Come creare l'effetto "Dragging"

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Con il passare degli anni, le pareti delle nostre abitazioni tendono a sporcarsi, modificando il colore originale della pittura ed in alcuni casi screpolandosi. In questi casi, dovremo necessariamente intervenire, rimuovendo la vecchia pittura e ritinteggiando le pareti con il colore che più preferiamo, in modo da dare alla camera, un nuovo aspetto molto più fresco. Per eseguire questa operazione, in molti casi, preferiamo richiedere l'intervento di pittori esperti, in modo che possano eseguire tutte le operazioni necessarie per pitturare le varie camere della nostra casa in maniera perfetta. In alternativa, se vogliamo risparmiare qualcosa, potremo provare a ridipingere la nostra abitazione con le nostre mani, ma prima di procedere, sopratutto se non abbiamo mai eseguito questo particolare intervento, dovremo cercare delle guide che ci mostrino le tecniche per eseguire nel migliore dei modi questo intervento. Su internet, potremo trovare tutto quello che ci serve per imparare a pitturare una parete, leggendo le moltissime guide che vengono pubblica ogni giorno. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a creare l'effetto "Dragging". L'effetto dragging dona alle superfici murarie della propria abitazione un particolare effetto caratterizzato appunto da una serie di righe fatte a mano che si presentano regolari e uniformi.

25

Occorrente

  • pittura a guscio d'uovo
  • vernice trasparente a olio
  • sottosmalto bianco a olio
  • coloranti universali a olio
  • pennellessa da 10 cm
  • acquaragia
  • pennello asciutto
  • vernice trasparente opaca chiara
35

La prima cosa che dovremo fare sarà applicare la base a guscio d’uovo ed aspettare che asciughi completamente. Prima di procedere alla tinteggiatura prepariamo la miscela mescolando prima di tutto la vernice trasparente ad olio con il colorante, a cui bisognerà poi aggiungere l’acquaragia e un cucchiaio di sottosmalto bianco. Per quanto riguarda le dosi precise è sempre bene leggere le istruzioni presenti sulle confezioni o comunque farci consigliare dai rivenditori.

45

Una volta che anche la pittura sarà pronta, passiamo alla prima fase del lavoro, che consiste molto semplicemente nello stendere con la pennellessa, su una porzione limitata di superficie, un sottile strato di colore, attraverso passate prima verticali e poi orizzontali. Prima che il tutto asciughi passiamo sulla parete tinta il pennello asciutto, con movimenti il più possibile verticali, mantenendo la stessa pressione ad ogni passaggio e facendo attenzione, di volta in volta, ad eliminare gli accumuli di colore sulle setole.

Continua la lettura
55

Successivamente proseguiamo dipingendo nuovamente la parete e tracciando col pennello, accanto a quelle già realizzate, ulteriori righe parallele. Terminato il lavoro di tinteggiatura, passiamo sulla parete una mano di vernice trasparente opaca chiara.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.