Come concimare il carrubo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tra le varie specie di leguminose, vi è una pianta molto più longeva di tutte le altre: il carrubo. Originaria dell'Asia Minore il suo uso affonda le radici nella notte dei tempi. Vediamo alcuni consigli su come concimare questa pianta in maniera da mantenerla sana, in perfetta salute ma per godere di una generosa produzione di frutti.

27

Occorrente

  • letame di cavallo
  • rastrello
  • carriola
37

Cominciamo con il fare un pochino la conoscenza di questa pianta dalle origini molto lontane. Nasce come pianta spontanea, la si poteva trovare infatti sulle rive del bacino orientale del Mediterraneo. Furono i Fenici che la portarono in Sicilia e che poi ne cominciarono la coltivazione. Il carrubo di presenta come un albero dal tronco scanalato che può tranquillamente raggiungere l'altezza di 15 metri. Le sue fronde sono fitte, il colore delle foglie verde brillante. Nonostante possa sembrare una pianta molto robusta, in realtà per dare il meglio di sè, ha bisogno di essere coltivata in territori dal clima mite, con una totale esposizione al sole. La pianta adulta non teme i lunghi periodi di siccità, al contrario invece delle piante giovani che hanno bisogno di un giusto apporto di acqua.

47

Per quanto riguarda la concimazione questa deve essere effettuata regolarmente sia a fine estate, che in primavera. Il momento migliore per questa stagione è quello che segue la fioritura della pianta, utilizzando letame maturo. Per letame maturo, si vuole intendere quel prodotto che è stato lasciato riposare per almeno 5 o 6 mesi dando così modo di eliminare le sostanze nocive; il migliore in assoluto, quello che contiene più azoto utile per lo sviluppo della pianta, è il letame di cavallo. In commercio è possibile reperire il prodotto in sacchi già pronti, mescolato con terriccio e altri elementi, ma il consiglio è quello di utilizzare il prodotto fresco.

Continua la lettura
57

La procedura per la concimazione è molto semplice: con un rastrello puliamo la parte sottostante della pianta, eliminando così tutto quello che può essersi depositato nel corso della stagione, estirpiamo anche tutte le erbe infestanti ripulendo in modo accurato la zona. Provvediamo poi a togliere uno strato di terriccio sotto, vicino al tronco, che andiamo a raccogliere all'interno di un contenitore capiente o meglio ancora una carriola. Mescoliamo poi il terriccio prelevato con il letame: una volta effettuato questo passaggio provvediamo a posizionare il tutto nuovamente sotto l'albero cercando di coprire un'area della grandezza del doppio del tronco della pianta stessa. Quando abbiamo terminato anche questo passaggio, provvediamo ad annaffiare abbondantemente aiutando così il terreno ad assorbire le sostanze nutritive.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per ottimizzare la produzione dei frutti è consigliato eseguire la concimazione due volte l'anno.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come e quanto concimare le piante in vaso

Nel corso di questa guida dedicata al verde, ti indicherò una serie di consigli apparentemente banali per concimare le tue piante correttamente e nelle modalità giuste, in modo da favorire la crescita e lo sviluppo adeguato delle piante. Se dunque possiedi...
Giardinaggio

10 consigli per concimare le erbe aromatiche

Le erbe aromatiche, utili e profumatissime, possono essere un'ottima ed importante risorsa per un giardino oppure per una cucina. Le erbe aromatiche come il basilico, il rosmarino, la salvia, possono infatti essere utilizzate quotidianamente per rendere...
Giardinaggio

Come e quando concimare prato

Quando si decide di comprare una casa, molte persone si assicurano che questa abbia un ampio spazio esterno dove poter fare un'ampia zona verde, questo perché la cura e l'allestimento di un giardino per alcune persone è un hobby insostituibile in quanto...
Giardinaggio

Come concimare le erbe aromatiche

Le erbe aromatiche sono senza dubbio un ingrediente indispensabile nelle ricette della cucina italiana: non c'è "caprese" senza basilico, o focaccia senza rosmarino, o ancora nei ravioli burro e salvia, l'aromatizzante la fa da padrone. Perciò, se ne...
Giardinaggio

Come annaffiare e concimare correttamente le piante di casa

Oggi abbiamo deciso di proporre una guida, del tutto interessante e molto utile, nei confronti dei lettori che amano avere nel proprio appartamento delle piante, che donano colore, vivacità e profumo, a tutti gli ambienti. In particolare vogliamo approfondire,...
Giardinaggio

Come Concimare Il Prato Con Il Compost

Sono in molti a pensare che nella stagione invernale il prato non necessiti di manutenzione, eppure per affrontare la rinascita primaverile, affinché quello che verrà piantato trovi terreno fertile, sarebbe opportuno concimare il manto erboso. Se hai...
Giardinaggio

Come concimare l’orto

La concimazione del terreno è un'operazione fondamentale e necessaria al mantenimento, in buona salute, del nostro orto e delle piante che lo compongono. Naturalmente, praticando noi stessi questa utile e necessaria operazione, avremo la reale opportunità...
Giardinaggio

Come usare i sali inglesi e il caffè per concimare

Per crescere rigogliose e sane, tutte le piante hanno bisogno di fertilizzanti. Con il tempo, infatti, il terreno in cui alloggiano s'impoverisce di sali minerali. Alcuni di questi, come azoto, potassio, magnesio e ferro, sono determinanti per lo sviluppo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.