Come creare la co2 per la coltivazione delle piante indoor

Tramite: O2O 19/08/2017
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Se hai difficoltà nel creare l'anidrite carbonica che è necessaria nella grow box nella quale coltivi le tue piantine indoor e non vuoi spendere una cifra stratosferica per la realizzazione di un impianto di produzione di co2, questa guida è quello che fa per te! Nei passaggi successivi, infatti, ci occuperemo di spiegarvi come è possibile creare dell'anidride carbonica per la coltivazione delle piante indoor a costi ridotti e con pochissima fatica.

25

Procurarsi l'occorrente

Innanzitutto è bene ricordare che la co2, e cioè l'anidrite carbonica, è uno degli elementi più importanti per lo sviluppo di una pianta e una sua immissione costante nella tua grow box è in grado di fornire un contributo fondamentale alla crescita delle tue piante. Esistono alcuni sistemi artigianali che consentono di creare un ambiente contenente la giusta quantità di anidrite carbonica, e si tratta di metodi che uniscono la praticità ad un costo bassissimo. Devi solo procurarti degli elementi che, di sicuro, possiedi già in casa.

35

Unire il bicarbonato con l'aceto

L'anidrite carbonica è essenziale nelle piante per la fotosintesi clorofilliana e viene usata dalla stessa per creare zuccheri che servono alla costruzione e al sostentamento dei tessuti. Questo fenomeno è dovuto all'evoluzione delle piante. Originariamente, infatti, l'atmosfera era ricca di co2, pertanto la fotosintesi è scaturita da questo tipo di condizioni. Questo fa sì che aumentare i livelli di co2 faccia elevare la velocità e la qualità di accrescimento. Per mettere in atto il primo metodo, prendi un barattolo di vetro oppure una bottiglia di plastica, ma in questo caso la devi tagliare a metà ed usare la parte inferiore. Metti nel contenitore che hai scelto un cucchiaino abbondante di bicarbonato di sodio e, subito dopo, agendo con rapidità, versa sopra un cucchiaino di aceto bianco. Metti immediatamente il contenitore all'interno della grow box e chiudi bene. L'anidrite carbonica verrà prodotta dalla fermentazione del bicarbonato nell'aceto.

Continua la lettura
45

Utilizzare una sostanza effervescente

Il secondo metodo, pur essendo piuttosto simile al primo, sfrutta la presenza di due elementi diversi. Prendi quindi un contenitore di vetro, versa dentro un bicchiere di acqua gassata, aggiungi un cucchiaino di citrosodina, oppure di qualunque altra sostanza effervescente in grani, e versala all'interno della grow box. Otterrai esattamente lo stesso risultato del procedimento precedente. Tieni presente, però, che se adotti il primo metodo dovrai ripeterlo almeno quattro volte al giorno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Bambù: consigli per la coltivazione

Il bambù (o bamboo) è una pianta tropicale molto particolare. È infatti diffusissima nelle zone calde, tanto da creare delle vere e proprie foreste. In Italia la sua diffusione è molto recente, ma sono in tanti che amano avere delle piante di bambù...
Giardinaggio

Achillea: coltivazione e proprietà

L'achillea è una pianta aromatica appartenente alla famiglia delle Asteraceae. La pianta dal sapore aromatico e poco edulcorato gode di molteplici proprietà ed è ideale per la coltivazione domestica. In questa lista vi sarà illustrato tutto quello...
Giardinaggio

Come coltivare peperoncini indoor

Se avete l'hobby del giardinaggio ed intendete coltivare qualsiasi tipo di pianta in un ambiente interno della casa, potete ad esempio cimentarvi nella riproduzione di peperoncini. Sicuramente otterrete un prodotto genuino e di alta qualità, senza andare...
Giardinaggio

Tecniche di coltivazione dei cereali

I cereali sono tra le coltivazioni più diffuse in Italia; ne fanno parte l'avena, il miglio, il mais, il riso, la segale eccetera. I cereali venivano già usati in coltivazione nei tempi antichi, poiché l'uomo seppe individuarne le proprietà nutrienti,...
Giardinaggio

Camomilla: coltivazione in vaso

Sempre più italiani adorano decorare il loro terrazzo con delle erbe aromatiche, grazie alla facilità di coltivazione e all'opportunità di utilizzarle in cucina o come soluzioni naturali. Generalmente le erbe aromatiche si adattano bene alle diverse...
Giardinaggio

Errori da evitare nella coltivazione dell'aloe vera

Se intendiamo coltivare l'aloe vera, e sfruttarne i suoi tantissimi principi attivi per tonificare la nostra pelle o purificare il corpo, bisogna prestare molta attenzione, poiché se si commettono degli errori sia nelle primissime fasi che in quelle...
Giardinaggio

Ginkgo biloba: la coltivazione

Il ginkgo biloba può essere definito come un vero fossile vivente. È il superstite di un antico ordine e lo possiamo incontrare sia come albero decorativo in un parco che come pianta da alberatura stradale.Inizialmente era coltivato in Cina, oggi si...
Giardinaggio

Consigli per la coltivazione dei tenerumi

Forse non tutti sanno che da un tipo particolare di zucchine aventi un aspetto filiforme, si utilizzano anche le foglie per scopi culinari; infatti, questa specie appartenente anch'essa alla famiglia delle Cucurbitaceae è molto diffusa in Sicilia, ed...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.