Come creare un doccia effetto pioggia col faidate

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se vi piacerebbe decisamente avere nella vostra doccia un bel getto a pioggia ad ampia copertura, che massaggi dolcemente le vostre spalle e sia nel contempo funzionale ed economica, con una spesa irrisoria e con un minimo di abilità manuale nel faidate, potete trasformare un comune tubo in PVC in un piacevole soffione a pioggia, che renderà la vostra doccia un'esperienza da Spa. In questa guida scoprirete, a tal proposito, come creare un getto ad effetto pioggia per la vostra doccia.

26

Occorrente

  • 1 tubo in PVC rigido diametro 13 mm (di lunghezza 30-60 cm)
  • 1 tappo in PVC diametro 13 mm
  • 1 raccordo in PVC diametro 13 mm
  • 1 tubo flessibile per doccia
  • Metro
  • Trapano con punta da 3 mm
  • 2 ganci
  • Seghetto
  • Nastro biadesivo
36

Come prima cosa decidete l'ampiezza del vostro getto a pioggia. Regolatevi in relazione allo spazio disponibile nel box doccia. Dato che la procedura è molto economica, non temete l'errore poiché potrete ottimizzare successivamente le scelte. Tagliate allora il tubo in PVC con un seghetto. Tenete in considerazione che più lo farete lungo e meno potente risulterà la relativa erogazione, dato che la pressione dell'acqua in ingresso è sostanzialmente costante. Ad una estremità del tubo appena tagliato, va applicato un tappo. Potrete acquistarlo tranquillamente presso un ferramenta o avete la possibilità di fabbricarvelo personalmente. Qualora dovesse risultare lasco, potete ricorrere a della colla per PVC per sigillarlo.

46

Per mezzo di un trapano effettuate dei fori di piccolo diametro (ad esempio 0,3 centimetri ma anche in questo caso la scelta sarà soggettiva) ad una distanza di circa 2,5 centimetri l'uno dall'altro. I fori devono essere eseguiti lungo tutto lo sviluppo del tubo, immaginando di considerare come riferimento due generatrici non molto distanti tra di loro. La partenza dei fori dovrà essere sfalsata l'una con l'altra, ad esempio di 0,5 centimetri ed anche in questo caso la scelta è arbitraria e soggettiva. Durante la perforazione cercate di mantenere il trapano in posizione perfettamente perpendicolare al tubo.

Continua la lettura
56

Ovviamente potrete sperimentare con differenti lunghezze, numero di forellini e posizioni. Tornate nella doccia e, servendovi di metro e matita, segnate sulla parete le esatte distanze ed altezze dove applicare i due ganci con del nastro biadesivo. Applicateli ed appendete il tubo forato. Adesso è possibile collegarlo al soffione originario della doccia. Il metodo più comodo sarebbe quello di utilizzare un raccordo doppio, in maniera tale che con la stessa manopola possiate optare per l'uno, per l'altro o entrambi. Ricordate di girare gli ugelli verso il pavimento quando avrete finito di usarla, altrimenti rimarrà all'interno dell'acqua che al prossimo utilizzo sarà gelida!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordate di girare gli ugelli verso il pavimento quando avrete finito di usarla, altrimenti rimarrà all'interno dell'acqua che al prossimo utilizzo sarà gelida!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come proteggere il legno dal sole e dalla pioggia

Se abbiamo intenzione di costruire qualche oggetto di legno da tenere alle intemperie, come ad esempio una casetta per gli attrezzi del giardino o delle fioriere, è importante proteggerle dal sole e dalla pioggia. Per ottenere ciò, è necessario adottare...
Casa

Come posare un piatto doccia

Se vogliamo ristrutturare la nostra doccia e siamo abbastanza pratiche di opere in muratura possiamo tranquillamente montare noi stesse il piatto per la doccia, magari facendoci aiutare da qualcuno per spostarlo. L'operazione in se non è difficilissima,...
Casa

Come installare un box doccia

Ecco una bella ed interessante guida, attraverso il cui aiuto poter essere in grado d'imparare come installare, nella maniera perfetta, un box doccia, senza dover necessariamente ricorrere all'aiuto dell'idraulico o di un tencnico che sia adeguato a questo...
Casa

Come Rendere Meno Scivolose Le Scale E Il Vano Doccia

Tramite piccoli interventi di modifica nell'ambiente domestico si possono notevolmente limitare le fonti di pericolo e aumentare quindi la sicurezza di chi vi abita. Il piatto doccia è uno dei punti più pericolosi della casa, perché inevitabilmente...
Casa

Come montare un piatto doccia

Nella ristrutturazione del bagno ci sono dei lavori che solo un idraulico specializzato può effettuare: se non si è del mestiere, mettere mano all'impianto idraulico può essere difficile ma anche pericoloso perché si può rischiare la rottura di qualche...
Casa

Come installare una doccia solare da giardino

La doccia da esterno è un must quando a casa si ha una piscina: è utile per lavarsi prima di entrare in acqua e dopo essere usciti, soprattutto per togliere i residui di cloro sulla pelle. Al giorno d'oggi il progresso tecnologico consente di scegliere...
Casa

Come Riverniciare Un Box Doccia

Il box doccia ha sostituito in molte case la vasca nei bagni; esistono di diversi modelli e dimensioni. Un elemento che accomuna ogni box doccia è la manutenzione che deve essere eseguita dopo un po' di anni. Infatti, i ristagni d'acqua restano inevitabilmente...
Casa

Come montare una tenda per doccia

A meno che il nostro appartamento non sia di recente costruzione o fresco di lavori di ristrutturazione, è abbastanza raro che il bagno sia dotato di una semplice cabina da doccia; il bagno della vecchia casa dei nonni è un classico esempio di una costruzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.