Come creare la plastilina naturale e atossica

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Uno dei tanti giochi per l'infanzia che non tramonterà mai, è la cosiddetta plastilina. C'è da dire che negli ultimi anni, sono nati diversi marchi che pubblicizzano questa pasta modellante che tanto piace a tutti i bambini. Diciamo pure che Il suo utilizzo, è indicato prevalentemente per bambini dai quattro anni in su, anche se a volte, può capitare che la plastilina attiri l'interesse di età inferiori. Tuttavia, se lasciamo giocare un bimbo di due anni, dobbiamo mettere in preventivo alcuni rischi comuni, come l'avvicinamento alla bocca o addirittura l'ingerimento. Per far si che questo non accada, dobbiamo cercare di acquistare un tipo di plastilina che sia atossica o addirittura creare una pasta naturale con ingredienti alimentari. Adesso lasciamoci guidare dai passi di questa guida che ci spiegheranno come creare la plastilina naturale e atossica.

27

Occorrente

  • 200 gr di farina tipo "00"
  • Un bicchiere di acqua tiepida
  • Coloranti per dolci
37

Cominciate e, prendete duecento grammi di farina dopo, create una montagnetta sul vostro piano di lavoro. Formate una cavità al centro, creando una specie di piccolo vulcano. Intanto, mettete a riscaldare, in un pentolino, un bicchiere di acqua poi, versate lentamente metà del bicchiere di acqua tiepida, all'interno della cavità e iniziate ad lavorare la vostra pasta atossica. L'utilizzo di acqua tiepida, serve a dare all'impasto maggior consistenza e, la morbidezza che caratterizza la plastilina.

47

Dopo aver creato l'impasto che deve risultare omogeneo e asciutto, dividete il tutto in piccole palline come quella da ping pong. Successivamente, procuratevi dei coloranti per dolci, tanti quanti i colori che volete dare alla vostra plastilina naturale da creare. Al centro di ogni pallina formate una cavità, utilizzando il pollice, ma senza bucare fino in fondo l'impasto atossico poi, prendete una boccettina di colorante per dolci e versate qualche goccia all'interno del foro. Naturalmente la quantità di prodotto colorante, va scelta in base alla tonalità di colorazione che volete dare alla plastilina.

Continua la lettura
57

Infine, lavorate fino a quando la pasta non avrà assunto un colore omogeneo e uniforme. Ripetete questa operazione per tutte le palline, per creare una plastilina di diversi colori. Un utile consiglio da seguire, è quello di seguire la dose indicata di duecento grammi. Questo tipo di pasta atossica, realizzata con l'elemento naturale che è la farina 00, non manterrà la sua morbidezza per più di un giorno. È bene, dunque, evitare sprechi e creare questa plastilina, solo quando è richiesta dal vostro bambino che, ora potrà giocare nel massimo della sicurezza, senza possibili intossicazioni.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Creare la plastilina naturale in piccole dosi
  • Utilizzare dei contenitori in plastica con coperchio, per la conservazione della pasta atossica
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come realizzare una maschera da maiale

Il maiale è un mammifero simpatico, ottimo da riprodurre per una maschera. Per una festa a tema, oppure per il Capodanno o per il Carnevale, la scelta di questo tipo di maschera è un'idea geniale. Un'idea che lascia anche la libera scelta del restante...
Altri Hobby

Didò fatto in casa: 5 ricette

Il Didò è senza dubbio la pasta modellabile più conosciuta: viene utilizzata soprattutto dai bambini per poter realizzare con estrema facilità il modellino di animali o personaggi vari. Si tratta di un materiale morbido, facilmente malleabile, ma...
Altri Hobby

Come creare dei folletti con pigne, rami e frutta secca

In questa guida vi verrà spiegato come fare per creare dei simpaticissimi folletti, semplicemente recuperando delle pigne, dei rametti secchi e qualche guscio vuoto di frutta secca, come noci e mandorle. Potrete lasciarli isolati o realizzarne in più...
Altri Hobby

Come realizzare bottoni in legno

Il settore dell'hobbistica è talmente ampio da accontentare qualsiasi fascia di popolazione, dagli amanti delle costruzioni preassemblate a quanti si dilettano nella fabbricazione delle singole componenti. Un mezzo per coniugare tale tipo di passione...
Altri Hobby

Come realizzare il modellino di un vulcano

I vulcani nonostante la loro impetuosità, ci affascinano e allo stesso tempo ci fanno paura. Essi si formano all'interno della crosta terrestre in seguito all'eruzione di massa rocciosa fusa, più comunemente chiamata magma. Potrebbero essere paragonati...
Altri Hobby

Come costruire un orologio a pendolo in legno

L'orologio a pendolo è un oggetto intramontabile, una macchina perfetta dal fascino unico. In commercio, se ne trovano in stile moderno o antico, in differenti linee, misure e prezzi. I meccanismi, gli ingranaggi ed il loro movimento hanno da sempre...
Altri Hobby

Come decorare un salvadanaio in latta

Quante volte ci siamo ritrovati davanti al salvadanaio in latta e siamo stati colti dall'angoscia? Romperlo o no? Quello in latta ha diversi vantaggi: può essere riutilizzato più volte e facilmente. Riguardo a ciò, in questa guida, attraverso una serie...
Altri Hobby

Come preparare la colla vinilica in casa

La colla vinilica è una sostanza liquida dal colore bianco, molto uguale al colore del latte. La colla solitamente, non ha un odore tanto piacevole, mentre quello della colla vinilica non è per nulla fastidioso. Questa colla è ottima per incollare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.