Come creare un angolo selvatico nel giardino

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Un giardino è una parte di terreno che, a seconda di come è predisposto, definisce il carattere di una persona. Se avete una casa con il giardino e non sapete come abbellirlo, allora questa è la guida giusta per voi. Infatti, tramite queste poche righe vi spiegheremo come creare, nel modo migliore, un angolo selvatico nel giardino. E’ una bella idea che oltre a dare serenità, porta alla salvaguardia di piante allo stato incolto. Questo piccolo angolo di paradiso permetterà inoltre la prolificazione di specie di animali, regalandogli un posticino adatto ai loro bisogni. Seguite ogni passo del tutorial, così da crearne uno anche voi.

27

Occorrente

  • Piante da siepe
  • stagno
  • ninfee
  • pietre
  • semi
  • rami sterpi, pezzi di corteccia
  • foglie secche
37

Come primo elemento potete creare dei bordi per limitare la zona: per rendere il tutto più selvatico, è meglio realizzarli con delle particolari piante da siepe, che possono darvi ottimi frutti. Ad esempio la pianta di mirtillo o quella d’alloro, o anche piante sempreverdi, si addicono alla perfezione, realizzando un divisorio più carino e sicuramente più adatto. Potete poi aggiungere un bellissimo stagno, inserendo delle piante da acqua come le ninfee. Una cosa molto importante è di non utilizzare mai dei pesticidi, perché potrebbero rovinare o alterare l’habitat naturale che si desidera creare.

47

Un altro lavoro molto importante da eseguire è quello di realizzare, in una parte un po’ coperta, un tratto pieno di pietre, così da creare un habitat perfetto nel caso in cui desiderate comperare degli animaletti. Ed ora potete passare alla produzione di fiori selvatici: per questo elemento dovete acquistare dei semini in qualsiasi vivaio o negozio competente. I fiori più adatti sono le Buddleja, che attirano farfalle di tutti I tipi ma ce ne sono molti altri come i girasoli, le bocche di leone e le margherite.

Continua la lettura
57

Infine potete realizzare un terreno adatto per la proliferazione spontanea di piante: procedete sistemando una base di sassi, il più possibile piatti, così da dare maggiore stabilità; continuate accatastando rami, sterpi, pezzi di corteccia e tutto quello che possa creare fertilità al terreno, infine posizionate delle foglie secche. Il risultato dovrà essere a forma di montagnola: bagnate e lasciate che la natura faccia il proprio corso. Ogni anno, poi dovrete rinnovare le foglie aggiungendone altre sopra. Dopo poco tempo potrete vedere la comparsa di piccoli germogli, che produrranno diverse piante, a seconda del terreno. Il giardino è pronto, ora tocca a voi, buon lavoro.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare il finocchio selvatico

Il finocchio selvatico, conosciuto anche come finocchietto o finocchio amaro, è un'erbacea perennemente vigorosa della flora mediterranea e dell'Asia meridionale. Costituita da radici profonde, ama le zone soleggiate e costiere ed in natura può raggiungere...
Giardinaggio

Come creare un drenaggio sotterraneo in giardino

Possedere un piccolo angolo di giardino attorno alla propria abitazione, è sicuramente una grandissima fortuna. Un luogo appartato lontano dai rumori della città dove possiamo ritirarci e goderci in santa pace il nostro meritato relax. Ma per godere...
Giardinaggio

Fico d'india: come coltivarlo in giardino

Il fico d'India è una pianta che cresce allo stato selvatico dappertutto, e i suoi frutti, oltre che deliziosi sono anche particolarmente belli, tali da poterli coltivare in un giardino per arricchirlo ulteriormente di colori. Questa pianta si rivela...
Giardinaggio

Come creare un angolo verde con Solanum

Se siete amanti del verde, ma non avete un giardino o comunque un piccolo terreno, non disperate. Potete, infatti, creare un angolo verde sul vostro terrazzo collocando delle piante in vaso. Oltre a dar vita ad un angolo riparato dal sole, perfetto per...
Giardinaggio

Come progettare un giardino botanico

Con il termine giardino botanico si intendere una sorta di museo di storia naturale all'aperto, ovvero un luogo dove è possibile ammirare specie di fiori e di piante, la cui conservazione è l'obbiettivo primario. Infatti all'interno di questa tipologia...
Giardinaggio

Come creare un'area coperta in giardino

Il giardino è una piccola oasi di pace e relax che ognuno può crearsi, soprattutto se si possiede una bella villa. In un giardino si possono passare momenti di festa, di relax, passare del tempo curando le piante e molto altro ancora. Possedere un giardino...
Giardinaggio

Idee per realizzare un giardino roccioso

Da qualche anno a questa parte la mania del fai-da-te continua a dilagare a dismisura. Grazie ad internet ed al milione (o miliardo) di guide è possibile realizzare da sé ogni cosa. Un hobby che sta prendendo sempre più piede è il giardinaggio. Online...
Giardinaggio

10 consigli per progettare un giardino

Quando si acquista una casa dotata di un ampio giardino, è indispensabile pensare non solo alla ristrutturazione degli interni della casa, ma anche alla possibilità di progettare un nuovo giardino per intero. In questa guida vi elencheremo 10 utili...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.