Come creare braccialetti con la carta

Tramite: O2O 05/10/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando frequentavo la scuola elementare avevo una maestra che amava insegnarci a costruire utensili e oggetti decorativi a partire da materiali di scarto: il suo intento era quello di aiutarci a sviluppare creatività e insegnarci che a volte buttiamo cose che potrebbero tornarci utili. Costruendo oggetti decorativi partendo da materiali di scarto possiamo anche ottenere dei braccialetti molto belli e adatti per molte occasioni. Ecco una guida che vi insegnerà come creare braccialetti con la carta.

25

La preparazione dei materiali

Tra il materiale di cancelleria che abbiamo in casa, molto spesso ci sono oggetti che non ci servono più, ma che possono tornare utili per i nostri braccialetti. Tra questi dobbiamo cercare della colla vinilica, delle forbici, delle riviste varie, dei fogli di carta e un pennello. Una volta fatto questo, prendiamo i fogli di carta e stendiamo la colla vinilica su tutta la superficie con il pennello; dopo ci incolliamo sopra le riviste ritagliate a strisce. Una volta attaccate le strisce, stendiamo un altro velo di colla vinilica con il pennello e lasciamo asciugare. Chi volesse può anche munirsi di un secondo pennello, un piattino di carta e della tempera di colore nero e marrone.

35

L'intreccio della carta

Quando la carta è asciutta, tagliamo i fogli ottenuti in strisce lunghe almeno quattro centimetri e larghe non meno di un centimetro. Ottenute le strisce, le ripieghiamo facendo combaciare gli opposti. A questo punto possiamo decidere se colorare le strisce con la tempera per dargli l'aspetto di finto cuoio o lasciarle così. Se volessimo pitturarle, stendiamo prima uno strato di tempera nera e poi un altro di tempera marrone cercando di non ottenere una superficie uniforme, ma increspata. Ottenute le striscette nel modo che preferiamo, le incolliamo a coppie di due a livello dell'angolo che si è formato dopo che sono state ripiegate. Una volta intersecate le coppie, le incolliamo tra di loro fino a formare un bracciale.

Continua la lettura
45

la composizione e la rifinitura

Una volta ottenuto un bracciale abbastanza lungo per essere indossato, possiamo decidere di stendere un altro strato di colla vinilica o aggiungere altre striscette per modificare la composizione: in questa fase ognuno è libero di ottenere il risultato che vuole a seconda del gusto personale. Una volta che si è ottenuto il braccialetto desiderato, va nuovamente cosparso di un leggero strato di colla vinilica e chiuso. A questo punto bisogna solo aspettare che tutto sia asciutto per poter finalmente indossare il braccialetto di carta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come realizzare braccialetti di lana

Per chi vuole creare dei semplici e graziosi gioielli fatti a mano, i braccialetti realizzati con la lana sono davvero facilissimi da riprodurre. Questi gioielli fatti con la lana, sono estremamente versatili e potrete adattarli a varie combinazioni di...
Altri Hobby

Come creare braccialetti con i bastoncini del gelato

Abbiamo voglia di dare libero sfogo alla nostra fantasia e vogliamo impiegare il nostro tempo libero creando qualcosa di veramente speciale con le nostre mani senza spendere soldi? In caso affermativo, un'idea è quella di approcciarsi all'arte del riciclo...
Altri Hobby

Come usare il telaio per fare i braccialetti

L'arte di sapersi fare le cose da soli rappresenta, in qualsiasi settore, un'emozione appagante, oltre che divertente e piacevole. Nel campo dei gioielli (orecchini, braccialetti e collane) le mode si sono susseguite, ma quasi sempre hanno avuto un filo...
Altri Hobby

Come creare dei braccialetti con la tecnica del kumihimo

Eccoci catapultati nel Giappone antico, al tempo dei samurai e delle geishe, quando i loro abiti venivano ornati attraverso sofisticate tecniche, tra cui anche quella del kumihimo. Storicamente veniva utilizzato, per realizzare questi particolari intrecci...
Altri Hobby

Come creare dei braccialetti di cotone e perline

Se tra i vostri hobby preferiti avete quello dell'arte orafa, potete creare dei raffinati braccialetti utilizzando delle perline e del filo di cotone. Per assemblarli, c'è la possibilità di adottare almeno un paio di metodi entrambi facili e funzionali,...
Altri Hobby

Come rivestire un oggetto con la carta di riso

La carta di riso è un tipo di carta leggera, resistente ed assorbente e per questo motivo viene utilizzata per numerose applicazioni di découpage, hobbistica e scrapbooking. Proprio in base alla sua capacità di assorbimento, questo tipo di carta veniva...
Altri Hobby

Come creare dei fiori in carta di riso

Il Washi (chiamato anche carta di riso), è un tipo di carta utilizzata in Giappone; si tratta di carta fatta a mano, di buona consistenza, resistente e anche traslucida. La sua buona consistenza permette a questa carta di essere utilizzata in molte applicazioni,...
Altri Hobby

5 modi per invecchiare la carta

Da quanto tempo non scrivete una lettera con carta e penna? Scrivere lettere è ormai sempre più raro e, se alle volte ancora si ricorre a questa antica usanza, la lettera viene redatta al computer ed inviata tramite messaggio di posta elettronica. Eppure...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.