Come combattere la processionaria del pino

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I pini sono degli alberi bellissimi, che abitano la maggior parte delle campagne italiane, e non è infrequente trovarli come alberi nei giardini di ogni villetta. Purtroppo però questo splendido albero è abitato periodicamente da alcuni piccoli animaletti piuttosto fastidiosi e dannosi sia per l'albero che per gli uomini. Il nome di questo animale è processionaria. Per combattere la processionaria del pino, non esiste un unico intervento ma ne esistono diversi, che differiscono per materiale. Qui di seguito vi mostreremo 4 metodi su come intervenire per liberare il vostro pino dalla processionaria (variando tra interventi eco sostenibili ed interventi chimici e meno bio). Per intervenire al meglio, vi suggeriamo di rivolgervi da un vivaio per valutare la gravità del problema e scegliere insieme ad un professionista, quale dei 4 suggerimenti fa al caso vostro. Vediamo quindi come procedere attraverso pochi e semplici passaggi.

25

Istruzione meccanica dei nidi

Il primo metodo si chiama "istruzione meccanica dei nidi". Per compiere tale operazione bisogna operare in inverno, per intervenire sui nidi prima che le larve siano uscite, usando il troncarami.
Si consiglia questo intervento (dispendioso sia economicamente che in termini di tempo) solo se l'area da trattare è relativamente piccola. Date le premesse, per eseguire nella massima protezione l'eliminazione con induzione meccanica dei nidi, si consiglia un abbigliamento adeguato, che isoli la pelle dai peli urticanti.

35

Lotta microbiologica

Per le superfici più ampie, si suggerisce un intervento chiamato "Lotta microbiologica", che prevede l'utilizzo dell'insetticida biologico Bacillus thuringiensis kurstaki. Il batterio Bacillus thuringiensis ha lo scopo di colpire i centri nervosi paralizzandoli; colpendo solo alcune specie di lepidotteri, risulta innocuo per la biodiversità della zona dove si deve intervenire con l'insetticida.
Per intervenire con il BTK, bisogna rivolgersi ad imprese di disinfestazione che distribuiranno l'insetticida per via aerea o con un atomizzatore.

Continua la lettura
45

L'endoterapia

Un ulteriore tecnica che prevede l'utilizzo di sostanze insetticide, è l'Endoterapia. La tecnica consiste nell'immissione del fungicida, nel sistema vascolare del pino. Consiste in una vera e propria trasfusione che disintossica l'intera chioma per tutta la stagione.
Essendo un intervento chimico, bisogna rivolgersi ad imprese di disinfestazione, che provvederò a distribuire uniformemente il prodotto.

55

Trappole ai feromoni

L'ultimo intervento utile, sarebbe l'uso di "Trappole ai feromoni", ovvero ormoni che utilizzano le femmine per attirare il maschio nel periodo del calore. Questa tecnica limita la fecondazione e la diffusione delle falene di processionaria, creando confusione nel maschio durante la ricerca della femmina per l'accoppiamento. Il processo è innocuo verso l'uomo e gli animali, perché totalmente naturale, da ciò ne evince un impatto ambientale pari a zero.
Certamente la processionaria è un ospite davvero poco gradito, sia per i nostri alberi, sia per noi. Liberarsene al più presto è molto importante, e seguendo i suggerimenti di questa guida potrete farlo in brevissimo tempo e senza troppa fatica. Vi auguro quindi buon lavoro e buona fortuna.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come potare gli alberi di pino giapponese

In questa bella guida, che vogliamo proporre a tutti i nostri lettori appassionati del fai da te ed in particolar modo di giardinaggio, vogliamo aiutarli ad imparare e capire, come poter potare gli alberi di pino giapponese, nel migliore dei modi ed in...
Giardinaggio

Come potare il pino

Gli alberi di pino sono tra i pochi che non richiedono cure particolari e possono crescere anche in condizioni di terreno non ottimali. Tuttavia la potatura è necessaria, per cui bisogna effettuarla correttamente, eliminando tutto ciò che si è essiccato,...
Giardinaggio

Come essiccare gli aghi di pino

La natura ci regala tantissimi prodotti e soprattutto semi e foglie da poter essiccare, per poi utilizzarli per preparare gustose e benefiche bevande e tisane, oltre che per alcune decorazioni per la casa come ad esempio cestini e corone ornamentali....
Giardinaggio

Come coltivare il pino silvestre

Il pino silvestre è una conifera sempreverde diffusa specialmente nelle zone dell'Europa centrale e settentrionale. Ha una corteccia a placche bruno - rossastra e degli aghi corti disposti ad elica. Le pigne sono tondeggianti e di un colore che va tra...
Giardinaggio

Come coltivare un pino marittimo

Il pino marittimo è tipico del mediterraneo e può essere coltivato con estrema facilità anche da chi è meno esperto nel campo. Esso si sviluppa notevolmente e dà grandi soddisfazioni a chi lo coltiva. Il suo caratteristico profumo resinoso è in...
Giardinaggio

Come pacciamare il giardino con gli aghi di pino

Ogni terreno si deve, sempre saper mantenere, concimandolo perfettamente e proteggendolo dall'erosione e dai vari fenomeni atmosferici che, sicuramente provocano una crosta nella sua superficie e la crescita di erbacce che si potrebbero evitare se si...
Giardinaggio

Come Combattere La Peronospora

Se abbiamo un orto, può capitare che alcune foglie degli ortaggi presentino delle macchie bianche diffuse. Evidentemente la pianta è stata colpita dalla peronospora, una grave malattia funginea che volendo si può curare. In questa guida a tale proposito,...
Giardinaggio

Come combattere i parassiti del giardino

Chi possiede un giardino, sa come sia difficile combattere i parassiti dei giardini che si annidano nelle piante, rovinano nuove gemme e devastano piante già sviluppate. La risposta più semplice, ma non la migliore in ogni situazione, a questi attacchi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.