Come costruire i sostegni per la crescita dei lamponi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il lampone (Rubus ideaus), grazie al suo sapore fresco e intenso e all’inconfondibile aroma, rappresenta il frutto di bosco per eccellenza. Molto diffuso nei sottoboschi della nostra regione, viene frequentemente coltivato nei giardini dei masi montani ma spesso anche nei nostri orti. Grazie ai continui progressi della ricerca ed al miglioramento genetico, gli standard qualitativi delle nuove varietà di lampone sono migliorati moltissimo, il che ha permesso la diffusione di questa coltura rendendola molto interessante come ulteriore fonte di reddito. Alcune delle nuove varietà di lampone hanno dimostrato un’ottima adattabilità al nostro clima e sono state introdotte e diffuse nella nostra regione. I frutti si differenziano dalle specie selvatiche soprattutto per la notevole pezzatura e consistenza delle bacche. In questa semplice semplice e veloce guida vi spiegherò, nella maniera più chiara e comprensibile possibile, come costruire i sostegni per la crescita dei lamponi.

25

Occorrente

  • pali e fili
  • chiodi e martello
  • traverse di legno
35

Il sistema di sostegno relativamente più semplice è quello denominato "a palo centrale". Generalmente potete utilizzarlo nel caso in cui possediate un giardino piuttosto piccolo. Piantate nel terreno un unico palo, a circa 50 centimetri di profondità nel terreno. Il palo deve misurare 2,5 metri di lunghezza e avere un diametro di circa 6 centimetri. Ad esso legate saldamente la pianta dei lamponi. In questo modo i frutti si troveranno a un livello non troppo elevato e vi sarà più agevole raccoglierli.

45

Un altro metodo di sostegno è la "spalliera semplice". Piantate dei pali di 2,5 metri a intervalli di 30 centimetri nel terreno, a una profondità di 50 centimetri. Tra i pali tendete tre fili di ferro zincato di calibro 14, rispettivamente ad una altezza di 75, 100 e 175 centimetri. Il vantaggio di questo metodo è che i frutti sono esposti meglio al sole. Legate molto bene i fili per proteggere le piante dal vento.

Continua la lettura
55

Un ulteriore sostegno è quello che prende il nome di "spalliera doppia"; utilizzatela se possedete molti fusti da dover coltivare. Piantate nel terreno dei pali di 2 metri alla solita profondità di 50 centimetri. Distanziateli tra loro di una quarantina di centimetri. Ad ogni palo inchiodate due traverse di legno che misurino 75 centimetri. Tendete tra i pali dei fili di ferro a distanza di 60, 90 e 150 centimetri dal suolo. Infine, tra questi fili, e perpendicolarmente ad essi, tendetene degli altri, a intervalli di 60 centimetri. Il lavoro è così concluso!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come scegliere tutori e sostegni per le piante

Avere il pollice verde è una caratteristica che accomuna molte persone. Queste amano abbellire la propria casa, o comunque i propri spazi con belle piante o fiori. Per ottenere, però, effetti soddisfacenti è necessario curare nel modo corretto le proprie...
Giardinaggio

Come coltivare i lamponi sul balcone

Se noi, ed in particolare i nostri figli, amiamo i lamponi possiamo esaudire il desiderio di entrambi e coltivarne un buon quantitativo, con una cura minima, poco terreno e dei contenitori in terracotta o in legno abbastanza alti e profondi. Per fortuna,...
Giardinaggio

Come accelerare la crescita delle piante

Coltivare le piante e farle crescere al meglio non è semplice e richiede sia pazienza sia passione. Per tutti gli amanti del verde far crescere le proprie piante è sempre motivo di orgoglio, ma bisogna conoscere profondamente le caratteristiche delle...
Giardinaggio

Fiori di alisso: consigli per una perfetta crescita

L'Alisso, appartenente alla famiglia delle Brassicaceae, è una pianta definita generalmente "perenne" o annuale, per via della fioritura che parte da Aprile e finisce ad Ottobre e per il fatto che essa, con le dovute cure, riesce a sopravvivere per molto...
Giardinaggio

Come costruire una struttura per i pomodori

Nella cura di qualsiasi orto la struttura riveste un ruolo molto importante, che a seconda delle piante a cui viene adattata, aiuta, facilita e molto spesso migliora la crescita della pianta stessa. Per coltivare i pomodori è fondamentale realizzare...
Giardinaggio

Come costruire una serra per melanzane

Coltivare verdure ed ortaggi in autonomia nel giardino di casa può essere una brillante idea per consumare alimenti dalla provenienza sicura, risparmiando molto denaro ed occupando il tempo libero in modo creativo e positivo, a contatto diretto con la...
Giardinaggio

Come costruire un'amaca a dondolo per il giardino

Soggiornare nel proprio giardino è uno dei piaceri migliori della giornata. Specialmente nella bella stagione, il giardino è lo spazio all'aperto ideale per rilassarsi. Che sia di giorno per leggere un buon libro o per prendere il sole. Oppure la sera,...
Giardinaggio

Come costruire un'aiuola rialzata

Le aiuole rialzate rappresentano una soluzione semplice per migliorare la qualità del terreno e cambiare le condizioni di crescita delle piante. Infatti l'aiuola rialzata si mostra una valida soluzione per tutte le piante che possono aver bisogno di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.