Come costruire una parete divisoria in calcestruzzo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se si desidera realizzare una parete divisoria, il calcestruzzo è davvero il prodotto ideale. Affidabile, compatto, sicuro, questo materiale è in grado di svolgere anche una corretta funzione di isolante termico. Le pareti divisorie sono ormai divenute elementi d'arredo strutturale sempre più utili, sia per rifinire un appartamento che un luogo di lavoro. In questa guida vogliamo illustrarvi come costruire una parete divisoria in calcestruzzo. Nulla di particolarmente difficile, soprattutto se vi atterrete alle indicazioni qui riportate. Vediamo come procedere.

26

Occorrente

  • Blocchi di calcestruzzo, matita, collante, cazzuola, spatola.
36

Segnare la posizione della parete

Preparatevi dunque alla costruzione della parete effettuando una serie di operazioni preliminari per meglio organizzare il vostro lavoro. Per prima cosa sarà necessario segnare la posizione nella quale vorrete sistemare il blocco divisorio. Segnate dunque le tracce, sia lungo il pavimento che sopra al soffitto. Ricordatevi di prevedere anche dove vorrete collocare gli stipiti della porta e iniziate a costruire la scanalatura. Questa va formata con un utensile che sia in grado di scavare e togliere le schegge del muro. Eliminate i residui che si saranno venuti a formare e proseguite nel modo che segue.

46

Utilizzare un collante

Preparata dunque l'ossatura della parete divisoria, dovrete in secondo luogo approntare la posa. Per far ciò dovrete formare un collante che sia in grado di legare assieme i vari blocchi dei quali sarà composta la vostra parete. Vi ricordiamo che il collante si può preparare anche in casa ma che, per ragioni di tempo e praticità, questo è in vendita anche già formato nei migliori negozi specializzati per lavori in muratura. Quindi il consiglio è quello di acquistare il prodotto già formato e di stenderlo lungo i lati del blocco in calcestruzzo, iniziando da quelli che dovrete porre lungo il pavimento.

Continua la lettura
56

Sistemare gli altri blocchi

Ricordatevi, dopo aver deposto il collante, di renderlo piatto con l'aiuto di una spatola. Solo dopo aver effettuato questa importante operazione, passate alla sistemazione degli altri blocchi, uno sopra l'altro, seguendo sempre le modalità descritte per la sistemazione del primo elemento. Terminata la parete la si dovrà ancorare al muro, verificando la sua stabilità. Se necessario infine, pitturate la parete secondo quelli che sono i vostri gusti. Ecco realizzata, in poco tempo, una parete in calcestruzzo davvero degna del muratore più esperto! Davvero ideale per dividere due ambienti attigui e per completare così nel migliore dei modi l'arredamento della vostra casa o del vostro ufficio.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Dopo aver posto il collante per unire i vari blocchi in calcestruzzo, ricordatevi di appiattirlo perfettamente con l'aiuto di una spatola.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Consigli per migliorare la resa del calcestruzzo

Effettuare alcuni lavori di casa senza l'aiuto pratico e la consulenza teorica di un esperto del settore può rivelarsi, certamente, un'impresa particolarmente complessa, difficile e rischiosa: costruire pareti o muretti utilizzando il calcestruzzo, ad...
Materiali e Attrezzi

Come fare la colata di calcestruzzo all'interno di una cassaforma

Al momento di costruire qualcosa vi sono diversi elementi che bisogna prendere in considerazione e tra questi vi sono le parti strutturali. Queste possono essere le fondazioni, i pilastri, le travi, i setti murari e tanto altro ancora, che se vengono...
Materiali e Attrezzi

Come fare il calcestruzzo

Il calcestruzzo è uno dei materiali da costruzione più utilizzato sia per parti strutturali che per elementi decorativi. La sua particolare composizione, che analizzeremo successivamente, conferisce al calcestruzzo una elevata resistenza a compressione...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un porta dischi in vinile da parete

I dischi in vinile anche se appartengono ad un'altra epoca, dove la tecnologia era ancora analogica, sono tutt'ora molto ricercati. Il fascino del vinile non è apprezzato solo da persone con una certa età, ma anche da giovani intenditori di musica che...
Materiali e Attrezzi

Come gettare il calcestruzzo premiscelato in modo corretto

Quando si parla di calcestruzzo, la memoria si ricollega immediatamente al calcestruzzo romano. Questa tecnica costruttiva antica utilizzava malta e pietre per realizzare delle strutture murarie molto resistenti alla compressione. Al giorno d'oggi il...
Materiali e Attrezzi

Come impastare il calcestruzzo

Il calcestruzzo è un aggregato di sabbia, ciottoli, ghiaia uniti al cemento reso morbido dall'aggiunta di acqua. Si presta a diversi tipi di lavorazione, dalle rifiniture edili alle fondazioni. Come impastare il calcestruzzo? Per impastare il calcestruzzo...
Materiali e Attrezzi

Come migliorare la resa del calcestruzzo

In edilizia, il calcestruzzo è un materiale di cui si fa largo uso. Si tratta di una miscela di più materiali che, in base alle proporzioni, può essere più o meno robusto. Ciò lo rende certamente un prodotto versatile, adatto a diversi contesti e...
Materiali e Attrezzi

Consigli d'uso del calcestruzzo

Il calcestruzzo è uno dei materiali più utilizzati nella moderna edilizia. Tecnicamente esso è un cosiddetto "conglomerato", composto da acqua, legante (di solito il cemento), ghiaia, sabbia e ulteriori, eventuali, aggiunte, che ne modificano le caratteristiche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.