Come costruire un impianto sottotraccia

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

L'impianto elettrico delle abitazioni e degli edifici in genere, riveste una notevole importanza, poiché oltre a fornire l'erogazione di corrente, necessaria al funzionamento degli apparati elettrici di ogni tipologia, fornisce anche la luce domestica e deve rispondere ad alcuni requisiti di base a salvaguardia dell'incolumità di chi vive o risiede negli edifici. Normalmente, gli impianti elettrici vengono realizzati sottotraccia e, solo in casi specifici, è richiesto l'impianto esterno alle opere murarie, avvalendosi di apposite canale di sicurezza realizzate in PVC. In questa guida, spiegherò come costruire correttamente un impianto sottotraccia. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • gessetto
  • spray
  • scalpello
  • mazzuolo
  • malta a presa rapida
  • forbice per fili elettrici
  • cercametalli
  • sonda tirafili
37

Innanzitutto, se si tratta di pareti che sono ancora in fase di creazione, i problemi saranno sicuramente minori mentre altre volte, si procede anche durante le ristrutturazioni, asportando parte dell'intonaco a mano, con mazzetta e scalpello o avvalendosi di un attrezzo elettrico, chiamato tracciatrice. Quando le pareti non possiedono ancora l'intonaco, si dovrà tracciare il percorso delle linee, con un gessetto. Il percorso dell'impianto elettrico andrà precedentemente pianificato "a tavolino", attraverso foglio e matita, studiando attentamente i punti in cui collocare le prese elettriche e gli interruttori, a secondo delle esigenze dell'appartamento e della collocazione delle stanze.

47

In seguito, prevedere i punti luce e le prese elettriche necessarie eviterà di dover riempire in seguito la casa, di prolunghe e fili penzolanti. Qualora le pareti delle stanze presentano l'intonaco, ci si dovrà procurare uno strumento chiamato cerca metalli: quest'ultimo, grazie ad un sensore, riesce ad individuare e segnalare la presenza di componenti metallici come le tubazione dell'acqua o del gas, evitando di compiere danni irreparabili. Terminato il lavoro di progettazione e dopo aver preparato le tracce e disegnato con lo spray o con il gessetto, le linee da collocare, si dovrà passare alla fase di costruzione dell'impianto.

Continua la lettura
57

Oltre alle tracce, si dovranno realizzare dei fori più profondi e larghi che dovranno accogliere il quadro elettrico e le scatole di derivazione. Quest'ultime, andranno fissate con la malta, mentre i fili elettrici, verranno fatti passare in corrugati che andranno murati nelle tracce eseguite in precedenza. Successivamente, i tubi andranno tagliati a filo delle scatole di derivazione e attraverso un'apposita guida (sonda tirafili), si faranno passare tutti i cavi elettrici. A questo punto, effettuati gli allacci, inclusa la presa a terra, l'impianto elettrico è quasi pronto: per terminare il lavoro, si dovranno montare tutte le prese elettriche e gli interruttori.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come rifare l'impianto elettrico

La nostra abitazione col passare del tempo necessita di lavori e manutenzione, poiché inevitabilmente possono presentarsi dei difetti come ad esempio all'impianto elettrico. Quest'ultimo è infatti fondamentale per il corretto funzionamento dei nostri...
Casa

Come mettere a norma un impianto elettrico

Uno dei fattori fondamentali di un'abitazione nuova o vecchia, è senza dubbio la predisposizione di un impianto elettrico abbastanza efficiente che rispetti le norme. Quando l'impianto non è a norma, è bene per la sicurezza di tutti trovare un modo...
Casa

Come progettare l'impianto elettrico

Quando ci si accinge a costruire una nuova abitazione, o semplicemente ad una ristrutturazione, uno degli aspetti che non può passare di certo in secondo piano è proprio l'impianto elettrico. La sua progettazione deve essere eseguita alla perfezione,...
Casa

Come realizzare un impianto home theatre fai da te

Se siete amanti del cinema e vi piacerebbe poter rivivere in casa vostra le emozioni coinvolgenti delle sale cinematografiche, ma non vi intendete della tecnologia adeguata, sappiate che con qualche consiglio potrete anche voi capire come realizzare un...
Casa

Come svuotare l'impianto dell'acqua in vista del gelo

In vista di grandi nevicate, di grandinate e di bassissime temperature, è sempre necessario svuotare l'impianto dell'acqua per evitare che si gelino le tubature e che si creino dei danni. Il freddo, è infatti uno dei problemi che comporta diversi fastidi...
Casa

Come aggiungere un nuovo termosifone a un impianto

Aggiungere un termosifone nuovo ad un impianto è un'operazione abbastanza semplice. Quando scegliamo di installare un certo numero di termosifoni, lo facciamo considerando alcuni fattori fondamentali, come ad esempio il salto termico e la temperatura...
Casa

Come individuare un guasto nell’impianto elettrico casalingo

Nella guida che seguirà ci occuperemo di un impianto elettrico casalingo. Nello specifico, infatti, andremo a scoprire come riuscire ad individuare un guasto nell'impianto elettrico casalingo. Lo faremo in modo graduale, passo dopo passo, per facilitare...
Casa

Come proteggere un impianto elettrico

Gli impianti elettrici sono dei particolarissimi impianti presenti all'interno di ogni abitazione, che consento la distribuzione della corrente elettrica all'interno dell'unità abitativa. Grazie a questo impianto potremo facilmente utilizzare i nostri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.