Come costruire un crogiolo in ferro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Spesso avrete sentito parlare del cosiddetto crogiolo. Ma forse poche persone sanno di cosa realmente si tratta. In linea generale si può affermare che il crogiolo è un contenitore al cui interno vengono collocate determinate sostanze pronte per essere fuse o comunque trattate ad alte temperature. Ampiezza, resistenza e robustezza: ecco le tre caratteristiche fondamentali che questo particolare oggetto deve possedere. Come costruire un crogiolo in ferro? In questa guida cercheremo di spiegarvelo, passando in rassegna e descrivendo con dovizia di particolari ciascuno dei processi di costruzione di un crogiolo.

26

Occorrente

  • Tubo di ferro, bastone in ferro, piastra, saldatore, due viti, guanti, occhiali protettivi
36

Lavorate sempre con l'ausilio di guanti e occhiali protettivi. Iniziate ora a costruire l'ossatura base del crogiolo. Per prima cosa dovrete procurarvi un tubo di ferro dal diametro di almeno una quindicina di centimetri. Poi prendete una piastra e sulla sua superficie ricalcate l'ampiezza della circonferenza del tubo. Iniziate ora a tagliare la piastra lungo il bordo disegnato. Prendete nuovamente il tubo e iniziate a praticare una saldatura lungo il suo bordo superiore per rafforzarlo, provvedendo poi ad applicare (mediante nuova saldatura) la piastra stessa all'estremità del tubo, tanto da formare una sorta di contenitore provvisto di base ben resistente e salda.

46

Adesso dovrete costruire gli elementi costitutivi del vostro crogiolo in ferro. Per prima cosa si tratterà quindi di applicare al crogiolo lo speciale anello che solitamente è posizionato sul retro dell'oggetto. Per svolgere bene questa importante operazione dovrete procurarvi un nuovo pezzo di ferro e curvarlo in una delle sue estremità. Eliminato il ferro eccedente, dovrà rimanervi solo l'estremità ricurva che utlilizzerete applicandola mediante saldatura al vostro tubo. E così, anche un altro importante componente del crogiolo è stato realizzato. Siete giunti quasi al termine del vostro lavoro.

Continua la lettura
56

Ora non vi rimarrà altro da fare che passare alla costruzione della coppia di perni di cui dovrà essere provvisto il crogiolo. Due robuste viti dall'ampio diametro possono davvero fare al caso vostro. Saldate le suddette viti al crogiolo operando due fori nelle sue parti laterali. La funzione di questi due supporti è particolarmente importante perché le viti dovranno rappresentare il sostegno di cui il crogiolo ha bisogno durante la colata. Il vostro lavoro in pratica potrà considerarsi concluso. Avrete così ottenuto in pochissimo tempo e con poca spesa un crogiolo davvero perfetto, utilissimo per regolare la fuoriuscita del metallo durante una colata.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Saldate attorno al crogiolo due robuste viti per sostenerlo durante il processo di colatura

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come costruire uno scaffale in ferro

Se abbiamo bisogno di uno scaffale in ferro per posizionarlo nel nostro giardino, terrazza oppure in cantina per appoggiarvi utensili o derrate alimentari, possiamo occuparcene in modo semplice, realizzandolo con poca spesa ed in breve tempo. La realizzazione...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un gazebo in ferro battuto

La stagione calda è arrivata e ci si appresta a rendere più funzionali ed accoglienti i propri giardini per passare delle piacevoli serate in compagnia degli amici. Tuttavia, soprattutto nei casi in cui si abbia una piscina in casa, è utile avere un...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare un comodino in ferro con cassetto

Vogliamo dare sfogo alla nostra creatività e contemporaneamente realizzare qualcosa di utile per la nostra casa. Abbiamo bisogno di un comodino e vorremmo farlo noi stessi, ma senza utilizzare materili da riciclo. Vogliamo proprio partire dalle materie...
Materiali e Attrezzi

Come verniciare le sedie in ferro

Alcune vecchie sedie in ferro battuto possono essere rinnovate e rese elegantissime, proprio come delle sedie nuove dall'affascinante design, semplicemente grazie ad una colorata mano di vernice. Verniciare le vecchie sedie in ferro per dare loro un nuovo...
Materiali e Attrezzi

Guida alla manutenzione del ferro battuto

Il ferro battuto viene utilizzato spesso per arredare gli appartamenti, ad esempio per impreziosire il letto della camera da letto, per realizzare bellissimi balconi eccetera. Naturalmente, come ogni altro materiale, il ferro ha bisogno di un'accurata...
Materiali e Attrezzi

Come forare il ferro con precisione

Praticare dei fori è a volte un'impresa ardua, specie se si tratta di materiali duri come ad esempio il ferro. Tra l'altro l'operazione richiede la massima precisione e bisogna adottare alcuni accorgimenti, per cui nei passi successivi di questa guida,...
Materiali e Attrezzi

Come riciclare il filo di ferro plastificato

Il filo di ferro, conosciuto anche come ferro filato, è un materiale che non deve mancare in una cassetta degli attrezzi. Il motivo è molto semplice: può essere utilizzato per numerose applicazioni e non è assolutamente difficile usarlo. Può essere...
Materiali e Attrezzi

Come verniciare il ferro battuto

I lavori col ferro battuto, per chi ama questo antico genere e per chi se ne intende, sono vere ed uniche opere d'arte, che siano elementi esterni come ringhiere di scale, componenti e lavori per il giardino, oppure oggetti di arredamento per gli interni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.