Come confezionare sacchetti porta-spago

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Tenere la casa in ordine è l'obiettivo di tutte le donne, sia per evitare di smarrire i vari oggetti presenti, sia per una questione di estetica. Lo spago, anche se oggi non viene più utilizzato come alcuni anni fa, può comunque risultare utile per numerose applicazioni e se non viene correttamente conservato può aggrovigliarsi, diventando quasi impossibile da utilizzare. Per evitare che ciò accada, esistono in commercio degli appositi sacchetti nei quali è possibile stoccare piccole e grandi quantità di spago correttamente avvolto. Questi, però, possono anche essere confezionati e decorati con le proprie mani, diventando così anche degli elementi ornamentali. Vediamo allora come confezionare dei sacchetti porta-spago.

26

Occorrente

  • tela di sacco
  • spago da cucina
  • filo nero da ricamo
  • cordoncino
  • anello in metallo
36

Fondamentalmente, possiamo esporre questa creazione come un nuovo oggetto d'ornamento per la nostra parete della cucina. Un'idea particolare sarà quella di confezionarlo in tela di sacco; poi ad ognuno applicheremo un grazioso animale, dall'occhio del quale faremo uscire il filo dello spago. Ogni sacchetto finito, misurerà circa 19 x 28 cm. Quindi partiamo con la nostra operazione; per iniziare la confezione procediamo seguendo questi passaggi: ritagliamo dal tessuto (che possiamo sostituire con la canapa o altra stoffa di nostro gradimento) il rettangolo occorrente; lasciamo poi il margine necessario per le cuciture.

46

Scegliamo tra gli animali quello che più desideriamo rappresentare e poi, servendoci di una carta pergamena, ricopiamola in grandezza naturale. Appoggiamo quindi il disegno sopra al pannolenci del colore corrispondente all'immagine scelta e facciamo attenzione a segnare bene i contorni, dopodiché ci basterà ritagliarlo. Ora andiamo ad applicare sopra una parte del rettangolo, lavorando a punto festone o a punto Parigi (o più semplicemente passandolo a macchina).

Continua la lettura
56

Infine, completiamo il disegno eseguendo le rifiniture a punto erba utilizzando del cotone da ricamo di colore nero. Al posto dell'occhio, applicheremo un anellino in metallo che, come già accennato, servirà a far uscire lo spago dal sacchetto. Chiudiamo ora il rettangolo con due cuciture a macchina, realizzando così il nostro sacchetto; rifiliamo poi per bene la stoffa delle cuciture e, affinché non sfili, eseguiamo un fitto sopraffilo. In alto sfrangiamo invece il tessuto per 3 cm e poco più sotto passiamo "a filza" un cordoncino colorato: ci servirà per appendere il nostro sacchetto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Può essere un'idea regalo molto utile

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come fare un porta frutta con lo spago

Il "fai da te", è un alleato davvero valido per la battaglia contro i consumi economici. Tramite il fai da te, si possono realizzare numerosissimi articoli per la casa, e tra questi, sicuramente non può mancare un porta frutta realizzato interamente...
Bricolage

Come realizzare un tappeto natalizio con sacchetti di plastica usati

Se si desidera realizzare un progetto con il metodo fai da te non servono materiali oppure componenti costosi. Il Natale è alle porte ed in tempi di spending-review e di crisi la fantasia e la pazienza possono essere di aiuto per decorare e preparare...
Bricolage

Come fare sacchetti profumati

Un'ottima idea per profumare, non solo gli ambienti della vostra casa, ma anche l'arredamento come armadi, cassetti, e pensili sono i sacchetti profumati. Possono essere tranquillamente realizzati in casa con prodotti che avete a disposione. Inoltre,...
Bricolage

Come realizzare una lampada di spago

Uno degli oggetti di arredo più gettonati e realizzati con la tecnica del fai da te, è la lampada realizzata con lo spago. Si tratta di un progetto molto semplice e di realizzazione veloce. Si presta perfettamente per essere adoperata in un ambiente...
Bricolage

Come sigillare i sacchetti di plastica

La conservazione degli alimenti è un passaggio molto importante. Questa va fatta in maniera precisa. Cercando di chiudere i sacchetti in maniera ermetica. Per fare questo lavoro, si possono utilizzare alcuni metodi. Uno dei più usati è quello di sigillare...
Bricolage

Come riciclare i sacchetti di carta del pane

Buttare nel secchio dei rifiuti i sacchetti di carta del pane può essere un vero peccato, sopratutto se dopo che sono state svuotate dal pane e le briciole sono anche integre e pulite. I sacchetti di carta del pane possono essere riciclati in svariate...
Bricolage

Come riciclare i sacchetti del pane

La maggior parte di noi ha la cattiva abitudine di gettare subito dopo l'uso i sacchetti che contengono il pane. Questa abitudine rappresenta senza dubbio un errore da non commettere, perché i simpatici e tradizionali contenitori possono essere riutilizzati...
Bricolage

Come realizzare un lampadario con spago e palloncino

Se volete creare un'atmosfera misteriosa, basterà che realizzate un effetto luce speciale con un lampadario particolare. Questa è un'idea che può rendere l'ambiente illuminato, ma allo stesso tempo regalare un'aria festosa per tutta la casa. Il lampadario...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.