Come costruire un semenzaio riscaldato

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando in inverno le temperature sono molto rigide, se dobbiamo riprodurre dei semi per poi piantarli nel terrapieno o in un vaso nel periodo primaverile, è importante allestire un semenzaio e munirlo di un riscaldatore. A tale proposito ecco una guida su come costruire questo funzionale contenitore e renderlo ben riscaldato.

25

Occorrente

  • Contenitore di polistirolo con coperchio
  • Punteruolo
  • Terriccio per la semina
  • Matita
  • Semi
  • Torba sminuzzata
  • Busta di plastica
  • Riscaldatore per acquario
35

Procurare un contenitore di polistirolo

Per prima cosa, ci procuriamo un contenitore di polistirolo abbastanza grande per ospitare un buon quantitativo di semi e di terriccio. Quello reperibile nei supermercati e che serve per contenere i latticini, è in questo caso ideale perché dotato di un coperchio. Premesso ciò, mettiamo a bagno i semi e poi li riponiamo di nuovo nel sacchetto di plastica. Questo accorgimento serve per fargli espellere gradualmente l'acqua in eccesso. Fatto ciò, possiamo procedere con il passo successivo.

45

Allestire il semenzaio

A questo punto con un punteruolo opportunamente riscaldato sulla fiamma, pratichiamo una serie di fori sulle pareti laterali del contenitore e precisamente a circa due centimetri dall'orlo. Fatto ciò, sul fondo adagiamo un sacchetto di plastica, e poi versiamo un primo strato di terriccio pari a circa due centimetri. Una volta compattato su tutto il perimetro, prendiamo un riscaldatore del tipo che si usa per gli acquari tropicali e reperibile nei centri specializzati per questa tipologia di allestimento. Detto ciò, lo adagiamo giusto al centro del contenitore, praticando un foro sufficiente per far passare il filo verso l'esterno (smontando la spina). Adesso possiamo versare della torba sminuzzata che durante il processo di sviluppo dei semi, servirà a favorire il drenaggio dell'acqua usata per le regolari innaffiature. A questo punto aggiungiamo dell'altro abbondante terriccio, fino ad arrivare a poco meno di un centimetro di distanza dai fori precedentemente realizzati. Terminata questa fase di allestimento del semenzaio riscaldato, non ci resta che seguire le ultime e fondamentali linee guida descritte nel passo successivo.

Continua la lettura
55

Accendere il riscaldatore

Con il contenitore praticamente pronto possiamo subito provvedere alla semina, per cui con una matita eseguiamo una serie di fori in cui inseriremo i vari semi, per poi ricoprirli con lo stesso terriccio. Per completare il lavoro, aggiungiamo un altro leggero strato di terreno, e poi procediamo con una leggera innaffiatura, adagiando infine il coperchio del contenitore di polistirolo. A questo punto, non ci resta che riporre il semenzaio in un ambiente ben preciso e al buio e accendere poi il riscaldatore, che ci consentirà di propagare i semi alla giusta temperatura anche in presenza di un freddo pungente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come costruire un portafiori in legno

In questo articolo vorrei spiegarvi come costruire un portafiori in legno. Con il legno possiamo costruire tantissimi oggetti utili e soprattutto decorativi per le nostre abitazioni. Il legno è un materiale facile da lavorare per la costruzione di oggetti...
Materiali e Attrezzi

Come costruire pupazzi con lana e polistirolo

Spesso prima delle feste di Natale si tende ad acquistare oggetti decorativi. Questi serviranno per decorare la casa. Ovviamente senza prendere in considerazione l'eventualità di realizzarli con il fai da te! Infatti, osservandoli ci si rende conto...
Materiali e Attrezzi

Come costruire uno scaffale in ferro

Se abbiamo bisogno di uno scaffale in ferro per posizionarlo nel nostro giardino, terrazza oppure in cantina per appoggiarvi utensili o derrate alimentari, possiamo occuparcene in modo semplice, realizzandolo con poca spesa ed in breve tempo. La realizzazione...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un'aspirapolvere fai da te

Se siamo particolarmente abili nel fai da te ed abbiamo molta creatività, possiamo realizzare di tutto. Per questi lavori occorrono anche alcuni attrezzi, ed un minimo di conoscenza delle regole che riguardano l'elettricità; infatti, se ad esempio intendiamo...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un portatutto in stoffa

In qualsiasi modo si organizza la casa c'è sempre qualcosa che si trova fuori posto! Tanto che, spesso i cassetti e gli armadi sono invasi di oggetti di vario tipo. Questi non trovano una dimora costante, perché spostati continuamente per dare posto...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un muro in mattoni forati

Se avete la necessità di costruire un muretto basso nel vostro giardino con i mattoni o  dividere lo spazio nello scantinato ma non volete chiamate un muratore per i costi troppo elevati,  nessun problema. Se avete un po' di manualità e esperienza...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un muretto a secco in pietra

In natura esistono materiali che consentono di costruire delle strutture utili. Tra le più utilizzati ci sono le pietre. Queste di solito vengono adoperate nell'edilizia e per le piccole opere. Infatti, con le pietre è anche possibile costruire un muretto...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un tiragraffi per gatti in 5 mosse

Se avete deciso di tenere uno o più gatti in casa, non potevate fare scelta migliore: i gatti sono animali eleganti, autonomi e spesso solitari, ma sanno regalare affetto incondizionato chiedendo in cambio solo... Una ciotola di croccantini! Sicuramente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.