Come controllare l'efficienza della messa a terra impianto elettrico di casa

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Una corrente elettrica è un flusso di energia elettrica, intorno ad un circuito. Il flusso di energia, segue principi simili al flusso dell'acqua nei tubi. Il circuito contiene una sorgente di alimentazione, tra cui la rete di cablaggio che è la fonte di energia del sistema nazionale di distribuzione elettrica.
La maggior parte degli interruttori di dispersione di cablaggio domestico, consumano circa 30 mA, che è circa un trentesimo di un amplificatore. Per ottenere un flusso di corrente elettrica, abbiamo bisogno di una fonte di energia; un conduttore è definito come tutto ciò che può trasportare un flusso di elettricità. I conduttori tendono ad essere di filo di rame o di rame bar e di solito sono nascosti all'interno di manicotti isolanti. La tensione invece, è una misura della forza di un'alimentazione elettrica. Una tensione può esistere anche in assenza di corrente. Ecco come controllare correttamente l'efficienza della messa a terra dell'impianto elettrico di casa.

26

Occorrente

  • tester
36

Verificare l'efficienza del salvavita

La messa a terra è formata da una verticale che scende verticalmente in tutto l'edificio, formata da una serie di diramazioni, che vanno a unirsi con delle zone metalliche fisse presenti all'interno dello scheletro della casa; ciò ci permette di tenere la casa isolata; la prima verifica da fare è quella nel quadro elettrico; individuare l'interruttore del differenziale contrassegnato con la lettera T. Premere questo tasto, per verificare l'efficienza del salvavita, si tratta di un test manuale che si può eseguire anche ogni mese, questo serve a verificare l'intervento del differenziale interrompendo l'alimentazione.

46

Impostare il tester per la misurazione

Procediamo con la verifica usando un tester: impostare su tensione alternata e a fondo scala 250 0 500 volt; Inserire i due capi del filo del tester che si chiamano puntali, uno lo metti sul foro centrale della presa di corrente, l'altro a uno dei fori esterni, il tester deve evidenziare i valori 190 220 volt mentre sull'altro 0 volt. Adesso lasciare un puntale nel foro centrale della presa, e l'altro appoggiare su un rubinetto, il valore del tester deve essere 0 volt, vuol dire che è isolato da scariche elettriche.

Continua la lettura
56

Controllare i valori del test

Spostare la scala del tester da AC a Ohm che indica la resistenza, eseguire l'ultima operazione con il puntale a toccare il rubinetto, il valore del test deve essere da 3 a 30 o 40 ohm, questo sta a indicare il filo di rame della resistenza che scende dal pozzetto di terra e nelle tubazioni del condotto dell'acqua che stanno a terra.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come mettere a norma un impianto elettrico

Uno dei fattori fondamentali di un'abitazione nuova o vecchia, è senza dubbio la predisposizione di un impianto elettrico abbastanza efficiente che rispetti le norme. Quando l'impianto non è a norma, è bene per la sicurezza di tutti trovare un modo...
Casa

Come proteggere un impianto elettrico

Gli impianti elettrici sono dei particolarissimi impianti presenti all'interno di ogni abitazione, che consento la distribuzione della corrente elettrica all'interno dell'unità abitativa. Grazie a questo impianto potremo facilmente utilizzare i nostri...
Casa

Come progettare l'impianto elettrico

Quando ci si accinge a costruire una nuova abitazione, o semplicemente ad una ristrutturazione, uno degli aspetti che non può passare di certo in secondo piano è proprio l'impianto elettrico. La sua progettazione deve essere eseguita alla perfezione,...
Casa

Come installare un impianto elettrico

Molti progetti di ristrutturazione, richiedono nuovi cablaggi o sostituzioni per connessioni vecchie oppure usurate. Per lavori estesi, è ovviamente meglio assumere un elettricista, ma alcuni progetti potrebbero rientrare nel livello di abilità del...
Casa

Come individuare un guasto nell’impianto elettrico casalingo

Nella guida che seguirà ci occuperemo di un impianto elettrico casalingo. Nello specifico, infatti, andremo a scoprire come riuscire ad individuare un guasto nell'impianto elettrico casalingo. Lo faremo in modo graduale, passo dopo passo, per facilitare...
Casa

Come rifare l'impianto elettrico

La nostra abitazione col passare del tempo necessita di lavori e manutenzione, poiché inevitabilmente possono presentarsi dei difetti come ad esempio all'impianto elettrico. Quest'ultimo è infatti fondamentale per il corretto funzionamento dei nostri...
Casa

Come riparare fusibili e allacciamenti di un impianto elettrico

Se in casa abbiamo dei problemi legati al funzionamento dell'impianto elettrico, in alcuni casi possiamo intervenire senza necessariamente chiamare un tecnico. Spesso il problema deriva da alcune parti dell'impianto che sono studiate appositamente per...
Casa

Come montare il salvavita nell'impianto elettrico di casa

Rivolgersi ad un installatore per far montare un interruttore differenziale, quello che intendiamo come salvavita, può essere a secondo dei casi, un lavoro costoso. Se hai un minimo di conoscenza nel campo elettrico, puoi fare tu stesso questo lavoro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.