Come costruire una saldatrice a punti

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

A volte i propri hobby sono fare degli interventi di riparazione in casa, nel garage oppure in giardino. In molti casi occorre un attrezzo per saldare il ferro: la saldatrice a punti. Quest'ultima è composta da due chiodi che posti uno sull'altro generano calore e consentono di fondere le parti da saldare. Per evitare di comprarne una di tipo professionale il cui costo si aggira intorno ai 900 euro si può anche decidere di realizzarla con il metodo fai da te. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come costruire una saldatrice a punti.

24

Materiale

La prima cosa da fare per costruire questo oggetto è quella di procurarsi una scatola di compensato con uno spessore di almeno 1 cm. Essa deve essere dotata anche di un coperchio a cui successivamente bisogna fare dei fori per far circolare l'aria necessaria per il corretto funzionamento della ventola di raffreddamento. Sulla scatola vanno posizionati sia l'interruttore di accensione/spegnimento che il punto di ingresso del cavo di alimentazione. A questo punto bisogna realizzare una pinza di sostegno, quella che si utilizza per i morsetti della batteria per auto.

34

Montaggio

La parte inferiore deve essere fissata sulla scatola; per quella superiore bisogna utilizzare una cerniera che dà la possibilità di avere l'apertura e la chiusura tra i due elettrodi. Un metodo abbastanza economico per la costruzione di una saldatrice a punti è quello di sfruttare l'utilizzo di un vecchio microonde, precisamente un suo componente: il trasformatore. Quest'ultimo consente di trasformare la corrente di casa da 220 Volt in una con un bassissimo voltaggio e con un alto amperaggio. Prima di inserirlo nella scatola si deve modificare; bisogna sostituire l'avvolgimento secondario del trasformatore con un cavo di rame da un diametro di 1 cm. Ultimata questa operazione si può effettuare il suo montaggio nella scatola insieme alla ventola di raffreddamento del vecchio microonde.

Continua la lettura
44

Collegamento fili

A questo punto bisogna occuparsi dei collegamenti all'interruttore ed alla presa di corrente. Al termine di questo lavoro si deve chiudere definitivamente la scatola con delle semplici viti a legno. L'ultimo passaggio è quello degli elettrodi; per la loro creazione è opportuno utilizzare due bulloni affilati. Dalla scatola devono uscire i due cavi dell'avvolgimento secondario che bisogna fermare al supporto scelto. Adesso la saldatrice a punti è pronta per l'uso e quindi è possibile fare qualsiasi intervento di riparazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come utilizzare la saldatrice a filo

La saldatrice a filo si differenzia da quella a gas, perché possiede un nucleo per proteggere la saldatura dall'ossidazione durante il raffreddamento. Inoltre l'apparecchio, può essere facilmente utilizzato in spazi all'aperto, perché il flusso...
Materiali e Attrezzi

Come Unire Il Ferro Con La Saldatrice Ad Arco

I metalli presenti in natura, o ricavati dalla fusione di più elementi metallici lega), sono molteplici. In relazione alla tipologia di metallo, si avrà un punto di fusione differente ed in relazione a questo, andranno utilizzati metalli di saldatura...
Materiali e Attrezzi

Come regolare la saldatrice a filo

Al giorno d'oggi, esistono tantissime tipologie di saldature, e vanno dalle saldature più classiche a quelle più articolate. Abbiamo quelle classiche come la ossiacetilenica, o ad elettrodo rivestito. Oppure quelle più complesse, come quella a laser...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare una saldatrice in sicurezza

Il mondo del lavoro è costituito, da come ben sapete, da tantissimi attrezzi che contribuiscono alla realizzazione di ciò che si sta costruendo o progettando. Senza di essi tanti mestieri non si potrebbero svolgere, proprio perché necessitano del loro...
Materiali e Attrezzi

Saldatrice a elettrodo: consigli per l'uso

La saldatura a elettrodo è sicuramente una delle più usate al mondo, sia per la sua grande versatilità, sia per i costi contenuti delle apparecchiature necessarie.La saldatrice a elettrodo può essere usata per svariate lavorazioni, e saldature su...
Materiali e Attrezzi

Come Preparare Al Lavoro La Saldatrice Elettrica Ad Arco

La saldatura elettrica ad arco viene impiegata in particolare nell'edilizia ed in meccanica per lavori di precisione. Avviene ad alte temperature (circa 3000°C) e per tale motivo richiede cautela e strumenti di protezione personale adeguati. Questa tecnica...
Materiali e Attrezzi

Come regolare la saldatrice ossiacetilenica

Una saldatrice ossiacetilenica è appunto una saldatrice che riesce a fondere il metallo, e di conseguenza unire o tagliare, in base alle necessità, grazie alla fiamma che si crea mescolando tra loro l'ossigeno e l'acetilene. L'acetilene è il combustibile,...
Materiali e Attrezzi

Come costruire uno scaffale in ferro

Se abbiamo bisogno di uno scaffale in ferro per posizionarlo nel nostro giardino, terrazza oppure in cantina per appoggiarvi utensili o derrate alimentari, possiamo occuparcene in modo semplice, realizzandolo con poca spesa ed in breve tempo. La realizzazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.