Come costruire una fornace per cuocere l'argilla

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nella lavorazione della ceramica, la cottura rappresenta una fase fondamentale; infatti, l'argilla, che ne è la base, richiede delle alte temperature il che significa intorno ai 600°C. Per arrivare a questa condizione di calore, occorre necessariamente una fornace affinché il manufatto diventi cotto al punto giusto da apparire rigido e compatto. Se dunque intendete cimentarvi in questo nuovo hobby, allora per cuocere l'argilla dovete necessariamente costruire una fornace. A tale proposito, ecco una guida su come procedere per realizzarla.

26

Occorrente

  • Recipiente metallico con coperchio
  • Martello, punteruolo, cacciavite
  • Pietre piatte
  • Pezzi di argilla umida
  • Segatura
  • Vecchi giornali
  • Caolino
36

Innanzitutto procuratevi un recipiente metallico abbastanza capiente e provvisto di coperchio. Con un punteruolo praticate tre fori in fila verticale sul fianco. Eseguite la stessa operazione sul lato opposto. Allargate poi i buchi con un cacciavite. Disponete delle pietre piatte a terra in modo da formare la base della fornace ed adagiateci sopra il contenitore. Stendete una striscia di 10 centimetri di segatura sul fondo di metallo.

46

Posate adesso delicatamente il primo strato di oggetti di argilla da cuocere ad una distanza minima di 5 centimetri l'uno dall'altro. Copriteli con 10 cm di segatura e successivamente disponete sopra di essa altri lavoretti. Continuate ad alternare oggetti e segatura fino ad arrivare a 15 centimetri dal bordo del contenitore. A questo punto, prendete dei fogli di giornale, accartocciateli grossolanamente e coprite le vostre opere. Appoggiate poi sul bordo del contenitore tre pezzi di argilla umida in modo da tener sollevato il coperchio per ventilare il fuoco. Accendete adesso i fogli di giornale con un fiammifero ed appoggiate il coperchio sui blocchi di argilla. La cottura del materiale, richiede parecchie ore, per cui soltanto il giorno dopo quando cioè dalla fornace non uscirà più fumo, allora potete sollevate il coperchio aiutandovi con delle presine da cucina, per evitare di scottarvi. Lasciate poi raffreddare i vostri manufatti in argilla e procedete poi con le finiture, quindi carteggiandoli e poi dipingendoli con i colori che meglio vi soddisfano.

Continua la lettura
56

A questo punto potete procedere con la creazione della porcellana avendo ottenuto la base in argilla. In tal caso mescolate le polveri che avete scelto e aggiungeteci il caolino ovvero un aggregante biancastro indispensabile per ottenere le porcellane. Dopo aver applicato la sostanza sulla superficie del manufatto, quest'ultimo lo cospargete di vernice lucida specifica, e poi lo inserite in un forno a gas a circa 200 gradi, oppure anche in uno elettrico alla stessa temperatura.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attendete le canoniche 24 ore prima di uscire gli oggetti dalla fornace

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come cuocere l'argilla con la polvere di legno

L'argilla dopo essere stata lavorata, cioè dopo aver creato il pezzo. Deve seguire alcuni passaggi fondamentali per dirsi finita, tali passaggi sono diversi a seconda che si voglia realizzare una terracotta grezza, o un pezzo decorato e smaltato. Il...
Bricolage

Come Costruire Un Forno A Segatura Per L'Argilla

In questa guida verrà spiegato come costruire un forno a segatura per l'argilla.Il forno a segatura è la forma più semplice e primitiva di cottura. Si deve utilizzare un bidone di ferro da 200 litri.Questo tipo di forno è adatto per cuocere pezzi...
Bricolage

Come Realizzare Una Scatola Di Argilla

L'argilla è un materiale che permette la realizzazione di tantissimi oggetti di varie tipologie e dimensioni, anche tridimensionali, poiché può essere facilmente modellata con l'aiuto dell'acqua; basterà soltanto esercitarsi un po' e impratichirsi....
Bricolage

Come realizzare un forno per cuocere la ceramica

Gli appassionati di ceramica se hanno un po' di spazio esterno a disposizione possono decidere di realizzare un forno in cui si può cuocere questo materiale. Esso può essere costruito con il metodo fai da te senza troppa difficoltà, con un buon risparmio...
Bricolage

Come Realizzare Lavori In Rilievo Sull'Argilla

La modellazione è un'attività artistica incentrata sull'uso delle mani. Esistono moltissimi utensili per lavorare l'argilla: taglierini, spugne, pennelli, fili d'acciaio, stecche di legno e così via. Insieme a questi si possono usare anche alcuni oggetti...
Bricolage

Come lavorare l'argilla

L'argilla è un materiale assolutamente versatile. Sin dall'antichità i suoi utilizzi sono stati tra i più vari, dalla cosmetica alla produzione di ceramiche. Questo perché l'argilla è un composto minerale che nel momento in cui viene idratato diventa...
Bricolage

Come Effettuare Le Prove Di Ritiro Dell'Argilla

Esiste un fenomeno che genera ogni anno ingenti danni su case, edifici e costruzioni. Questo fenomeno è quello del ritiro dell'argilla. Si rende evidente quando all'interno delle strutture argillose si manifestano delle fessure che tendono ben presto...
Bricolage

Come creare un vulcano di argilla

Molto spesso, gli insegnati delle scuole elementari impartiscono ai loro studenti delle lezioni pratiche, che permettono agli stessi studenti di apprendere al meglio le scienze. Senza ombra di dubbio, è necessario impartire lezioni teoriche, ma spesso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.