Come concimare le erbe aromatiche

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le erbe aromatiche sono senza dubbio un ingrediente indispensabile nelle ricette della cucina italiana: non c'è "caprese" senza basilico, o focaccia senza rosmarino, o ancora nei ravioli burro e salvia, l'aromatizzante la fa da padrone. Perciò, se ne avete la possibilità, coltivatele in casa. Oltre ad essere una soddisfazione personale, le pietanze che preparerete ne guadagneranno nel sapore e negli aromi che sprigioneranno. Coltivarle, però, implica anche il fatto di doverle concimare, così da esaltarne la profumazione ed il gusto. All'interno di questo articolo, imparerete come concimare le erbe aromatiche seguendo un metodo del tutto naturale. Vedrete, infatti, come i gusci delle uova posso rivelarsi un valido concime. Procediamo!

26

Occorrente

  • piantine aromatiche
  • terriccio universale
  • gusci d'uovo
36

Proprio così, sembrerà strano, ma dai gusci delle uova è possibile ricavare un efficace concime. Come prima cosa, disponete in una placca da forno i gusci delle uova (la quantità dipenderà da quanti vasi vorrete concimare). Dopo aver fatto ciò, lasciateli seccare ad una temperatura di 150° o 160° per circa mezz'ora. Aspettate in ogni caso che i gusci abbiano assunto un colore dorato. In seguito, iniziate a sbriciolarli con le mani, quindi con l'aiuto di un frullatore o un mixer, riduceteli in polvere.

46

Una volta ottenuta la polvere di guscio d'uovo, mescolatela con il terriccio, dopodiché fate in modo che il concime sia distribuito in modo omogeneo, quindi annaffiate abbondantemente. In questa fase, non dimenticate mai di mettere sotto i vasetti delle erbe aromatiche un sottovaso, in tal modo l'acqua in eccesso verrà raccolta e le radici delle piantine potranno assorbirne poco alla volta tutte le sostanze nutritive disciolte in essa. Inoltre, è importante puntualizzare che i gusci d'uovo sono ricchi di calcio, indispensabile per il nutrimento delle erbe aromatiche. Ripetete questa operazione ogni 6 o 7 giorni.

Continua la lettura
56

Oltre a ciò, è di fondamentale importanza sapere che le erbe aromatiche, hanno bisogno di vasi grandi: in questo modo, le radici avranno modo di svilupparsi e saranno sempre umide, riuscendo ad assorbire perciò, quanto più nutrimento possibile. Successivamente, posizionate le piantine in un luogo dove ci sia un'ottima esposizione ai raggi solari. Con l'ausilio del concime naturale che avrete imparato a preparare, otterrete sicuramente un risultato perfetto. Come detto precedentemente, le piante aromatiche sono presenti in ogni pietanza che deciderete di cucinare, e concimarle in modo naturale è senza dubbio la cosa migliore. Buon lavoro!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come riconoscere le erbe aromatiche

Ecco pronta una guida, molto utile, tramite la quale, poter essere finalmente in grado d'imparare come riconoscere le erbe aromatiche, in modo tale da poterle utilizzare non solo in cucina, ma anche in altri ambiti, per curare malanni e non solo. Imparare...
Giardinaggio

Come coltivare erbe aromatiche in casa

Le erbe aromatiche rendono i nostri piatti più saporiti e profumati senza aggiungere calorie indesiderate. In ogni supermercato troviamo le erbe aromatiche pronte, secche o surgelate, ma il profumo ed il sapore delle stesse erbe fresche, appena colte...
Giardinaggio

Come raccogliere le erbe aromatiche

Le erbe aromatiche appartengono alla categoria delle piante spontanee, che sono quelle migliori dal punto di vista dell'odore, ed anche esemplari adatti per essere utilizzati come spezie per i cibi e per la produzione di medicinali. Il vantaggio di...
Giardinaggio

Come coltivare le erbe aromatiche in giardino

Per chi ne ha la possibilità, coltivare le erbe aromatiche nel proprio giardino, invece che acquistarle preconfezionate, è un'idea sensata e consigliabile. Erbe aromatiche come alloro, menta, basilico, erba cipollina e ancora peperoncino, origano, prezzemolo,...
Giardinaggio

Come coltivare le erbe aromatiche

Sono dette "erbe aromatiche" quelle piante ricche di profumo e di aroma, che comunemente usiamo in cucina per dare più sapore ai nostri cibi o alle nostre bevande, come l'origano, la salvia, il rosmarino, il cerfoglio, l'alloro, il basilico, ecc. Queste...
Giardinaggio

6 cose da sapere per coltivare le erbe aromatiche in vaso

Le erbe aromatiche sono tra le piante più utili in cucina, perché in grado, anche da sole, di dare un gusto più raffinato alla pietanza. Si tratta di piantine non troppo grandi che si possono coltivare facilmente anche in vaso, adatte quindi anche...
Giardinaggio

Come realizzare un'aiuola di erbe aromatiche

Le aiuole hanno un notevole impatto sulla bellezza di un giardino, soprattutto se ben trattate, e risulta essere un bel passatempo per chiunque sia appassionato di giardinaggio. Utilizzare delle erbe aromatiche può risultare un'idea originale, e che...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare le erbe aromatiche

Chi non ama il profumo di basilico che arieggia per casa? Quel profumo così intenso che ti ricorda l'estate, e la mamma indaffarata ai fornelli. Basilico, Timo, Coriandolo, Maggiorana e Menta, sono tutte piante aromatiche che possiamo coltivare facilmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.