Come costruire una sedia con i bancali

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I bancali solo quelle pedane da carico, solitamente di legno. Vengono per lo più utilizzati per trasportare merce con un grande volume. Essi sono composti da semplicissimi assi di legno non molto pregiato. Dopo un po' di tempo possono presentare notevoli segni di usura e quindi si devono necessariamente sostituire con bancali nuovi. Quelli vecchi comunque possono essere riutilizzati in maniera creativa. Possiamo dare nuova vita ai bancali vecchi trasformandoli in altri elementi. In questa guida avremo l'opportunità di vedere come poter costruire una semplice sedia con i bancali.

26

Occorrente

  • 2 bancali di legno
  • 1 martello
  • 1 sega
  • 1 metro
  • Avvitatore elettrico
  • Carta vetrata o smerigliatrice.
  • Viti in acciaio per legno
36

La difficoltà nella realizzazione di una sedia con un bancali non è poi così elevata. Soprattutto se si possiede una certa manualità per questo genere di lavori. Bastano poco più di due ore per dare libero sfogo alla propria creatività. Quindi per prima cosa dobbiamo necessariamente smontare il bancale. Prestiamo molta attenzione a rimuovere tutti i chiodi da ogni stecca di legno che otterremo. A questo possiamo carteggiare tutti gli spigoli vivi e i bordi grezzi con la carta vetrata o mediante l'ausilio di una levigatrice. Predisponiamo sei doghe di legno di circa 60 centimetri per realizzare la seduta. Per lo schienale della sedia invece dobbiamo tagliare quattro stecche da circa 56 centimetri. Mentre serviranno altre due doghe da 70 centimetri per le gambe. Tagliamo anche due pezzi da 48 centimetri, altri due da 30 centimetri con un angolo di circa 16 gradi e infine due cubi da 10 centimetri per lato.

46

Concentriamoci sulle gambe della sedia. Fissiamo quindi i due pezzi da 30 centimetri con un inclinazione a 16 gradi all'estremità delle gambe, con la parte inclinata che poggerà a terra. Sfruttiamo i cubi e un'altra stecca da 56/60 centimetri per realizzare un telaio solido. Fissiamo i pezzi con i chiodi per legno o un trapano. Ora possiamo finalmente iniziare la collocazione delle doghe per la seduta. Quindi disponiamole cinque in fila, evitando un'eccessiva distanza tra le stesse. Fissiamo le doghe con i chiodi. Assembliamo ora i pezzi di bancale per lo schienale, cominciando da quelli da 48 centimetri.

Continua la lettura
56

Quindi colleghiamo un'asta da 56 centimetri con i due pezzi da 48 centimetri. Fissiamone altre due di sotto della prima, con l'aggiunta di un'altra sul retro per consolidare il tutto. Fissiamo la base dello schienale alle gambe della nostra sedia. Cerchiamo di restare in questa fase perpendicolari alla base. Fissiamo la sesta doga relativa alla seduta, dietro lo schienale. La sedia è finalmente pronta all'uso. La si dovrebbetrattare con vernici resistenti agli agenti atmosferici, qualora la dovessimo utilizzare all'esterno.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima della realizzazione dello schienale della sedia, potete verniciare i due bancali del colore che preferite

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come regolare una sedia per ufficio

Ci sono persone che riescono a stare comodamente sedute persino su una panca di legno o su un gradino di cemento e, se devono riposarsi un poco, può andare bene anche un semplice sgabello. Ma quando si lavora in ufficio, rimanendo diverse ore fermi su...
Materiali e Attrezzi

Come riparare una sedia girevole cigolante

Le sedie girevoli sono un elemento indispensabile in ogni ufficio. Con l'avvento del computer anche in casa, allora è diventata un elemento molto presente anche nelle stanze degli studenti o di coloro che lavorano nella propria stanza. Non c'è nulla...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un telaio per tessitura

La tessitura è un'attività artigianale che unisce profonde radici storiche, che sconfinano nel mito, all'incanto della creazione. Racconta la storia dei luoghi in cui si pratica. Permette di realizzare a mano tappeti, sciarpe, borse, coperte o maglie....
Materiali e Attrezzi

Come costruire un portafiori in legno

In questo articolo vorrei spiegarvi come costruire un portafiori in legno. Con il legno possiamo costruire tantissimi oggetti utili e soprattutto decorativi per le nostre abitazioni. Il legno è un materiale facile da lavorare per la costruzione di oggetti...
Materiali e Attrezzi

Come costruire pupazzi con lana e polistirolo

Spesso prima delle feste di Natale si tende ad acquistare oggetti decorativi. Questi serviranno per decorare la casa. Ovviamente senza prendere in considerazione l'eventualità di realizzarli con il fai da te! Infatti, osservandoli ci si rende conto...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un'aspirapolvere fai da te

Se siamo particolarmente abili nel fai da te ed abbiamo molta creatività, possiamo realizzare di tutto. Per questi lavori occorrono anche alcuni attrezzi, ed un minimo di conoscenza delle regole che riguardano l'elettricità; infatti, se ad esempio intendiamo...
Materiali e Attrezzi

Come costruire uno scaffale in ferro

Se abbiamo bisogno di uno scaffale in ferro per posizionarlo nel nostro giardino, terrazza oppure in cantina per appoggiarvi utensili o derrate alimentari, possiamo occuparcene in modo semplice, realizzandolo con poca spesa ed in breve tempo. La realizzazione...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un portatutto in stoffa

In qualsiasi modo si organizza la casa c'è sempre qualcosa che si trova fuori posto! Tanto che, spesso i cassetti e gli armadi sono invasi di oggetti di vario tipo. Questi non trovano una dimora costante, perché spostati continuamente per dare posto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.