Come costruire un paraurti in vetroresina

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La vetroresina viene scelta per la sua resistenza nonostante sia un materiale artigianale e artificiale. Gli impieghi della vetroresina sono molteplici e grazie al suo foglio illustrativo, correlato da immagini, vengono spiegate passo dopo passo tutte le procedure. In base al risultato finale desiderato cambia la lavorazione della vetroresina. I metodi di lavorazione più comuni, per costruzioni o riparazioni in vetroresina, sono stampi aperti o chiusi. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo proprio come costruire un paraurti in vetroresina.

26

Acquistare il materiale

Oltre alla vetroresina, all'indurente e lo stucco servirà della carta abrasiva. Scegliamola di spessore vario in base alle diverse fasi di lavorazione previste per la costruzione del paraurti in vetroresina. Anche i pennelli serviranno di diverso spessore e grandezza. La cosa più importante è lo stampo del paraurti. Possiamo crearlo e modellarlo come preferiamo. Per prima cosa proteggiamo alcune parti dell'autovettura. Allora copriamo le ruote con del cartone. In questo modo la vetroresina non colerà durante il lavoro.

36

Procedere alla lavorazione

Fissiamo il cartone con del semplice nastro adesivo alla carrozzeria. Copriamo anche tutto il resto dell'autovettura con della carta o della pellicola trasparente. Fatto ciò possiamo procedere con la lavorazione. Ritagliamo la fibra di vetro, ricordandoci di aggiungere l'indurente, circa il 2% oppure basandoci sull'uniformità della miscela. Da questo dipende la sua capacità di indurimento. Il pennello non va usato in modo classico ma esclusivamente per tamponare la vetroresina. Lavoriamo la vetroresina sempre in un luogo molto arieggiato. Rimuovere la vetroresina, ed ogni suo residuo, dai pennelli è possibile. Basterà immergerli nell'acetone puro.

Continua la lettura
46

Rifinire il paraurti

Evitiamo di preparare il composto in grandi quantità. Finiremo per lavorare frettolosamente oppure rischieremo di far indurire il composto restante durante la costruzione del paraurti in vetroresina. La quantità di indurente utilizzato e la temperatura dell'aria ambiente determinano il tempo di asciugatura della vetroresina. Rimuoviamo il cartone e le altre protezioni dall'autovettura solamente quando la vetroresina risulta completamente indurita. Eliminiamo eventuali residui di colla con una spugna imbevuta di acqua calda. In questo modo andranno via con molta facilità. Rifiniamo il paraurti con la carta abrasiva, levigando la superficie in alcuni punti o per intero.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come costruire uno stampo in vetroresina

In casa si possono preparare degli oggettini per abbellire la stanza da letto, e non solo. Infatti se vogliamo regalare qualcosa di speciale senza spendere molti soldi, si può fare con molta semplicità. Per esempio se vogliamo realizzare un disegno...
Bricolage

Come costruire una barca in vetroresina

La costruzione di una barca in vetroresina è sicuramente una grande soddisfazione per le persone che amano questo settore. Generalmente la maggior parte delle barche viene realizzata con l'utilizzo di un miscuglio di più materiali. Una barca costruita...
Bricolage

Come costruire una vasca da bagno in vetroresina

In questa guida cercheremo di spiegarvi nel modo più dettagliato e al tempo stesso sintetico possibile come si può costruire una vasca da bagno in vetroresina, se è necessario modificare quella che avete già o se invece è preferibile acquistarne...
Bricolage

Come realizzare uno scolapiatti in vetroresina

In questo articolo, vogliamo cercare di creare con le nostre mani e grazie al metodo del fai da te, uno scolapiatti, un po' diverso dal comune. Infatti proveremo a capire come realizzare uno scolapiatti in vetroresina. Creare degli oggetti, che saranno...
Bricolage

Come tappare un buco con la vetroresina

Se abbiamo delle superfici in legno, plastica o ferro e su di esse si presentano dei buchi, possiamo utilizzare un prodotto universale e molto resistente. Si tratta infatti della vetroresina, che una volta indurita, può essere carteggiata e rifinita...
Bricolage

Come fare uno stampo in vetroresina

Molto spesso quando abbiamo bisogno di un nuovo oggetto e non riusciamo a trovare esattamente quello che desideravamo, ci accontentiamo di acquistare quello che maggiormente si avvicina ai nostri gusti. Per risolvere questo problema potremo cercare di...
Bricolage

Come riverniciare una barca in vetroresina

Le barche in vetroresina, rispetto a quelle di legno, sono leggere ed affidabili dal punto di vista del galleggiamento. Tuttavia esse richiedono periodicamente interventi di maquillage, specialmente per ridare il colore che si sbiadisce a causa della...
Bricolage

Come realizzare un tavolino in vetroresina

Nelle case capita spesso di sostituire i mobili usurati o semplicemente fuori moda; ciò che invece non sempre si fa, è decidere di utilizzarne alcuni per creare dei nuovi arredi. Ormai, volendosi dedicare al bricolage per cimentarsi nelle più svariate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.