Come Confezionare Una Coulisse Ripiegata

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se devi eseguire un lavoro di cucitura con la coulisse devi sapere che si tratta di una stoffa canalizzata e che si presta per l'inserimento di un nastro o di un elastico. In genere si colloca all'altezza della vita, dei polsi o delle caviglie e serve in sostanza a modellare l'indumento. Nei passi successivi della guida, ti sarà dunque illustrato come confezionare correttamente una coulisse ripiegata.

26

Occorrente

  • Macchina da cucire o tagliacuce
  • Ago e filo
  • Spilli
  • Ferro da stiro
  • Metro da sarto
  • Coulisse con elastico
  • Forbici
  • Forcina per capelli
36

Per prima cosa imposta la macchina da cucire a punto zigzag a tre punti: lunghezza da uno a un millimetro e mezzo, larghezza da quattro a cinque millimetri e piedino multiuso; se utilizzi una tagliacuce metti come punto il sopraggitto a tre fili, lunghezza tremillimetri, larghezza cinque e piedino standard. Adesso rifinisci a sopraggitto il margine vivo della coulisse per evitare sfilacciature. Per rifinire a sopraggitto, guida il margine dell'indumento in modo che i punti prendano la stoffa sulla sinistra e cadano appena oltre il bordo sulla destra.

46

Adesso ripiega la coulisse sul rovescio dell'indumento. L'altezza della piega deve corrispondere all'altezza dell'elastico più un centimetro e mezzo. Stira la coulisse per tenerla in posizione, premendo il ferro da stiro senza farlo scorrere. Imposta la macchina a punto dritto: lunghezza da due millimetri e mezzo a tre, larghezza zero, piedino multiuso (o bordo stretto) e metti la posizione l'ago a sinistra. Continua eseguendo una ribattitura sul bordo superiore della coulisse a circa tre millimetri dalla piega. Posiziona e appunta la striscia di elastico all'interno della coulisse, spingendola contro la ribattitura superiore. Quando avrai eseguito anche questa operazione del lavoro, ancora un'estremità dell'elastico con uno spillo. Ora lascia un'apertura di circa cinque centimetri per tirare le estremità dell'elastico. Tira l'elastico attraverso l'apertura della coulisse, per ridurlo alla circonferenza voluta.

Continua la lettura
56

A questo punto non ti resta che tagliare l'elastico alle due estremità, lasciandone però almeno un paio di centimetri per parte, che ti servono come margine e che sovrapponi e cuci creando una sorta di quadrato, ideale quest'ultimo per affrancarli in un modo abbastanza sicuro. Tuttavia per maggior sicurezza ti conviene prima procedere con un'imbastitura e poi se tutto è a posto e le misure sono corrispondenti a quelle che hai inizialmente preso, allora è il caso di fare una cucitura definitiva a macchina. Adesso il confezionamento della coulisse ripiegata può considerarsi completato, per cui non ti resta che indossare il capo e notare con somma soddisfazione che il lavoro lo hai eseguito a regola d'arte e quindo allo stesso modo di una sarta esperta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come cucire dei pantaloni con coulisse

I pantaloni con coulisse, sono molto comodi da indossare e vestono bene ogni donna, dalla più snella a quella con misure più abbondanti. Sono particolarmente indicati per le occasioni in cui si intende ottenere il massimo del comfort, ma possono anche...
Cucito

Come confezionare un costume da locandiera

La locandiera è una tipica figura del 700, che ha ispirato anche il Goldoni che ha scritto l'omonima opera. Di particolare effetto è tuttavia il suo costume, che ancora oggi viene apprezzato specie in occasione di feste o rappresentazioni teatrali....
Cucito

Come confezionare un cappello da cuoco

Confezionare un cappello da cuoco, è un'operazione che non richiede molte abilità nella tecnica del fai da te; esistono diversi modi per realizzare un cappello da chef e in questa guida saranno proposti tre metodi differenti. Questo tipo di cappello,...
Cucito

Come confezionare una federa

Se avete un divano con dei cuscini a cui mancano le federe, oppure un set di lenzuola anch'esse prive di questa copertura, allora potete rimediare realizzandole in proprio con svariati tipi di tessuti e in pochi e semplici passi. In riferimento a ciò,...
Cucito

Come confezionare un abito da pagliaccio

Prima che arrivi il Carnevale i bambini iniziano a fare progetti per le loro maschere. Infatti, cominciano a fantasticare immaginando il loro travestimento, coinvolgendo anche le mamme. In questo caso sono proprio loro a prendersi cura di procurarsi gli...
Cucito

Come confezionare un abito copricostume

Confezionare un abito copricostume, è un compito che richiede delle conoscenze base del cucito; il copricostume può essere realizzato in diversi metodi: con la macchina da cucire, a mano, ai ferri oppure all'uncinetto. Per realizzare il copricostume,...
Cucito

Come confezionare dei polsini

Spesso per acquistare degli oggetti preferiamo recarci presso dei negozi specializzati spendendo però in alcuni casi cifre molto elevate. In alternativa, potremo provare a realizzare da soli i nostri particolari oggetti, magari leggendo una delle tantissime...
Cucito

Come confezionare un costume da fatina

Se volete confezionare alla vostra bambina un costume ricco di eleganza, fascino e magia, per carnevale o per una festa in maschera, realizzarne uno da fatina è l'idea migliore. Le più affascinanti sono le fatine del bosco, legate alla mitologia e alle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.