Come Combattere Le Altiche

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le altiche, conosciute più comunemente con il nome di ''pulci di terra'', sono dei piccoli insetti saltatori che attaccano ortaggi e piante ornamentali. Essi si riconoscono dai colori vivaci del corpo e dall'addome voluminoso. Gli adulti si cibano di verdure, in particolar modo di cavoli, rucola, spinaci, bietole, rape, broccoli e pomodori. Lasciano piccoli fori rotondi alle foglie che sembrano crivellate da proiettili. Attacchi eccessivi e frequenti possono danneggiare il raccolto e impedire la crescita di nuove piantine. Se i fori sono tanti le foglie avvizziscono e la pianta rischia di morire. Per combattere le altiche è necessario ricorrere a degli insetticidi specifici e sostanze repellenti. Tuttavia, è possibile debellarle anche con rimedi naturali, efficaci solo se eseguiti alla lettera. Vediamo insieme quindi il procedimento da seguire.

26

Occorrente

  • zappa, insetticida al piretro
36

Le altiche adulte, attive nella stagione più calda, si cibano di foglie. Gli attacchi dell'insetto sono in particolar modo rivolti a pomodori, cavoli, rucola, spinaci, ravanelli, bietole, rape e broccoli. Per arginare i danni esistono pochi e semplici accorgimenti da seguire. Prima di tutto vanno eliminate tutte le erbe di cui vanno ghiotte e dove si rifugiano in inverno per proteggersi dalle intemperie e dal freddo.

46

Il terreno va rivoltato di tanto in tanto, per portare allo scoperto eventuali uova e larve. La rotazione delle colture svolge un ruolo particolarmente importante nel combattere le altiche. Devono passare tre anni, prima di avviare nuovamente una coltura di chenopodiacee e brassicacee nello stesso punto. Può risultare essere utile piantare il farinaccio, lo stramonio, il rafano, la senape indiana per attirare i piccoli coleotteri e preservare ortaggi e frutta. Inoltre, l'aneto, il prezzemolo, le margherite ed i finocchi li allontanano da fiori e foglie di cui sono ghiotti.

Continua la lettura
56

Le petunie, le dichondra e l'ontano sono piante ornamentali che purtroppo vengono attaccate dalle altiche. Può tornare utile il decotto di tanaceto, usato con trappole di colore giallo dotate di colla non tossica. Per intervenire in maniera drastica, bisogna ricorrere ad insetticidi specifici come il rotenone e prodotti a base di piretro, che sono anche i meno dannosi per l'ambiente. Inoltre la cura scrupolosa delle piante e un'innaffiatura regolare aiutano a proteggerle da questi insetti. Le altiche infatti attaccano più facilmente se i vegetali sono deboli e sofferenti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per intervenire in maniera drastica, bisogna ricorrere ad insetticidi specifici come il rotenone e prodotti a base di piretro, che sono anche i meno dannosi per l'ambiente.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come combattere i parassiti del giardino

Chi possiede un giardino, sa come sia difficile combattere i parassiti dei giardini che si annidano nelle piante, rovinano nuove gemme e devastano piante già sviluppate. La risposta più semplice, ma non la migliore in ogni situazione, a questi attacchi...
Giardinaggio

Come combattere il mal bianco

In questo articolo vogliamo aiutare i nostri lettori a capire come poter combattere il mal bianco nella maniera più semplice e veloce possibile. Grazie al metodo del fai da te, anche noi potremo essere in grado di curare le nostre piante. Il mal bianco,...
Giardinaggio

Come combattere gli acari delle piante

Generalmente i parassiti delle piante e dei fiori sono dei fastidiosi animaletti che prosperano nelle aree verdi delle nostre città e, le piccole oasi di natura create nei giardini e sui balconi. Tuttavia, quando attaccano le piante che danno frutti...
Giardinaggio

Come combattere la batteriosi del kiwi

La pianta del kiwi è originaria della Cina Meridionale; essa ad inizio ottocento viene importata in Inghilterra ed alla fine del novecento si diffonde in Europa. Esistono diverse varietà, la più diffusa è la Hayward che ha una forma ovale con la buccia...
Giardinaggio

Come combattere afidi e tripidi

Le piante sono un elemento di ornamento fondamentale per tutte le case e per tutti i giardini, ma per garantire la loro perfetta salute, e di conseguenza la loro bellezza, è fondamentale che esse vengano curate sotto tutti i punti di vista. Infatti,...
Giardinaggio

Come combattere la mosca bianca

Se siamo degli amanti delle piante, sapremo sicuramente che per mantenerle sempre perfettamente in salute e rigogliose dovremo necessariamente curarle costantemente. Tuttavia se siamo alle prime armi con questo mondo, per riuscire a curare le nostre piante...
Giardinaggio

Come combattere la cocciniglia

La cocciniglia è un parassita particolarmente dannoso che si presenta con il corpo molle, solitamente mascherato da cera farinosa. Si insedia vistosamente sotto la rosetta ed il peduncolo di frutti o piante. Alcune specie ne infestano addirittura le...
Giardinaggio

Come combattere l'occhio di pavone dell'olivo

L'occhio di pavone è una una delle malattie che colpisce l'olivo, e i periodi più pericolosi sono l'autunno e la primavera. Si tratta essenzialmente di una forma fungina, che si può manifestare anche diversi mesi dopo il trattamento, in quanto va in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.