Come costruire un ventilatore con la ventola del pc

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Abituati all'era del consumismo, molto spesso tendiamo a buttare via oggetti che non utilizziamo più ritenendoli inutili. Non sempre però questa decisione sfocia a nostro favore, inquanto tali prodotti apparentemente inutilizzabili, se opportunamente modificati, possono ancora tornarci molto utili riuscendo a farci risparmiare qualche soldo! Per riuscire a dare una nuova ai vari oggetti, basterà ricercare su internet fra le moltissime guide esistenti, quella che fa al caso nostro e che con semplici passaggi ci illustrerà quali sono le operazione da eseguire. In questa guida, ci occuperemo in particolare di illustrare come fare per riuscire a costruire un comodissimo ventilatore, utilizzando la ventola di un vecchio pc.

25

Occorrente

  • legno per la struttura
  • ventola da 120 mm o 80 mm
  • traformatore
  • cavo 3x1 mm quadrati
  • interruttore bipolare
35

Realizzazione della base

Per riuscire a raggiungere lo scopo prefissato in breve tempo, il primo passo da fare sarà ovviamente quello di provvedere a smontare il nostro Pc ricavandone la ventola. Fatto ciò, dovete dedicarvi alla costruzione della struttura che servirà a sorreggere la ventola fungendo oltre tutto da protezione. Per questo lavoro, il consiglio è quello di utilizzare il legno in quanto rappresenta un ottimo isolante e risulta facilmente reperibile sul mercato. Possiamo optare anche per realizzare una struttura metallica, ma questa potrebbe condurre elettricità e scaricarla in caso di contatto accidentale con le persone. La base in legno che andremo a realizzare, dovrà essere rettangolare o quadrata e dovrà essere agganciata alla ventola che in genere presenta quattro fori negli angoli.

45

Parte elettrica

Dopo avere provveduto a creare la base, dobbiamo dedicarci alla fase elettrica del nostro ventilatore. Risulta doveroso premettere che le ventole sono alimentate a 12 V, mentre la corrente di casa è a 220 V. Acquistiamo, quindi, un piccolo trasformatore in grado di soccombere a questa differenza di tensione e agganciamolo al retro della ventola, collegando i cavi. Il trasformatore a sua volta, deve essere collegato ad un interruttore che stacchi sia fase che neutro tramite un cavo di sezione adeguata. Generalmente, si tratta di interruttori bipolari, come quelli che si utilizzano negli appartamenti, facilmente reperibili presso un qualsiasi ferramenta e ad un costo veramente irrisorio!

Continua la lettura
55

Conclusione

Terminata anche la parte elettronica, basterà adempiere alle ultime piccole accortezze al fine di potere utilizzare finalmente il nostro ventilatore! Quindi, fissiamo l'interruttore e il trasformatore sulla struttura in legno portante con una calotta di protezione elettrica per isolarli ulteriormente. All'uscita dell'interruttore bipolare poniamo un cavo di adeguata sezione con conduttore giallo-verde per la terra e srotoliamo 1 metro di cavo. Alla fine del cavo attacchiamo una spina da 10 che andrà collegata alla presa di corrente. Ed il vostro ventilatore funzionerà alla perfezione!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come costruire la macchina del fumo

La macchina del fumo viene normalmente utilizzata per la realizzazione di effetti scenografici di alto impatto e per la ricreazione delle ambientazioni più disparate. Con lo svilupparsi della tecnologia, anche quest'ultima ha seguito l'evoluzione, sfruttando...
Altri Hobby

Come nascondere i cavi del pc

Al giorno d'oggi è molto difficile incontrare qualcuno che non possieda un PC. Un computer personale è strumento essenziale tanto per i lavoratori quanto per gli studenti. Chiunque può trarre vantaggio dal suo utilizzo, per comunicare col mondo, informarsi...
Altri Hobby

Come costruire una turbina idroelettrica

Cercare il modo migliore e più economico per sfruttare l'energia elettrica sembra essere diventata una mania degli ultimi tempi. Infatti molte sono le risorse alternative per rifornirsi di energia elettrica, come i pannelli solari e quelli fotovoltaici....
Altri Hobby

Come costruire un microfono

Il mondo dell'elettronica è un luogo dove l'inventiva la fa da padrone. Effettivamente, con una buona predisposizione, capacità e tanta pazienza, è possibile costruire in casa ed a costo (quasi) zero svariati oggetti di uso quotidiano. Se siete fortemente...
Altri Hobby

Come costruire giochi da tavolo

Nell'era digitale, le nuove generazioni non scelgono più i giochi da tavolo. La manualità dei ragazzi moderni si limita nella digitazione di una tastiera per pc o nel tocco degli schermi di tablet e smartphone. Riscopriamo il piacere di realizzare con...
Altri Hobby

Come costruire un riparo su un'isola

Molte volte capita di immedesimarsi, anche solo con la mente, in personaggi di serie tv, o protagonisti di libri d'avventura. Ma abbiamo mai pensato a cosa saremmo capaci di fare se ci ritrovassimo soli su un'isola deserta come il celebre personaggio...
Altri Hobby

Come costruire una chitarra elettrica

Costruire una chitarra elettrica può sembrare un compito difficile, ma in realtà se si è pratici con il fai da te è possibile realizzare una chitarra elettrica in modo semplice e veloce. In questa guida cercheremo di capire come procedere al meglio...
Altri Hobby

Come costruire un drone volante

Drone è un nome usato per definire una categoria di oggetti volanti: gli aeromobili a pilotaggio remoto (APR). Sono degli oggetti capaci di prendere il volo senza la necessità di un pilota all'interno, che lo guida da terra; oppure vengono pilotati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.