Come costruire un carrello porta kayak

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se avete intenzione di acquistare un kayak ed intendete poi trasportarlo agevolmente, vale la pena costruire un carrello scegliendo tra due tipologie diverse, ovvero una a trolley ed un'altra lineare, avente cioè la stessa sagoma dell'imbarcazione. A tale proposito, ecco una guida con le istruzioni su come costruire un carrello porta kayak.

25

Occorrente

  • Due ruote per carrelli
  • Aste di alluminio
  • Raccordi per tubi ad 1 e 3 vie
  • Cinghie con fibbia
  • Seghetto per ferro
35

Procurare due ruote

Se avete deciso di optare per il modello di carrello a trolley, è importante sapere che tra i due è il più facile da costruire, poiché necessita soltanto di due ruote e di una griglia per l'appoggio della parte retrostante del kayak. Una volta posizionato, l'imbarcazione va trainata dalla parte della prua con un semplice filo di spago. Per costruirlo è dunque necessario procurasi le due ruote (per entrambe le tipologie), dei tubolari di alluminio e dei raccordi. Gli utensili sono pochi; infatti, non è necessario usare ne viti e nemmeno del collante poiché il tutto va ad incastro. Un seghetto per il ferro, è invece indispensabile per tagliare man mano e su misura le aste di alluminio.

45

Assemblare il trolley

Per assemblare la prima tipologia di carrello per il kayak a forma di trolley, basta dunque creare un rettangolo di alluminio incastrando tra loro i listelli, ed usando degli appositi raccordi a tre o quattro viti (ad incastro), e poi applicarlo sull'albero (sempre di alluminio) che sorregge le due ruote. A lavoro ultimato si inseriscono anche delle cinghie con fibbia, in modo da poter stringere l'imbarcazione una volta adagiata la poppa sul suddetto rettangolo di alluminio. A questo punto il carrello porta kayak, è ponto per trainare l'imbarcazione fino al mare o al fiume. Per quanto riguarda il carrello lineare ovvero quello avente la stessa sagoma del kayak, e a cui abbiamo accennato in fase introduttiva, oltre alle due ruote da posizionare sul lato posteriore, occorrono dei listelli di alluminio orizzontali e verticali, corrispondenti rispettivamente a larghezza e lunghezza dello scafo da trasportare. Premesso ciò, nel passo successivo vediamo come procedere per rendere anche questa struttura pratica e funzionale.

Continua la lettura
55

Realizzare la sagoma del kayak

Realizzare la sagoma del kayak, è dunque l'operazione fondamentale per rendere il carrello adatto ad agganciarlo alla moto o all'auto. Per iniziare il lavoro bisogna assemblare le due ruote, non prima di aver posto sui due laterali altrettanti raccordi ad una via. Questo foro infatti serve per inserire poi in orizzontale due aste lunghe, che devono corrispondere alla medesima misura dell'imbarcazione. Fatto ciò, alle due estremità si usano altri due raccordi per interporre un'asta perpendicolare che viene praticamente a completare il lavoro, e consente di adagiare il kayak dritto senza necessariamente usare delle cinghie di bloccaggio, in quanto la chiglia dello scafo, va ad incastrarsi proprio tra le due aste verticali. A questo punto, non resta che agganciare il carrello all'auto o alla moto, e portare il kayak nell'acqua di mare o nel letto di un fiume.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come costruire uno stabilizzatore

Gli stabilizzatori per kayak forniscono un supporto che aiuta a prevenire i ribaltamenti ed i rotolamenti. Siccome sono degli oggetti ingombranti, tendono ad essere lasciati indietro durante i lunghi viaggi con kayak, già troppo carichi di attrezzatura...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere un porta cacciavite

Avere gli utensili di lavoro sempre a portata di mano è fondamentale per non dover ogni volta perdere del tempo utile, specie se si è oberati di lavoro. Prendiamo ad esempio il porta cacciavite, elemento indispensabile per tutti coloro che svolgono...
Materiali e Attrezzi

Come montare una porta a soffietto in pvc

La porta a soffietto è un ottima alternativa alla classica porta a battente o alla porta scorrevole. Generalmente si utilizza quando non c'è lo spazio e una classica porta sarebbe troppo ingombrante. Inoltre quando non c'è la possibilità di creare...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare un porta occhiali in silicone

Gli occhiali sono degli accessori molto utilizzati. Qualsiasi uso si fa spesso vengono riposti in maniera poco sicura! In questo modo il rischio è quello di trovarli rotti. Quindi per evitare di danneggiarli sarebbe opportuno riporli sempre in un porta...
Materiali e Attrezzi

Come regolare i cardini della porta blindata

Quelle blindate sono delle porte speciali che vengono montate per una maggiore protezione contro eventuali intrusioni in casa. Sul mercato è possibile trovare porte blindate di ogni genere: esse si adattano a qualsiasi tipo di ambiente per cui possono...
Materiali e Attrezzi

Come riparare una porta a scrigno

L'impiego delle porte a scomparsa si è largamente diffuso negli ultimi anni, poiché non solo è la migliore soluzione per economizzare sullo spazio, quando questo risulta ridotto, ma sono anche di grande impatto estetico. Grazie al loro design, le porte...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un ventilatore con nebulizzatore

Un ventilatore con nebulizzatore è un ventilatore dotato di un sistema di raffreddamento ad acqua. Il suo funzionamento consente di nebulizzare l'acqua. Pertanto le microgocce evaporate si miscelano all'aria ventilata, riducendo la temperatura ambientale....
Materiali e Attrezzi

Come costruire un portatutto in stoffa

In qualsiasi modo si organizza la casa c'è sempre qualcosa che si trova fuori posto! Tanto che, spesso i cassetti e gli armadi sono invasi di oggetti di vario tipo. Questi non trovano una dimora costante, perché spostati continuamente per dare posto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.