Come costruire un elettrocalamita

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se volete costruire un elettrocalamita, seguite attentamente qualche suggerimento e provateci. Innanzitutto per realizzarla, dovreste munirvi di un filo di rame smaltato e di un nucleo ferromagnetico. Quest'ultimo potrebbe essere un grosso chiodo. Inoltre, munitevi di due cavi. Con i cavi collegherete una pila al filo di rame. Per quanto riguarda la pila utilizzate una, non molto potente, preferibilmente da 4,5 Volt. Per costruire un elettrocalamita, potreste utilizzare oggetti facilmente reperibili a casa. Oppure, se non li avete, acquistateli in un ferramenta.
Vediamo come costruire un elettrocalamita!

27

Occorrente

  • Filo di rame smaltato
  • Pila da 4,5 Volt
  • Nucleo ferromagnetico (chiodo)
  • 2 cavi per collegare la batteria
  • Nastro isolante
37

Prendete il filo di rame smaltato

Per costruire un elettrocalamita, prendete, per prima cosa, il filo di rame smaltato. Poi procedete a bloccare un primo terminale sul chiodo, usando il nastro isolante. Fatto ciò avvolgete il filo attorno al chiodo in un unico senso. Giunti a 4-5 centimetri dal punto di avvolgimento del filo, tornate indietro. Mi raccomando rispettate sempre il senso di avvolgimento. Se, ad esempio, cominciate da destra a sinistra, arrivati a quella distanza, andate da sinistra a destra sempre in senso orario. Sappiate che rispettare il senso di avvolgimento delle spire, è importante. Altrimenti, il campo magnetico potrebbe annullarsi e, quindi, non avrete più un'elettrocalamita.

47

Decidete il numero di spire da ottenere

Nel costruire un elettrocalamita, decidete il numero di spire da ottenere. Questo lo dovrete stabilire in base alla potenza che volete ottenere dall'elettrocalamita. Procedete come scritto sopra senza cambiare mai il senso di avvolgimento. Fermatevi quando avrete raggiunto il numero di spire desiderato. Una volta completata questa fase, fissate un secondo terminale col nastro isolante. Eliminate successivamente il sottile strato di lacca presente alle estremità del filo. Per eliminare tale strato, bruciatelo con un accendino. Assicuratevi che non ci sia altra lacca. Poi pulite il vostro filo dai residui che possono rimanere dal procedimento precedente.

Continua la lettura
57

Evitare surriscaldamenti della bobina

L'elettromagnete adesso è pronto per l'uso. A questo punto, collegate quest'ultimo alla pila da 4,5 Volt con dei cavi. In questo modo la corrente circolerà nell'elettrocalamita. Sul web troverete qualche utile spiegazione! Sappiate che dando corrente alla bobina il nucleo ferromagnetico si magnetizzerà. La forza magnetica sprigionata dall'elettrocalamita aumenterà con l'aumentare del numero di spire. Oppure con l'aumentare della corrente che la percorre. Tuttavia diminuirà all'aumentare della lunghezza dell'elettrocalamita da voi utilizzata. Per evitare surriscaldamenti della bobina, adoperate dei fili di rame con sezione bassa. Così avrete una buona resistenza elettrica ed un passaggio di corrente più basso.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare una elettrocalamita

A volte durante lo studio, a scuola o all'università, ci si può imbattere in materie che sono molto complesse, poiché molto ostiche. Una materia che può provocare molti problemi agli studenti che ne hanno a che fare è senza ombra di dubbio l'elettronica....
Bricolage

Come costruire un termometro ad acqua

Lo scopo di questa guida sarà quello di esplicare come costruire un termometro ad acqua. Il bello di questo esperimento è che non si ha bisogno di oggetti di difficile reperibilità, solo materiale che sarà facilmente rinvenibile, sicuramente, in casa....
Bricolage

Come costruire un caminetto

Se si vuole dare un tocco abbastanza particolare alla propria casa ed all'arredamento si può costruire un caminetto in pietra. La costruzione di un camino è molto difficile ed al tempo stesso richiede molto impegno per cui non è consigliabile agli...
Bricolage

Come costruire animali di cartone

Capita spesso di osservare i bambini giocare con i loro giocattoli preferiti, ma dopo un po' li abbandonano immediatamente. Così annoiati, chiedono agli adulti di acquistarne dei nuovi. Gli adulti, invece, potrebbero insegnare a costruire degli animali...
Bricolage

Come costruire una panchina di legno

A causa della crisi, non di rado molte persone iniziano a costruire delle cose con le proprie mani. C’è chi si crea degli abiti, chi degli accessori, chi riutilizza dei tappi di bottiglia per creare un vassoio colorato. La guida sarà particolarmente...
Bricolage

Come costruire un distillatore sopraterraneo

La distillazione consiste nel separare una miscela dai sui componenti, attraverso i vari punti di ebollizione. Costruire un distillatore non è un procedimento semplice. Esistono vari tipi di distillatori e con svariati usi. In questa guida vedremo come...
Bricolage

Come costruire una casa per le bambole

Anche se passano gli anni, le bambole sono sempre uno dei giochi preferiti dalle bambine. Un oggetto sicuramente più moderno che ad esse si accompagna è la casa delle bambole. In commercio ne esistono di tanti tipi e di varie dimensioni. In un certo...
Bricolage

Come costruire un carrello

Un carrello è di un'utilità straordinaria per lo spostamento di oggetti pesanti e di ingombro. Specialmente nella frequente azione della spesa per le necessità domestiche. Ma anche in un appartamento l'uso di un carrello può rivelarsi estremamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.