Come costruire un impianto di irrigazione a goccia

Tramite: O2O 17/07/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il sistema di irrigazione a goccia è la soluzione perfetta per innaffiare siepi, aiuole e piante in balcone. Il vantaggio è la comodità: una volta predisposto e programmato è capace di gestire l'irrigazione in perfetta autonomia. Non dovrete pensare a nulla, perché all'ora impostata l'impianto entrerà in azione. Siete in partenza per le vacanze? Se è così, è questo il momento più indicato per installare un piccolo impianto per le vostre piante. Leggete la guida che segue, e scoprite come costruire un impianto di irrigazione a goccia!

27

Occorrente

  • centralina
  • tubo collettore
  • raccordi
  • tubo capillare
  • gocciolatori
37

Procuratevi l'occorrente per l'impianto: programmatore con timer, tubo collettore, tubicino capillare, gocciolatori, raccordi. In commercio si trovano kit completi di tutto, per tutte le necessità e tutte le tasche. Stendete il tubo collettore nella zona che da irrigare. Se si tratta di una terrazza, collocatelo lungo il perimetro per evitare ingombri. Coperta tutta l'area, tagliate il tubo eccedente e bloccatene l'estremità recisa con un tappo di chiusura.

47

Create dei canali in prossimità delle piante. Tagliate dal tubicino capillare tanti segmenti quante sono le aree da irrigare e collegateli al tubo principale. Per farlo, praticate un foro sul tubo ed utilizzate gli appositi raccordi. Per regolare la lunghezza dei tubicini, misurate per ogni derivazione la distanza necessaria a raggiungere le piante.

Continua la lettura
57

L'ultimo elemento dell'impianto sono i gocciolatori, che si occupano di distribuire l'acqua alle piante. Montatene uno per ogni tubicino. Aggiungetene uno o più se l'area da irrigare è molto estesa. Le dimensioni dell'impianto di irrigazione a goccia variano a seconda dello spazio verde a disposizione. Una volta fissati i gocciolatori alle estremità dei tubicini, bloccateli a terra o nei vasi.

67

Il collegamento fondamentale è quello alla rete idrica. Con gli appositi raccordi fissate il tubo collettore e la centralina di programmazione al rubinetto. Potete gestire l'accensione dell'impianto come desiderate. La soluzione più comoda resta però l'impostazione del timer. Sul manuale della centralina programmatore troverete tutte le indicazioni necessarie per impostare la funzione di irrigazione automatica. Una volta fissati l'orario, resta solo una cosa da fare: testare il corretto funzionamento di ogni componente. È tutto ok? Allora potete stare tranquilli: l'impianto partirà all'ora stabilita ed ogni giorno le vostre piante avranno l'acqua necessaria per sopravvivere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come costruire un timer per l'impianto d'irrigazione

Tutti coloro che possiedono un giardino o un orto sanno bene quanto sia importante curare al meglio l'irrigazione di piante e fiori. L'acqua costituisce il primo essenziale nutrimento di tutti gli organismo vegetali ed è perciò fondamentale provvedere...
Giardinaggio

Come impiantare un'irrigazione a goccia del prato

Per chi ha un giardino con molte piante e quindi molto vasto, l'irrigazione di tutto quanto può risultare difficoltosa e lunga, come operazione.Ma ci sono dei metodi che vi semplificano la vita e vi permettono di curare il vostro giardino: in questa...
Giardinaggio

Come progettare un impianto di irrigazione

L'irrigazione costante del giardino è l'unico modo per renderlo bello e sempre rigoglioso. L'irrigazione e la manutenzione del giardino richiedono, però, molto tempo ed impegno. Quindi non tutti possono dedicarsi di persona al proprio giardino, per...
Giardinaggio

Come realizzare un impianto di irrigazione centralizzato

Per chi ha un giardino grande, un prato molto ampio, un campo o un orto dove coltiva tante specie vegetali, siano esse piante da fiore, da orto o da frutti, l'irrigazione è piuttosto complicata e richiede parecchio tempo, soprattutto se l'area da irrigare...
Giardinaggio

Come fare la manutenzione di un impianto di irrigazione

L'impianto di irrigazione è davvero molto importante per la cura e la crescita delle piante del proprio giardino, dell'orto o di altro appezzamento di terreno o siepe che necessitano di acqua in modo continuo e controllato. Attraverso infatti una corretta...
Giardinaggio

Come realizzare un impianto d'irrigazione interrato

Oggi vi spiegheremo come realizzare un impianto d'irrigazione interrato, che vi permetterà di programmare e tenere sotto controllo l'innaffiatura del vostro prato o giardino, potendo scegliere l'ora e il tempo di accensione dello stesso, con un'enorme...
Giardinaggio

Come scegliere un sistema di irrigazione

La scelta del giusto sistema di irrigazione non è semplice, in quanto i giardini possono richiedere diversi tipi di sistemi per essere innaffiati nel modo più efficace. Il tipo di terreno, la dimensione dell'area da irrigare e la quantità di saturazione...
Giardinaggio

I vantaggi dei sistemi di irrigazione a tempo

Un sistema di irrigazione a tempo utilizza un dispositivo elettrico per accendersi automaticamente in un determinato momento. Questi sistemi hanno avuto origine nei primi anni '60, allorquando erano destinati al controllo degli irrigatori a grande raggio....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.