Come controllare la permeabilità del terreno

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

La permeabilità del terreno è la capacità che ha un determinato tipo di suolo di trattenere l'acqua ed è un fattore molto studiato nelle scienze della terra come la geofisica, le geologia o anche l'agraria. Nel nostro caso, però, vogliamo cercare di capire come controllare la permeabilità del terreno attraverso un metodo molto pratico e intuitivo, senza ricorrere a complicati procedimenti matematici. In questa breve guida, quindi, vi mostreremo come fare.

28

Occorrente

  • argilla
  • sabbia
  • terreno dell'orto
  • 3 imbuti
  • 3 cilindri graduati
  • cotone idrofilo
38

Per prima cosa dobbiamo procurarci 3 imbuti, meglio se della stessa dimensione. Ora tappiamo l'imboccatura dei nostri strumenti di misurazione con del cotone, pressando bene fino a chiudere completamente il passaggio. Infiliamo adesso i 3 imbuti in 3 cilindri graduati.

48

Nel primo imbuto andremo a versare della comune terra per orto, nel secondo della sabbia e il terzo o riempiremo di argilla. Ricordate di aggiungere questi materiali fino alla stessa altezza dell'imbuto. Adesso versiamo 2 bicchieri d'acqua negli imbuti, facendo attenzione a non variare le quantità, e osserviamo cosa succede.

Continua la lettura
58

Il tempo impiegato per il passaggio dell'acqua nei cilindri graduati sarà diverso a seconda del tipo di materiale presente nell'imbuto e in base a questo parametro potremo verificare la permeabilità del terreno. Nel terreno per orto l'acqua impiegherà circa 29 minuti e 6 secondi prima di trasferirsi nel contenitore,10 minuti e 38 secondi per la sabbia e 36 minuti e 13 secondi per l'argilla.

68

Da qui possiamo dedurre che non tutti i terreni hanno la stessa capacità di trattenere l'acqua. Il terreno per orto lascia passare tanta acqua e in modo abbastanza rapido, ma ne trattiene una parte; la sabbia consente il passaggio di tutta l'acqua versata, che rimane limpida; e infine l'argilla trattiene tutta l'acqua e non ne lascia filtrare neanche un po'.

78

Anche la sabbia e l'argilla hanno le loro buone qualità e vi sono alcune specie vegetali che crescono e si sviluppano in modo ottimale proprio in questi tipi di terreni. Quelli sabbiosi, ad esempio, sono molto consigliati per piantare aglio, cipolle, melanzane, carote e angurie; quelli argillosi, invece, sono adatti per alcune specie floreali come l'iris o la primula.

88

In conclusione, non esiste un terreno "perfetto" in assoluto poiché ognuno dei tipi che abbiamo appena nominato è indicato per una coltivazione piuttosto che per un'altra. Il consiglio migliore che possiamo darvi è di verificare la permeabilità del vostro terreno e in base alle sue caratteristiche decidere che tipo di coltura impiegare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come rendere più drenante un terreno

Un terreno con problemi di drenaggio, risulta bagnato e con molte pozze di acqua stagnante. Dopo un temporale o semplicemente dopo una piccola pioggia, alcuni terreni tendono a trattenere l'acqua, causando dei ristagni difficili da prosciugare. La maggior...
Giardinaggio

Come aumentare il PH del terreno

La terra gode del principio di ossigeno e azoto. In oltre troviamo molti elementi importanti per vivere, ossia come abbiamo detto l'ossigeno, l'acqua e i principi come lo stato solido, liquido e gassoso. La terra, in questo caso il terreno vero e proprio,...
Giardinaggio

Cosa coltivare su un terreno sabbioso

Un terreno sabbioso presenta lo svantaggio di trattenere scarsamente l'acqua, ma compensa questo difetto con la maggiore lavorabilità del terreno. Se vogliamo coltivare su terreni sabbiosi, dovremo quindi ricordarci di annaffiare poco e spesso le nostre...
Giardinaggio

Come Analizzare Un Terreno

Analizzare un terreno significa determinarne le sue caratteristiche biologiche, chimiche e fisiche; tali caratteristiche condizionano la coltivazione delle diverse specie di piante. Ma cos'è il terreno e com'è composto? Per conoscerne le caratteristiche...
Giardinaggio

Come rendere il terreno acido

Alcuni alberi e arbusti il più delle volte necessitano di un terreno con un PH acido, ossia al di sotto di 7.0, altrimenti si svilupperebbero con un eccesso di clorosi ferrica. Per esempio, se intendete coltivare la betulla, i mirtilli, le azalee e...
Giardinaggio

Come Arare Il Terreno

Arare un terreno potrebbe sembrare un lavoro da poco, ma chi lo fa da anni sa bene che invece è necessaria molta pazienza e bravura per ottenere degli ottimi risultati e fare in modo che il terreno diventi adatto per la semina. Da secoli gli uomini hanno...
Giardinaggio

Come livellare il terreno

Prima di coltivare qualsiasi pianta in giardino, o se bisogna installare una piscina, è necessario il terreno sia ben livellato. Se il terreno è relativamente livellato, degrada più lentamente e non occorre poi livellare eventuali strutture che verranno...
Giardinaggio

Come determinare il pH del terreno

Coltivare un terreno è un ottimo modo per avere sempre frutta e verdura di stagione sempre fresca da mangiare, oppure venderla per poterne ricavare un introito che possa ovviare alle spese di mantenimento del terreno stesso. Ma per coltivare qualsiasi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.