Come costruire un lavello di cemento

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nel costruire, arredare o rimodernare la casa, spesso e volentieri sottovalutiamo la scelta del lavello nella cucina, perché non consideriamo la reale importanza che ha. Esso è un elemento d'arredo importantissimo, che usiamo ogni giorno e che riduce notevolmente i tempi di lavoro di noi casalinghe. Nel prendere una decisione, dovremo prestare molta attenzione alle dimensioni, ai formati ma soprattutto al materiale. La guida che propongo oggi, ci spiegherà come costruire un lavello di cemento. La spesa si limiterà a pochi semplici strumenti e materiali, ma la realizzazione realizzata da noi ci farà risparmiare i soldi della manodopera. Procediamo!

27

Occorrente

  • Cemento
  • Cazzuola
  • Travicelli in legno
  • metro
  • livella
37

Quando inizieremo il lavoro, dovremo tener conto dello spazio che abbiamo a disposizione: il prodotto dovrà essere fatto su misura in quanto lo inseriremo ad incastro; misuriamo anche la larghezza e lo spessore della/e vaschetta/e che vorremo inserire. Un lavello doppio è sicuramente più comodo di uno singolo. Utilizziamo la cazzuola per ottenere una stesura rapida e precisa del cemento; per impastare il cemento dovremo essere abbastanza ferrati in materia o chiedere un minimo di consiglio a chi l'ha già fatto prima di noi. In commercio esiste, per esempio, il cemento a presa rapida che asciuga molto velocemente, ma il modo di impastarlo richiederà una certa sveltezza.

47

Dopo aver amalgamato tutti gli elementi, foggiamo la piattaforma e realizziamo un rettangolo, come se fosse un semplice massetto. Attendiamo l'asciugatura, dopodiché delineiamo i lati che dovranno essere alti circa quindici centimetri e larghi cinque. Se abbiamo optato per due vasche, fondiamo un'altra fila nella metà del nostro fondo, lasciando due buchi rotondi per far passare l'acqua. Per ottenere un lavabo preciso, facciamoci guidare dai travicelli in legno che delineeranno lo spazio in modo corretto. Poggiamo la livella per verificare se stiamo procedendo dritti o meno.

Continua la lettura
57

Successivamente, facciamo passare 24 ore, colleghiamo i tubi necessari, dopodiché montiamo il lavandino adatto. Sui buchi che avremo creato al centro, potremo inserire gli svuota cestini, capaci di non far scivolare pezzi spessi che potrebbero otturare i tubi e creare danni. A questo punto, dobbiamo scegliere se mantenere grezzo il nostro lavello, quindi rustico, senza alcun colore, oppure dare un tocco di vernice. Quest'ultima operazione viene chiamata "smaltatura" e permette di dare luminosità e lucentezza all'ambiente utilizzare dei prodotti specifici. Inoltre, quest'ultimi sono igienizzanti e proteggono da macchie e calcare.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come costruire un divanetto con il cemento leggero

Al giorno d'oggi la creatività è sempre più apprezzata. Sviluppare un qualcosa che sia proprio e unico, gratifica molto anche a livello personale. Grazie ad internet, chiunque può realizzare un progetto prendendo spunto dal web o seguendo dei veri...
Bricolage

Come realizzare un tavolo lavello

Se avete acquistato una casa in campagna, un casolare, o più semplicemente se l'avete ereditata, sarà senza dubbio necessario ristrutturare alcuni ambienti o loro parti, per renderla il più personale possibile. Inoltre, se siete appassionati del "fai-da-te",...
Bricolage

Come installare il lavello incassato in un piano di lavoro

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, che sono dei veri e propri appassionati del metodo del bricolage e del fai da te, a capire come poter installare il lavello incassato, in un piano di lavoro. Sono davvero in tanti coloro i quali...
Bricolage

Come montare un miscelatore al lavello da cucina

Se avete minimo di praticità nei lavori manuali ed in particolare di idraulica, potete eseguirli da soli senza necessariamente ricorrere ad un tecnico specializzato. L'importante è aver a portata di mano materiali ed attrezzi che sono indispensabili...
Bricolage

Come creare oggetti d'arredo fai da te con il cemento

Per gli appassionati del fai da te creare moltissimi oggetti che possono tornare utili per arredare la casa o semplicemente per essere usati è sempre un gran divertimento. In questa guida vi insegnerò come creare oggetti d'arredo fai da te con il cemento....
Bricolage

Come fare malta, cemento e calcestruzzo

Il calcestruzzo è una miscela di cemento, acqua, sabbia e ghiaia. La malta è una miscela di cemento, acqua, sabbia e calce. La malta è utilizzata come collante tra mattoni e blocchi di cemento oppure tra lastre di pavimentazione. Può anche essere...
Bricolage

Come Realizzare Una Cucina Con Il Cemento

La scelta di utilizzare una cucina in cemento, meglio conosciuta come cucina a muro, sta prendendo sempre più piede negli ultimi anni. Il motivo è semplice: è più economica rispetto ad una cucina tradizionale, soprattutto se si è in grado di eseguire...
Bricolage

Come preparare il cemento rapido con l'acqua

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori che sono dei veri e propri appassionati del metodo del fai da te, a capire come poter preparare il cemento rapido con l'utilizzo dell'acqua. Sono davvero in tanti coloro i quali si sono avvicinati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.