Come costruire un gazebo sulla spiaggia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chiunque sia un amante del mare, saprà certamente quanto può essere massacrante stare sotto il sole cocente: proprio per questo motivo, esistono gli ombrelloni da spiaggia, capaci di fornire un piccolo spazio ombreggiato, al riparo dal sole. Ma la zona d'ombra è molto limitata e sicuramente in molti avranno pensato di creare qualcosa che fornisca uno spazio d'ombra più ampio. La soluzione sarebbe un gazebo, in commercio né esistono molti già confezionati, ma bisogna dire che non sono molto resistenti. Nella presente guida, vi spiegherò come costruire un gazebo sulla spiaggia realizzato da voi stessi, non solo per procurarvi un po' d'ombra, ma anche nel caso in cui voleste aprire un piccolo chiosco sulla spiaggia. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • Travi e tavole di legno
  • Chiodi
  • Martello
  • Telo di nylon
  • Palme secche
36

Innanzitutto, essendo la spiaggia terreno del demanio, per qualsiasi costruzione è necessario un permesso. Recatevi quindi presso il vostro Comune di residenza, e spiegate il vostro personale progetto alla persona incaricata, descrivendo materiali usati, misure precise ed uso che ne farete. Successivamente, il Comune vi rilascerà un permesso e solo cosi potrete iniziare i lavori, altrimenti la vostra creazione risulterà abusiva, ed oltre alla demolizione della stessa, incorrerete a delle sanzioni penali molto severe. Una volta ottenuto il permesso, procuratevi tutto il materiale occorrente e cioè travi e tavole in legno, chiodi ed attrezzi vari.

46

Per prima cosa, bisogna delimitare lo spazio, sistemando 4 travi di legno nei 4 angoli del vostro gazebo. Per farlo, è necessario scavare una buca con una pala, con profondità di almeno 70 cm, quindi collocate al suo interno la prima trave e ricoprite la buca con pietre e sabbia, assicurandovi che la trave sia perfettamente dritta; stessa operazione per le restanti tre travi. Fatto ciò, prendete delle tavole di legno ed inchiodatele tra una trave e l'altra, sulla parte superiore di esse, creando così un quadrato.

Continua la lettura
56

In seguito, inchiodate altre due tavole sulla parte superiore, che vanno da una trave all'altra, formando cosi una ''x'' sul tetto. Ricoprite il tetto con un telo in nylon, fissandolo con delle fascette in plastica. Arrivati a questo punto, potete decorare il vostro gazebo con delle palme secche, fissandole con le fascette in plastica sia sul tetto, e sia sulle travi. Se lo ritenete opportuno invece, passate una mano di impregnante sul legno, in modo da proteggerlo dagli agenti atmosferici. Adesso il vostro gazebo è concluso e potrete finalmente godervi la meritata ombra. Buon lavoro!

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come verniciare un gazebo in plastica

Chi ha la fortuna di avere un giardino o un cortile fuori dalla propria abitazione spesso dispone in questi spazi aperti un gazebo, struttura architettonica utilizzata come corredo e riparo da vento, sole e pioggia. Durante la bella stagione può essere...
Altri Hobby

Come allestire un gazebo per le nozze

Idea che sta prendendo piede è quella di allestire un gazebo quando avvengono ricevimenti importanti come quello delle nozze. Le nozze sono sicuramente uno degli avvenimenti più importanti della vita e quindi si pensa sempre come poterlo organizzare...
Altri Hobby

Come fare un gazebo con i pallet

I pallet sono dei bancali in legno, con struttura a doghe, utilizzati per il trasporto delle merci. Li si può vedere nei grandi magazzini e nei centri commerciali. Ed è proprio qui che potete chiedere quelli che vi occorrono per realizzare i vostri...
Altri Hobby

Come verniciare un gazebo in legno

Il legno è il materiale più usato sia per gli interni ma soprattutto per gli esterni, in quanto va a sostituire materiali che, se esposti al sole e alle intemperie possono reagire veramente male, provocando ruggine e altri stati di rovina. Tutt'oggi...
Altri Hobby

Come organizzare una cena in spiaggia

Molto spesso la monotonia e la ripetitività caratterizzano le nostre giornate, per tale ragione possiamo decidere di organizzare qualcosa di particolare, speciale e suggestivo: ovvero, organizzare una splendida cena in spiaggia. Il mare, la sabbia, il...
Altri Hobby

Come fare una pochette da spiaggia con la fettuccia

La moda è un mondo molto affascinante e intrigante. Purtroppo però gli amanti di questo magnifico mondo non possono rimanere sempre al posso coi tempi. Questo è dovuto al fatto che non sempre i capi d'abbigliamento o gli accessori di moda si possono...
Altri Hobby

Come conservare le stelle marine raccolte sulla spiaggia

Chi di noi non rimane ammaliato dalle bellezze che offre il fondo marino e, quello che con più facilità possiamo osservare tra gli scogli! La stella marina ne è un'esempio. Questo meraviglioso echinoderma vive in tutti i mari del mondo e, a seconda...
Altri Hobby

Come costruire un riparo su un'isola

Molte volte capita di immedesimarsi, anche solo con la mente, in personaggi di serie tv, o protagonisti di libri d'avventura. Ma abbiamo mai pensato a cosa saremmo capaci di fare se ci ritrovassimo soli su un'isola deserta come il celebre personaggio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.