Come costruire un circuito elettrico in parallelo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questa guida vogliamo parlare di come poter costruire nella maniera più semplice possibile un circuito elettrico in parallelo. Nella fisica l'elettromagnetismo è uno degli aspetti che più catturano l'attenzione dello studente e che lo spingono a cercare di cimentarsi nella progettazione e realizzazione di circuiti elettrici in parallelo. Dunque vediamo insieme come realizzare un circuito elettrico in parallelo, utilizzando tre lampadine e una batteria.

27

Occorrente

  • circuito elettrico
  • resistenze
  • circuito equivalente
  • condensatore
  • lampadine
  • batteria da 4,5 volt
  • cavi elettrici da 0.50 mmq
  • pannello di compensato
37

Collegamento dei contatti centrali e laterali con i rispettivi poli

Gli strumenti necessari per la realizzazione di un circuito elettrico in parallelo sono una batteria da 4.5 volt e tre lampadine. La prima cosa da fare è quella di collegare il contatto centrale con il polo più. La procedura per collegare i contatti laterali è simile a quella appena seguita, con l'unica eccezione che dovete collegare i contatti con il polo meno. Per rendere il lavoro più sistematico è bene che utilizziate dei cavi elettrici da 0.50 mmq e montiate il tutto su un pannello di compensato dalle dimensioni di 20x20 centimetri. È importante sapere che in un circuito elettrico la tensione applicata ai poli delle lampadine è uguale a quella rilasciata dalla lampadina. La corrente elettrica, invece, è uguale solo se le lampadine presentano le stesse caratteristiche.

47

Calcolo della resistenza in un circuito equivalente costituito da resistenze

I circuiti elettrici in parallelo possono essere sostituiti da un circuito equivalente, che presenta, se costituito da condensatori, un condensatore che è la somma di tutti quelli presenti all'interno del circuito. I calcoli che ne permettono la risoluzione sono abbastanza semplici. Ci sono delle formule che permettono di risolvere la dinamicità dello stesso e sono molto intuitive e facili da imparare e da capire. Nel caso in cui, invece, sono le resistenze a comporre il circuito, quello equivalente ha come resistenza la somma dei reciproci delle singole resistenze dello stesso.

Continua la lettura
57

Calcolo della corrente complessiva in un circuito elettrico in parallelo

Come detto in precedenza nei circuiti in parallelo la differenza di potenziale applicata è uguale per tutti i singoli componenti che lo compongono, mentre la corrente complessiva non è altro che la somma di tutte le correnti degli strumenti atti a creare il circuito.
In questa guida abbiamo appreso come creare un circuito elettrico in parallelo; non vi resta che procurarvi tutti gli strumenti che permettono di compiere la procedura e di provare a ripetere questi passi. Buona fortuna a tutti coloro che decideranno di applicarsi nella creazione di questo circuito elettrico in parallelo.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come costruire un quadro elettrico per musicisti

Realizzare un quadro elettrico per musicisti, è un lavoro che richiede una certa dimestichezza nel campo del fai da te, per quanto riguarda l'energia elettrica; è un lavoro inoltre, delicato e anche complesso, soprattutto per chi è inesperto. Ecco...
Altri Hobby

Come fare un circuito in serie

Per pote collegare i componenti di un circuito elettrico si può procedere a una realizzazione in serie oppure in parallelo. Sarà quindi è possibile collegare le resistenze, i condensatori, le induttanze, i generatori tramite dei conduttori che siano...
Altri Hobby

Come costruire uno stendibiancheria elettrico

Asciugare i panni bagnati in inverno o nelle stagioni intermedie per qualcuno è un vero incubo. L'inaffidabilità del tempo rende rischioso mettere lo stendibiancheria sul balcone. In casa asciugarli è difficile, soprattutto se non ci sono fonti di...
Altri Hobby

Come costruire un interruttore a pedale

Per chi molto spesso lavora con attrezzi elettrici, l'interruttore a pedale è un accessorio utilissimo e indispensabile. Questo tipo di strumento lo si può trovare tranquillamente in commercio, ma se desiderate imparare a costruire da soli un vero...
Altri Hobby

Come realizzare una bobina di tesla

Questa guida ha l'obiettivo di fornire dei consigli su come è possibile realizzare una bobina di Tesla, dal nome dello scienziato NikolaTesla, e come fare degli esperimenti per la produzione di scariche elettriche. Questo strumento che incuriosisce tantissime...
Altri Hobby

Come Costruire Un Leslie Artigianale

Leslie è un marchio di fabbrica, usato universalmente per indicare un sistema di altoparlanti rotanti, che ebbe grande successo dagli anni cinquanta in poi. Il Leslie venne realizzato come complemento ai primi organi Hammond a ruote foniche (tonewheels)....
Altri Hobby

Come costruire un pedale per chitarra elettrica

Se adorate suonare la meravigliosa chitarra elettrica, avrete assolutamente bisogno di un pedale, allo scopo di:- migliorarne, modificarne oppure incrementarne i toni;- ottenere dei particolari effetti (come le distorsioni, le modulazioni e i filtri)....
Altri Hobby

Realizzare un filtro passa basso

Per ottimizzare la qualità del suono dei bassi, è necessario realizzare il cosiddetto filtro passa basso. Esso permette di ottenere una riproduzione del suono meno distorta. Un buon filtro passa basso vi consentirà anche di ascoltare i bassi essenziali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.