posizione al riparo dai venti freddi, in quanto potrebbero disturbare la pianta. Occorre Irrigala in modo piuttosto sporadico, e senza mai esagerare nelle quantità; generalmente l'intervallo di tempo tra un'annaffiatura e un'altra deve essere almeno di tre giorni (in inverno anche un poco di più). Quando vedrai le radici spuntare dal fondo del vaso è sicuramente tempo di trapiantare la pianta, e di trasferirla in un vaso più grande, considerando che il rosmarino può raggiungere anche i tre metri di altezza.

Continua la lettura
57

Travasa la tua pianta in settembre, usando terra miscelata a sabbia e avendo cura di disporre dei ciottoli sul fondo per ottenere un buon drenaggio. Il rosmarino non necessita di molti elementi nutritivi; durante i mesi primaverili è sufficiente aggiungere all'acqua un po' di concime per piante verdi. Infine, in primavera, ricorda di spuntarne i rami principali, per conferire alla pianta il tipico aspetto a cespuglio, ed evitare una crescita eccessiva.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non concimare la pianta appena travasata (aspetta circa un mese prima di farlo)
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Moltiplicare La Pianta Di Rosmarino

Il rosmarino, noto anche come Rosmarinus officinalis, sorge nell'area mediterranea, dal livello del mare fino alla zona collinare, ma attualmente anche nella Pianura Padana e nei luoghi sassosi. La pianta di rosmarino è una delle più profumate della...
Giardinaggio

Come coltivare il rosmarino in giardino

Il rosmarino è un arbusto perenne e sempreverde che viene coltivato facilmente sia in vaso che nel giardino di casa. Fa parte delle erbe aromatiche più utilizzate e le sue foglie strette e lunghe hanno un profumo particolare ed invitante, se si pensa...
Giardinaggio

Come coltivare e utilizzare la pianta delle giuggiole

Se avete il desiderio di acquistare una pianta per il vostro appartamento, dovrete innanzitutto verificare le vostre abilità di coltivatori. La coltivazione, infatti, risulterà fondamentale per far sì che la pianta in questione cresca sana e forte;...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta carnivora

La Dionaea muscipola è sicuramente la "pianta carnivora" per eccellenza, ovvero quella più conosciuta e apprezzata da tutti gli amanti di questa specie. Per la sua semplicità di coltivazione, è sicuramente quella più indicata per tutti i neofiti...
Giardinaggio

Come coltivare la pianta di ciclamino

Il ciclamino è una pianta a fiori, di piccole dimensioni, adeguata infatti non solo per ambienti come il giardino ma anche per interni. Come lo stesso nome richiama, si tratta di una pianta a fiori dai colori che variano come il bianco, il rosa ed i...
Giardinaggio

Come Coltivare Una Pianta Di Cordilina

Se siete degli appassionati delle piante di ogni genere e siete anche in cerca di qualche nuova specie da coltivare nel vostro giardino, potete provare ad acquistare una pianta davvero particolare: la Cordilina. Si tratta di una pianta di origine australiana...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta di ananas

L'Ananas è tra i frutti tropicali più mangiati ed apprezzati di sempre, è possibile trovarlo negli scaffali e nei banchi frutta di moltissimi supermercati, anche se molto spesso è meglio scegliere qualcosa di più fresco e genuino. L'Ananas è un...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta di ligustro

Il ligustro è una piccola pianta, che è stata coltivata principalmente nelle isole britanniche per secoli, dove si è adattata bene alla crescita in quasi tutti i tipi di terreno, sia all'ombra che al sole. Questa pianta, è una pianta densa e sempreverde....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.