Come costruire un impianto di microirrigazione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se sul vostro terrazzo o balcone oppure in un giardino piuttosto piccolo intendete costruire un impianto adatto all'irrigazione di piante ed aiuole, lo potete fare seguendo delle linee guida ben precise. Si tratta di un lavoro fai da te non difficile ma che esige comunque una certa accortezza. A tale proposito, ecco come procedere per costruire un impianto di microirrigazione.

26

Occorrente

  • Timer a batteria o elettrico
  • Tubo
  • Raccordi
  • Rubinetto
  • Tubi più piccoli
  • Gocciolatoi
  • Picchetti
  • Forbici
36

Acquistare i materiali necessari

Innanzitutto recatevi presso un centro fai da te o anche in un grande supermercato, e provvedete all'acquisto dei materiali necessari. Nello specifico si tratta di un timer elettrico che serve per programmare le irrigazioni in modo automatico, diverse tipologie di raccordi, due tipologie di gocciolatoi, qualche picchetto, alcuni rubinetti, un tubo di gomma e delle forbici. Con tutto l'occorrente a disposizione potete dunque iniziare il vostro lavoro.

46

Collegare il timer al rubinetto

Per prima cosa inserite la pila all'interno del timer, e collegatelo al rubinetto attraverso l'apposito attacco. Successivamente svitate il raccordo inferiore inserendo al suo posto quello acquistato appositamente. Secondo la distanza dell'area che dovete irrigare, decidete la stabilite la lunghezza necessaria del tubo e tagliatelo della misura giusta. Ora collegatelo al microcomputer e, sul capo opposto del tubo, applicate un piccolo raccordo. A questo punto procedete con la realizzazione del vostro impianto, quindi tagliate un secondo pezzo di tubo (sempre stabilendone la lunghezza che vi serve), e collegatelo ad un piccolo raccordo che avete applicato in precedenza. In questo secondo pezzetto di tubo, inserite poi un raccordo e procedete nello stesso modo costruendo la linea di irrigazione principale.

Continua la lettura
56

Inserire i gocciolatoi

Costruita la linea principale dovrete adesso provvedere ad inserire i gocciolatoi che serviranno a fornire l'acqua ai vasi e nel contempo a gestirne il flusso. Fatto ciò non vi rimane che mettere i gocciolatoi nel terriccio utilizzando i picchetti che servono principalmente a tenere abbassato il tubo d'irrigazione. In tal modo il vostro impianto di microirrigazione è pronto per essere messo in funzione e fornire la linfa vitale alle vostre piante all'alba cosi come al tramonto, specie quando non siete in casa oppure vi assentate per un lungo periodo come ad esempio in estate per le abituali vacanze. A margine di questa guida è importante sottolineare che il timer per l'irrigazione automatica è disponibile oltre che a batteria, anche del tipo da applicare direttamente al contatore generale.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Scegliere un impianto adeguato al numero di vasi

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come costruire un timer per l'impianto d'irrigazione

Tutti coloro che possiedono un giardino o un orto sanno bene quanto sia importante curare al meglio l'irrigazione di piante e fiori. L'acqua costituisce il primo essenziale nutrimento di tutti gli organismo vegetali ed è perciò fondamentale provvedere...
Giardinaggio

Come progettare un impianto di irrigazione

L'irrigazione costante del giardino è l'unico modo per renderlo bello e sempre rigoglioso. L'irrigazione e la manutenzione del giardino richiedono, però, molto tempo ed impegno. Quindi non tutti possono dedicarsi di persona al proprio giardino, per...
Giardinaggio

Come fare la manutenzione di un impianto di irrigazione

L'impianto di irrigazione è davvero molto importante per la cura e la crescita delle piante del proprio giardino, dell'orto o di altro appezzamento di terreno o siepe che necessitano di acqua in modo continuo e controllato. Attraverso infatti una corretta...
Giardinaggio

Come realizzare un impianto di irrigazione centralizzato

Per chi ha un giardino grande, un prato molto ampio, un campo o un orto dove coltiva tante specie vegetali, siano esse piante da fiore, da orto o da frutti, l'irrigazione è piuttosto complicata e richiede parecchio tempo, soprattutto se l'area da irrigare...
Giardinaggio

Come Realizzare Un Impianto D'Irrigazione A Goccia Con Bottiglie Di Plastica

Possiedi un grande terreno con tante piante da innaffiare? Sei stanco di farti venire il mal di schiena per curarle come si deve o di perdere tempo facendo continuamente la spola con i secchi? Ritieni troppo costoso installare un impianto di irrigazione?...
Giardinaggio

Come realizzare un impianto d'irrigazione interrato

Oggi vi spiegheremo come realizzare un impianto d'irrigazione interrato, che vi permetterà di programmare e tenere sotto controllo l'innaffiatura del vostro prato o giardino, potendo scegliere l'ora e il tempo di accensione dello stesso, con un'enorme...
Giardinaggio

Come realizzare un impianto di irrigazione nel giardino

Estesi, colorati, maestosi: i giardini appassionano l'uomo fin dalla fondazione delle prime antiche città; sono apprezzati per la loro estetica impareggiabile, e si integrano perfettamente con le abitazioni, capanni, palazzi, non c'è posto dove stonino...
Giardinaggio

Come costruire una serra fotovoltaica

Se abbiamo la passione per il giardinaggio e lo spazio sufficiente per coltivare piante e fiori, non c'è niente di meglio che realizzare una serra riscaldandola ed illuminandola con un impianto fotovoltaico fai da te. In riferimento a ciò, ecco una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.