Come costruire uno scaffale per il vino da collezione

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Per gli amanti del fai da te, realizzare uno scaffale è un lavoro facile e che richiede solo i materiali e gli attrezzi giusti per la costruzione. D'altra parte lo scaffale non è un oggetto molto ingombrante in casa ed è collocabile in un angolo nel caso non dovesse più servire. Gli scaffali si mostrano particolarmente utili per la conserva di oggetti da collezione, specie se questi sono abbastanza grandi. Nella seguente guida in particolare vedremo come costruire uno scaffale per il vino da collezione.

26

Materiale

Per costruire uno scaffale per il vino da collezione è fondamentale equipaggiarsi di tutto il materiale necessario. Tra questi bisogna comprare 32 listelli quadrangolari di abete, di dimensioni 27x27cm e lunghi 250mm con gli spigoli leggermente arrotondati, poi 48 tondini di 8mm di diametro e 85mm di lunghezza, mentre altri 8 tondini devono avere sempre 8mm di diametro ma lunghezza pari a 730mm. Per il fissaggio delle componenti occorrono, invece, alcuni metri di spago oltre che della colla.

36

Costruizione

Procedere dunque forando diagonalmente i listelli quadrangolari da spigolo a spigolo, circa a 22mm di distanza dall'estremità. Per questo va usata una punta con spina di centraggio in modo che ogni listello presenterà 4 fori ad ogni estremità. Nel momento della foratura dei listelli, con l'attrezzo sul supporto a colonna, questi vanno sistemati in una guida ricavata da un'assicella. Prima di forarli, tuttavia, gli spigoli vanno ben smussati con la lima nella zona del foro. Per la composizione dello scaffale si inizia con uno dei fianchi e le misure dello scaffale dovranno essere 725x333x250mm. Si inseriscono quindi gli 8 listelli quadrangolari forati in due tondini lunghi in modo che la distanza dallo spigolo superiore a quello inferiore di due listelli successivi risulti di 100mm.

Continua la lettura
46

Fasi finali

Con il secondo foro si inserisce la colla e si prosegue collocando gli elementi trasversali iniziando dal fianco. Le traverse, invece, si fissano verticalmente mediante i tondini. Distanze e angoli retti vengono controllati con altri tondini. Per rendere stabile lo scaffale per il vino da collezione occorre legare con pezzi di spago a forma di croce e, solo dopo la legatura, continuare montando e incollando la parte successiva. Una volta terminata la composizione, quando la colla avrà fatto sicuramente presa, togliere lo spago e tagliare le parti eccedenti dei tondini verticali. Lo scaffale per il vino da collezione può essere usato sia verticalmente che orizzontalmente.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come costruire uno scaffale nel muro

Al fine di sfruttare anche i più piccoli spazi della nostra abitazione, possiamo avvalerci di soluzioni pratiche e facili da adottare. Può infatti capitare di possedere poco spazio per un nuovo mobile, ma potremo realizzare delle scaffe sul muro sul...
Casa

Come costruire uno scaffale con i pallet

Il termine internazionale pallet, in italiano paletta (o più specificamente paletta di carico) e definito in forma colloquiale anche come pedana, pancale o bancale, è un'attrezzatura utilizzata per l'appoggio di vari tipi di materiale, destinati ad...
Casa

Come eliminare il vino rosso dai tessuti

L'Italia è di certo la patria del vino, dato che propone tantissime tipologie di vini bianchi e rossi. Dunque a tavola non può mai mancare il vino per accompagnare i pasti. Ma il vino rosso è il peggior nemico dei tessuti. Infatti una macchia di vino...
Casa

Come costruire scaffali

L'arte del fai da te è un mestiere ormai per molti superato e dimenticato. Con il diffondersi di tutte le grandi multinazionali e le industrie, infatti, nessuno ha più voglia di prendere un trapano e una motosega per lavorare il legno come si faceva...
Casa

Come decorare le bottiglie di vino

Il fai da te è un ottimo metodo per poter risparmiare soldi affidandosi alla propria fantasia e manualità. Le bottiglie in vetro sono l'elemento ideale per poter realizzare dei prodotti belli ed originali da vedere, come per esempio dei vasi per i fiori....
Casa

Come costruire una scrivania

Molte persone, dedicandosi alla tecnica del fai da te, riescono a realizzare non solo delle decorazioni per arricchire l'ambiente domestico e dare personalità ad esso ma anche a costruire dei veri e propri mobili. Nonostante serva qualche competenza...
Casa

Come costruire un presepe con cascata in modo semplice ed economico

Con l'avvicinarsi del Natale arriva anche il momento di costruire il presepe che è un simbolo del periodo delle feste. Alcuni tra voi si dedicheranno a costruire il loro presepe dove non può mancare il fiume con la cascata. Eccovi quindi qualche suggerimento...
Casa

Come costruire un pollaio con materiali di recupero

Se abbiamo un ampio giardino ed intendiamo installare un pollaio, non è necessario spendere molti soldi per realizzarlo. È infatti possibile optare per materiali di recupero, utilizzando qualche attrezzo da taglio, collanti e chiodi. Nella seguente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.