Come creare un erbario

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Vi state chiedendo cos'è l'erbario? Siete curiosi? Ok! Ve lo dico! L'erbario è una collezione di piante secche, la fase più semplice, perché risulti utile ed efficace. Questa fantastica guida insegna passo per passo come creare un vero e proprio erbario. Potete realizzare questa guida anche con i vostri bambini.

28

Occorrente

  • piante
  • cartoncino
  • giornali
  • vinavil
  • pennello
  • naftalina
38

Per realizzare l'erbario procedi così. Cerca nel prato una pianta, scegliendola fra le più belle della sua specie. Coglila tagliandola col coltello o con le forbici e riponila subito in un sacchetto di plastica del tipo per spazzatura, senza rovinarla. A casa apri il sacchetto e distendi bene la pianta su dei fogli di giornale. Il periodo migliore per il prelievo è, quello della tarda fioritura. Se ciò non fosse possibile, sarebbe opportuno raccogliere più campioni in diversi periodi. Per esporre sia quelli con fiori, e sia quelli con frutti.

48

Coprila con altri tre fogli di giornale e, sopra di questi, poggia un pezzo di cartone o di legno. Sulla pila così realizzata poggia quattro o cinque libri come questo o un peso equivalente. Dopo qualche ora togli i libri, il cartone e il giornale e sistema meglio la pianta, cercando di darle una posizione naturale. Ricopri il tutto e aumenta il peso, aggiungendo altri due o tre libri. Una graminacea si secca in circa tre giorni.

Continua la lettura
58

Durante questo tempo devi aumentare il peso, fino a schiacciare completamente la pianta con una decina di libri. L'essiccazione è completa quando la pianta è rigida e non è più fredda al tatto. Allora solleva delicatamente la pianta secca e incollala su un foglio di cartone bianco da 50x70 cm. Ti conviene usare una colla tipo Vinavil e un pennellino. I fogli dovete conservarli in un armadio chiuso, nel quale si avrà cura di riporre della naftalina. In modo che non vengano assaliti da piccoli insetti, capaci di distruggere completamente i campioni essiccati. Un altro sistema per uccidere i parassiti, è di mettere i fogli dell'erbario a una temperatura di quindici venti gradi per quarantotto ore prima di chiuderli nell'armadio.

68

Scrivi sul cartoncino il luogo di raccolta, la data e, possibilmente, il nome della pianta. Infine riponi le piante in cartelle con lacci da 50x70 cm. Potete trovarle in qualsiasi cartoleria. Quelle meglio riuscite potete incorniciarle ed esporle come quadri. Se avete fatto bene l'essiccazione, le piante si conservano molti anni. Esistono degli erbari che hanno 300 anni. Se non riuscite nella procedura, su internet potete trovare un utile aiuto.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non riuscite nella procedura, su internet ci sono vari video che spiegano come fare
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Coltivare La Zucca Castagna

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori che sono dei veri e propri appassionati di giardinaggio, a capire cosa fare e come poter coltivare la zucca castagna. Iniziamo subito con il dire che la zucca castagna è originaria del Giappone...
Giardinaggio

Come fare per conservare inalterati i colori dei fiori

Oltre al profumo, la cosa più bella di un fiore è il suo colore. Il problema però, è che dopo qualche giorno dalla sua raccolta, il fiore perde il suo colore e sbiadisce. Per fortuna esiste un modo per evitare che ciò accada. Anche se non siamo molto...
Giardinaggio

Come riconoscere il bellium crassifolium

Le margherite che vediamo abbellire i nostri prati in primavera, non sono tutte uguali. A volte ne riconosciamo l'identità attraverso il colore o il profumo. In Italia nascono spontanee soprattutto nelle regioni del sud, come: Calabria, Puglia e Sicilia....
Giardinaggio

Come riconoscere la glycyrrhiza glabra

La Glycyrrhiza glabra è comunemente conosciuta come "liquirizia" ed è una pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae; inoltre, è largamente utilizzata sia in medicina che in cucina. Il genere Glycyrrhiza comprende circa 18 specie di perenni a...
Giardinaggio

come far crescere le piante acquatiche nel tuo giardino

Le piante acquatiche sono proprio meravigliose e, abbastanza spesso, è possibile vederle all'interno di quei bei laghetti artificiali oppure in qualche parco della vostra città: esse donano, al paesaggio circostante, un aspetto romantico ed affascinante....
Giardinaggio

Come coltivare la Lawsonia Inermis o Hennè

Se il giardinaggio è la vostra passione ed il vostro pollice è sempre-verde, allora questa guida farà proprio al caso vostro. Attraverso i passaggi seguenti, infatti, ci occuperemo di spiegarvi come, partendo dai semi, è possibile far crescere e coltivare...
Giardinaggio

Come coltivare la viola

La viola, è una delle bellissime piante con fiori colorati, romantici ed estremamente profumati. Tra le sue varietà, c'è quella molto colorata, cosiddetta"viola del pensiero," perché è un tipo di fiore che ci collega alla nostalgia del passato. Le...
Giardinaggio

Come stimolare la fioritura delle viole

Le viole sono uno dei fiori utilizzati soprattutto per abbellire le finestre, ma forniscono delle belledecorazioni anche per tavoli e mensole. La particolarità di questa pianta sta nel fatto che una singola foglia può produrre più fiori; ma per mantenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.