Come creare il piano di un lavello su un mobile

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se sei un appassionato di bricolage, creare il piano di un lavello su un mobile sarà davvero un'esperienza gratificante e molto divertente. Non occorre che tu sia un esperto del fai da te perché, seguendo attentamente questa breve guida, riuscirai ad imparare come realizzare un delizioso e funzionale lavello per la tua cucina. Prima di metterti all'opera, tuttavia, assicurati di avere a disposizione tutto il materiale necessario: matita, sega circolare, vernice acrilica trasparente (o silicone), piastrine e viti per legno.

27

Occorrente

  • una matita
  • sega circolare
  • vernice acrilica trasparente (o silicone)
  • piastrine di metallo
  • viti per legno.
37

Se decidi di usare un mobiletto in multistrato è bene che questo sia di betulla o tipo marino, in modo da resistere bene all'umidità e, soprattutto, che sia abbastanza robusto da sostenere il peso del lavello. Ora riporta sul mobile la sagoma del lavello, aiutandoti con una matita e procedi al taglio utilizzando un seghetto alternativo, facendo bene attenzione a seguire le linee senza discostarti tropo. In questo modo, sarai certo di aver riprodotto fedelmente le misure del tuo lavello.

47

A questo punto non dovrai far altro che applicare una serie di piastrine a circa 90° non solo sotto, ma anche lungo i bordi del piano del lavello. Queste dovranno essere fissate bene e per fare ciò ti serviranno alcune viti specifiche per legno. Grazie alle piastrine, il lavello sarà saldamente ancorato al mobile.

Continua la lettura
57

Per un buon collegamento tra il piano del lavello ed il tavolo stesso, ti serviranno circa 8 piastrine. A questo punto dovrai sigillare il piano del lavello, così da proteggerlo dalle infiltrazioni e renderlo ancora più stabile. Pertanto, stendi attorno ai bordi della superficie un po' di smalto acrilico trasparente, che ha un ottimo potere sigillante ed è in grado di proteggere il legno dall'acqua.

67

Infine dovrai passare sia raccordi del miscelatore che la piletta attraverso i fori corrispondenti. Questo procedimento va fatto con delicatezza per evitare che le parti si possano danneggiare. Nell'ultimo step di questo processo dovrai collegare la piletta allo scarico, attraverso il sifone.

77

Quando avrai terminato con il collegamento dei tubi del tuo lavello potrai dirti soddisfatto perché sarai riuscito in brevissimo tempo a realizzare un mobile originale e completamente fatto in casa! Questo stesso procedimento, tra l'altro, può essere impiegato anche per creare un lavabo d'appoggio per il bagno, con la sola differenza che, invece di sagomare la superficie interessata, dorai praticare solamente due minuscoli fori da 30mm e 42mm per il passaggio dei collegamenti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come ricavare un piano d'appoggio pieghevole da un mobile

Fare la scelta di inserire un piano pieghevole in cucina o in una qualsiasi altra stanza può rappresentare sicuramente un'ottima soluzione d'arredo per tutti coloro che hanno poco spazio in casa e desiderano sfruttarlo al meglio. Un tavolo di questo...
Casa

Come nascondere tubature sotto il lavello a parete

Se per la nostra cucina abbiamo optato per un lavello a parete, e non intendiamo però rendere visibili le tubature per lo scarico, non ci sono problemi poiché sono molteplici le soluzioni a disposizione. A tale proposito ecco una guida, con alcune idee...
Casa

Come siliconare il lavello

Tutte le nostre cucine sono dotate di un lavello, che può essere ad una o a due vasche e solitamente di vetroresina o di acciaio. Bisogna però fare una corretta manutenzione e rimediare in tempo con il silicone per riempire gli spazi che possono formarsi...
Casa

Come installare un lavello da incasso

Se abbiamo l'intenzione di realizzare una cucina in muratura oppure in legno, e ci servono alcuni elettrodomestici da incasso, è possibile installarli in modo abbastanza agevole, purché in fase di costruzione, vengano rispettate le misure standard attualmente...
Casa

Come cambiare il sifone del lavello

Nel fai da te, può spesso capitare di incontrare dei lavoretti davvero molto difficili. Ma fortunatamente non tutti sono così difficili da eseguire, e quindi non è obbligatorio l'ausilio di un esperto nel settore. Tra questi semplici lavoretti fai...
Casa

Come riparare lo scarico del lavello che perde

I problemi all'impianto idraulico in casa possono capitare anche quando si presta molta attenzione a non crearli. Purtroppo però oggi è molto difficile poter contare sull'aiuto di una persona esperta e specializzata nel settore, per una ragione in particolare:...
Casa

Come installare un piano da cucina

Un piano di lavoro è la parte essenziale di ogni cucina e garantisce funzionalità, praticità e stile alla stanza. L’installazione di un piano è molto delicata poiché, se non montato e adattato con precisione alla parete, può creare degli spazi...
Casa

Come sostituire il sifone del lavello

La sostituzione di un sifone rappresenta un'operazione abbastanza facile da compiere e non richiede necessariamente la presenza di un idraulico. Il sifone nel caso specifico ha il compito di trattenere gli eventuali detriti solidi presenti nel rubinetto;...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.