Come costruire un distillatore per la produzione di oli essenziali

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Gli oli essenziali fanno ormai parte dell'uso comune, prevalentemente ai fini estetici. Si tratta di sostanze estratte dalle essenze di fiori e di piante, in combinazione con oli naturali. Questo tipo di essenze si può infatti solubilizzare nell'olio, ma non nell'acqua. Produrre degli oli essenziali è complesso, tanto che il loro acquisto comporta un certo costo. Per l'estrazione occorre difatti un distillatore. È comunque possibile costruire, con il fai da te, un distillatore per la produzione di oli essenziali. Fermo restando che per l'uso di questi ultimi bisogna sempre ricorrere alle disposizioni di esperti. Ecco quindi come costruire un distillatore per la produzione di oli essenziali.

28

Occorrente

  • Pentola a pressione
  • Tubo di vetro flessibile di 10 mm
  • Piccolo contenitore di vetro
  • Secchio
  • Fascetta metallica
  • Pinze
  • Siringhe da 2,5
  • Piccolo tubicino di plastica
38

Reperire i materiali

Il processo di distillazione avviene in tre fasi. Nella prima bisogna bollire le piante o i fiori scelti in una pentola a pressione. Seguono la raccolta e il raffreddamento del vapore così prodotto. Infine si procede alla separazione degli oli essenziali dal liquido aromatico. Per compiere questi tre cicli servono un serbatoio, un condensatore e un separatore. Il primo può essere una pentola a pressione, il secondo un tubo di vetro, mentre l'ultimo una semplice siringa. Infine, un secchio rappresenterà il sistema di raffreddamento del condensatore. Con questi materiali, ecco allora come costruire un distillatore per la produzione di oli essenziali.

48

Costruire il serbatoio

Inizialmente, per costruire un distillatore per la produzione di oli essenziali, bisogna eseguire dei collegamenti. Si comincia unendo il tubo alla valvola della pentola a pressione. Si tratta di una fase molto delicata, nella quale non si deve alterare la valvola di sicurezza. Bisogna dunque intervenire solo sulla valvola di esercizio. Per distinguerle, basta consultare il manuale delle istruzioni della pentola a pressione. Per "valvola di esercizio" si intende comunque quella dalla quale fuoriesce il vapore. Il collegamento si esegue infilando la valvola di sfogo all'interno di una estremità del tubo di vetro. Quindi assicurare il tutto con una fascetta. È necessario che il tubo montato formi un angolo di 90 gradi con il coperchio della pentola. Ecco pronto il serbatoio del distillatore per la produzione di oli essenziali.

Continua la lettura
58

Comporre il condensatore

Adesso si deve realizzare il condensatore del distillatore. Nel loro passaggio all'interno di questo, gli oli essenziali si trasformeranno in vapore. Poi, tramite il sistema di raffreddamento, si raccoglieranno nel contenitore di vetro. All'inizio praticare un buco sulla parete laterale del secchio, molto vicino al fondo. Il foro dovrà consentire il passaggio del tubo di vetro. Partendo dalla pentola a pressione, misurare circa 50 cm dalla sommità del tubo. Quindi ripiegare il tubo stesso verso il basso, fino al secchio. A questo punto, avvolgerlo a spirale. È il momento di farlo passare nel foro del secchio. Il foro si potrà poi sigillare con il mastice o il silicone, per evitare perdite di acqua. Dopo adagiare la spirale sul fondo del secchio. L'acqua, mentre funziona il distillatore, deve ricoprire per intero la spirale.

68

Creare il separatore

L'ultima fase per costruire un distillatore per la produzione di oli essenziali prevede la creazione del separatore. Basta munirsi di una siringa e privarla dell'ago e dello stantuffo. Quindi collegare il tubo di vetro alla siringa. In questo modo si potrà raccogliere il liquido che uscirà dal condensatore. La siringa deve collocarsi verticalmente e tale deve rimanere, con l'attacco per l'ago verso il basso. Ora collegare il tubicino di gomma nell'attacco dell'ago. Disponendo l'altra estremità nel recipiente di raccolta. Così facendo, gli oli essenziali rimarranno nella siringa. Invece l'acqua aromatica andrà nel contenitore di vetro. Per qualsiasi difficoltà nel costruire questo distillatore per la produzione di oli essenziali rivolgersi a degli esperti.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Scegliere componenti in vetro ed acciaio inox, ma non in plastica per non alterare l'olio.
  • Per la distillazione di chiodi di garofano, evitare l'alluminio ed oli contenenti fenoli.
  • Disporre in modo stabile ogni componente del distillatore.
  • Al minimo dubbio o difficoltà rivolgersi a degli esperti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come produrre un estratto di rosa

Negli ultimi tempi si sta diffondendo sempre di più l'uso di creare in casa i prodotti cosmetici. In linea con la nuova filosofia biologica, questa usanza cerca di combattere l'utilizzo della chimica nella cura del nostro corpo. Spesso infatti, anche...
Casa

Come pulire il vaso di espansione di una caldaia

Molto spesso nella nostra abitazione ci troviamo a dovere eseguire alcuni piccoli interventi di manutenzione in modo da garantire sempre il perfetto funzionamento di ogni impianto ed elettrodomestico. Tuttavia per eseguire questi interventi, molto spesso...
Casa

Come cambiare il condensatore di un generatore di corrente a benzina

Oggigiorno i generatori di corrente sono sempre più presenti e di comune utilizzo nelle nostre case, difatti esso sostituisce la corrente elettrica in caso di qualche guasto della linea. È utilissimo nelle scampagnate poiché consente di avere luce...
Materiali e Attrezzi

Come costruire una sabbiatrice da banco

La sabbiatrice da banco è un'apparecchiatura utilizzata per levigare, pulire e sagomare superfici dure. La sabbiatura viene effettuata raschiando la superficie di un qualsiasi oggetto per favorire la preparazione prima della verniciatura o dell'incollaggio....
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare un imbuto separatore

Per separare due liquidi o per fare dei distillati si ha bisogno di un oggetto chiamato "imbuto separatore". Si tratta essenzialmente di un accessorio molto utilizzato nel settore chimico, costituito normalmente da un corpo conico di vetro a forma di...
Casa

Come verificare l'integrità di un condensatore

Il condensatore è un piccolo componente presente ormai in quasi tutti i circuiti elettrici ed elettronici. Ne esistono diverse tipologie: elettrolitici, sferici, a carta o metallici. Il compito principale di un condensatore all'interno di un circuito...
Casa

Come Sostituire Gli Anodi Di Magnesio Dello Scaldabagno

Ogni componente di arredo della casa dopo un certo tempo ha bisogno di una rivisitazione oppure di una sostituzione per non intaccarne l'equilibrio, Tra gli elementi soggetti ad usura ci sono gli anodi di magnesio, cioè delle sottili sbarre che sono...
Materiali e Attrezzi

Come leggere un condensatore

Il condensatore è un dispositivo che è in grado di immagazzinare cariche elettriche per poi liberarle quando è necessario. Essi sono costituiti da due conduttori separati da un isolante, denominato dielettrico. Il Farad è sostanzialmente la quantità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.