Come creare dei centrini particolari

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Uno degli hobby maggiormente praticato, soprattutto da donne più o meno giovani, è il ricamo. Ragazze e signore di tutte le età passano spesso le loro ore libere a ricamare e creare splendidi centrini. È incredibile quanti, in quanti modi e con quanti materiali si possano creare. Esistono infatti svariate tecniche e "punti" che caratterizzano le maglie dei prodotti ricamati ma in realtà di ultima tendenza è anche l'utilizzo di materiali molto diversi tra loro. In questa guida vi spiegherò come fare tre tipi particolari di centrino, ovvero di corda, in iuta e di carta paraffina.

27

Occorrente

  • una corda sottile
  • gommalacca
  • amido
  • forbici
  • colori a tempera
  • carta paraffina
  • uno spillo/colla
  • un paio di sacchetti di iuta
  • carta colorata
  • ferro da stiro
37

Il primo centrino che verrà spiegato sarà quello realizzato in corda. La prima cosa che dovrete fare è quella di mettere a bollire dell'amido di riso in due dita d'acqua. Una volta portato il tutto a bollore, spegnete la fiamma e lasciate raffreddare. Adesso stendete un foglio di carta paraffina sul quale poi lavorerete. Tagliate un pezzo di corda della lunghezza di due metri. Quando l'amido si sarà leggermente raffreddato (fate attenzione che sia ancora mediamente caldo) immergetevi dentro la corda per qualche secondo. Tiratela fuori e riponetela sulla carta paraffina; fatene un rotolo piatto badando che ogni giro di corda resti ben appoggiato sul piano.

47

Quando la corda è tutta avvolta come per creare una grande spirale, fermate il capo con uno spillo per impedire che si riapra il rotolo. Appena la corda sarà asciutta, staccate la carta paraffina e il centrino sarà pronto. È possibile sostituire lo spillo con una goccia di colla. Decorate adesso il centrino con colori a tempera e stendete su entrambi le parti la gommalacca. Questa eviterà di rovinare il disegno del centrino.

Continua la lettura
57

Il secondo che proponiamo è il centrino in iuta. Procuratevi un paio di sacchetti di iuta e tagliateli in pezzi della grandezza di un centrino. Dipingete un disegno sullo stesso utilizzando dei colori a tempera diluiti in acqua. Quando il disegno che avete creato risulterà asciutto, vi basterà passare sul centrino diverse pennellate di gommalacca anche qui per "sigillare" il decoro e renderlo più resistente. Se volete, potete sfilare da ogni lato del centrino due o tre fili in modo da ottenere le frange.

67

Il terzo centrino sarà quello di carta paraffina. Prendete due fogli di carta paraffinata abbastanza grandi. Procuratevi anche della carta colorata e ritaglia da quest'ultima dei tondi, dei quadrati e altre figure geometriche. Inseritele tra i due fogli di carta paraffinata e a questo punto, con un ferro da stiro caldo, stira la carta paraffina. Il calore salderà i due fogli con le figure nel mezzo e il centrino può ritenersi già pronto. Per completare l'opera, potrete ancora ritagliate con delle forbici i bordi del centrino sagomandoli a vostro piacimento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come fare delle bomboniere con dei centrini all'uncinetto

Realizzare degli oggetti con le proprie mani è un passatempo molto divertente. Inoltre, gli oggetti artigianali sono particolari ed unici. Se siete bravi nell'uso dell'uncinetto, questa pratica guida vi insegnerà a fare delle bomboniere con dei centrini...
Cucito

Come realizzare un runner con i centrini di pizzo

Se in casa avete una serie di centrini di pizzo ed intendete riciclarli in qualche modo, potete farlo creando un runner. Si tratta in sostanza di una sorta di collage, in modo da creare un unico elemento lungo, dall'effetto decorativo particolare e soprattutto...
Cucito

Idee per riciclare dei centrini

Chi di noi non ha almeno un centrino della nonna a casa? Se l'idea di tenerli come dei prendi polvere non vi attira, in questa guida vi indicherò alcune idee per riciclare dei centrini. Ogni oggetto può essere riutilizzato in altri modi e questi tessuti...
Cucito

Come realizzare dei centrini rotondi

I centrini rotondi possono essere utilizzati in diversi modi, come dei sottobicchieri, dei sottopentola, dei centrotavola oppure semplicemente come centrini di arredo, all'interno di una casa o anche di un ufficio. I centrini, possono essere realizzati...
Cucito

Come stirare centrini e ricami

A volte capita di dover lavare e stirare un centrino di pizzo, una tovaglia ricamata che è stata realizzata dalle mani abili e pazienti di una zia oppure delle lenzuola merlettate dono del corredo da sposa. In questo tutorial vengono dati alcuni utili...
Cucito

Come Realizzare Delle Particolari Nappine Interamente In Stoffa

All'interno della presente guida andremo a occuparci di Nappine. Nello specifico, come avrete potuto comprendere attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come Realizzare Delle Particolari Nappine Interamente...
Cucito

Come irrigidire un centrino all'uncinetto

L'uncinetto è uno strumento utilissimo per realizzare un'infinità di creazioni decorative: coperte, borse, costumi da bagno, abiti e cappelli, ma anche manufatti particolari, come bomboniere, centrini e orecchini. In questo caso si tratta di prodotti...
Cucito

Come realizzare un centrino con la tecnica del chiacchierino

Il chiacchierino rappresenta una tecnica che viene utilizzata per realizzare graziosi lavori a mano, come ad esempio centrini, pizzi, merletti, tovaglie o addirittura collane. Molto in voga a metà del secolo scorso, questa tecnica è divenuta oggi un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.