Come costruire un tavolino con un ceppo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il legno è sicuramente un'ottima idea da sfruttare per arredare la propria casa. Inserire nel nostro ambiente abitativo elementi naturali ci riconnette alla natura anche se viviamo nelle grandi città, lontane dai boschi. Negli ultimi anni si sta diventando sempre più consapevoli verso la natura, e ci si pone con rispetto verso essa, perciò tendiamo a conservarla e valorizzarla. Usando il legno è possibile realizzare tantissimi componenti d'arredo di ogni dimensione. In questa guida ci concentreremo particolarmente su come costruire un tavolino con un ceppo, che potrete posizionare nel vostro soggiorno, vicino alla vostra poltrona preferita o davanti al divano.
Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • 1 ceppo di legno
  • 1 lastra di vetro
  • Lucido per il legno
36

Un ceppo di legno è una porzione di tronco d'albero che è non difficile reperire. Inoltre realizzare un tavolino usando come base un ceppo di legno fortunatamente non richiede grandi capacità, ma basta avere un po' di manualità e tempo libero. Grazie a questa modalità di realizzazione non dovrete preoccuparvi di particolari trattamenti e rifiniture, che spesso comportano grande spesa e richiedono molto tempo libero. Se desiderate un'essenza specifica di legno dovrete necessariamente recarvi presso una segheria per acquistarlo. Il suo prezzo ovviamente dipende dal tipo di legno e dal suo peso. In alternativa potete vedere se trovate un albero secco, anche pericolante, nelle vicinanze, e ricavarlo da esso. Facendo cosi anche il trasporto sarà più agevole in quanto il ceppo essendo secco pesa di meno.

46

Nelle località di montagna è molto più facile riuscire a trovare un ceppo di legno che viene lasciato a terra dopo il taglio dei boschi.
Se il ceppo recuperato non proviene da un albero secco, potrebbe accadere di dover attendere anche un anno affinché si sia asciugato. Infatti potrete procedere con i passi successivi, come può essere la sua verniciatura, solamente dopo che si sia essiccato, in quanto rischiereste di trovare con il tempo delle crepe e fessure. Una volta che è essiccato, decidere se desiderate mantenere o eliminare la sua corteccia. Se desiderate mantenere un aspetto grezzo, lasciatela, altrimenti rimuovetela per un aspetto più rifinito. Tenete a mente che se la lasciate l'aspetto del ceppo sarà irregolare e a scaglie.

Continua la lettura
56

Se decidete di scortecciare il ceppo di legno, rendendo la superficie più liscia, farete apparire anche in modo evidente le sue venature, donando personalità e originalità al tavolino stesso. Se desiderate lasciare il suo colore naturale, date due o tre passate di impregnante per il legno, o in alternativa verniciate il tutto con i colori che più vi piacciono. Infine potete mettere sulla parte superiore una lastra d vetro con un diametro simile al ceppo, oppure lasciarlo cosi com'è.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come costruire un tavolino da salotto con i Lego

Hai mai provato a costruire qualcosa utilizzando i Lego... Si? Molto probabilmente avrai dovuto giocare con tuo figlio qualche volta e proprio per questo ti sarà capito di costruire tante belle cose utilizzando questi Lego colorati. Quindi perché non...
Bricolage

Come costruire un tavolino e dei pouf da giardino con vecchie ruote

Riciclare vari materiali, significa salvaguardare l'ambiente e la nostra salute, ma anche creatività; infatti, si possono realizzare tantissimi oggetti e suppellettili di grande utilità, come ad esempio un tavolino e dei pouf da giardino utilizzando...
Bricolage

Come costruire un tavolino con libri

La passione per i libri è una cosa molto positiva: aiuta a crescere, a passare momenti piacevoli, ad evadere, a sviluppare fantasia e creatività. Chi è appassionato di lettura sicuramente ha scaffali pieni di libri, stipati come meglio può. È possibile...
Bricolage

Come costruire un tavolino con vecchi libri

Siete dei lettori accaniti ed avete una grandissima quantità di libri già letti e riletti? Fate parte di quella categoria di persone che sostiene che i libri non vanno gettati via? Avete problemi di spazio e non sapete più dove sistemarli? Niente paura!...
Bricolage

Come costruire il ripiano in parquet di un tavolino

Il tavolo è una parte importantissima d'arredo di una casa. È il luogo che oltre ad addobbare l'ambiente raccoglie tante persone intorno per passare un po' di tempo in compagnia, scherzando e ridendo, un posto potremo dire sacro in una casa.All'interno...
Bricolage

Come creare un portapenne con un ceppo di legno

Per arredare il nostro studio possiamo anche sfruttare degli oggetti inusuali, magari attingendo da un ceppo di legno che in genere utilizziamo per il camino. Questo materiale infatti, opportunamente elaborato, può risultare utile per creare un portapenne,...
Bricolage

Come costruire il cassetto ad un tavolino

Sfoggiare in qualsiasi occasione un mobilio perfetto è una prerogativa abbastanza ambita dalla maggior parte delle persone. L'arredamento delle case non solo esprime una moda oppure una tendenza, ma anche ciò che si è e come si vuole apparire. In periodi...
Bricolage

Come realizzare un tavolino usando una finestra

I punti di appoggio sono sempre troppo pochi in casa o nel giardino, quindi un tavolino può rivelarsi utile. Negli ultimi tempi però c'è la moda di arredare le case non solo con oggetti di riciclo ma secondo un preciso stile chiamato "shabby chic",...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.