Come creare un germogliatoio decorativo in un uovo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In cucina utilizziamo le uova in moltissime preparazioni, dalle frittate ai dolci, sode o all'occhio di bue.
Il guscio finisce nel bidone dell'umido, ed è un ottimo fertilizzante, ma possiamo utilizzarlo anche come alloggio per piccole piantine. Un'idea ecologica, economica e facile da realizzare. Anche un modo per divertire i bambini, insegnando loro a scoprire la natura, amarla ed averne cura.
In questa guida scopriamo come creare un germogliatoio decorativo in un uovo.

26

Occorrente

  • Gusci delle uova, portauova, terriccio fine, un cucchiaio, semi, ago da cucito o spillo
36

Per creare i nostri vasetti utilizziamo uova grandi, per offrire maggiore spazio ai semi.
Non gettiamo il contenitore: servirà come supporto.

Prendiamo un uovo e rompiamo il guscio dall'alto, battendo con un cucchiaino, con molta delicatezza.
Allarghiamo il foro aiutandoci con le dita, e svuotiamo il contenuto in una ciotola: le uova serviranno in cucina!
Togliamo pezzettini di guscio fino ad ottenere un' apertura adeguata e dai bordi regolari.
Laviamo con acqua tutti i gusci vuoti, facendo attenzione a non romperli.
Mettiamoli ad asciugare capovolti per alcuni minuti su un telo o carta assorbente.
Nel frattempo scegliamo i semi, secondo il nostro gusto: legumi, piantine aromatiche come prezzemolo o basilico, piccoli fiori.

46

In un contenitore capiente, un vaso o una ciotola, mescoliamo del terriccio fine con substrato per semenzaio, reperibili in tutti i negozi con un reparto di giardinaggio, o nei vivai.
Calcoliamo una quantità sufficiente a riempire tutti i germogliatoi fino quasi all'orlo.
Sminuzziamo la terra in modo da renderla più fine e leggera possibile.
Riprendiamo i gusci e foriamo il fondo di ognuno con un ago, per dare modo all'acqua in eccesso di defluire liberamente.
Come sottovaso utilizzeremo il portauova, meglio se di plastica, per raccogliere l'acqua in eccesso e mantenere in posizione verticale i vasetti.

Continua la lettura
56

Con un cucchiaio versiamo il terriccio nei gusci fino a circa la metà o poco più.
Vaporizziamo dell'acqua e deponiamo i nostri semi.
Se sono semi molto piccoli mettiamone anche due o tre; se abbiamo scelto i legumi meglio un solo seme per contenitore.
Copriamo con uno strato leggero di terra, non troppo spesso, per dare modo al futuro germoglio di farsi strada senza fatica verso l'esterno.
Posizioniamo con cura i gusci nel portauova, ben dritti, ed annaffiamo con uno spruzzino.
Scriviamo il nome di ogni piantina su un pezzetto di cartoncino ed incolliamolo su un bastoncino o uno stuzzicadenti.
Sistemiamo il germogliatoio su un davanzale, alla luce, ed annaffiamo regolarmente.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Semi diversi avranno tempi diversi di germinazione, leggere le indicazioni sulla bustina o confezione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come realizzare una struttura ombreggiata

Una struttura ombreggiata è un elemento decorativo, ma anche funzionale per chi possiede un giardino. Permette di avere un'area riparata dai raggi del sole durante il giorno dove poter trascorrere degli allegri momenti conviviali. Costruirne una potrebbe...
Giardinaggio

Come creare composizioni di piante in vasi trasparenti con la ghiaia

È diventato sempre più di moda utilizzare vasi trasparenti che lasciano intravedere il substrato di una pianta, creando un effetto decorativo davvero meraviglioso da guardare. Questo sistema di composizioni non è soltanto questione di estetica ma è...
Giardinaggio

Come Coltivare Una Pianta Di Viburno

La pianta di Viburno detta anche Viburnum è volgarmente chiamata palla di neve, appartiene alla Famiglia delle Caprifoliaceae ed è originaria dell'Europa, America ed Asia. La pianta del viburno solitamente può arrivare a circa 10 metri di altezza mentre...
Giardinaggio

Come coltivare la viola

La viola, è una delle bellissime piante con fiori colorati, romantici ed estremamente profumati. Tra le sue varietà, c'è quella molto colorata, cosiddetta"viola del pensiero," perché è un tipo di fiore che ci collega alla nostalgia del passato. Le...
Giardinaggio

Come stimolare la fioritura delle viole

Le viole sono uno dei fiori utilizzati soprattutto per abbellire le finestre, ma forniscono delle belledecorazioni anche per tavoli e mensole. La particolarità di questa pianta sta nel fatto che una singola foglia può produrre più fiori; ma per mantenere...
Giardinaggio

Come scegliere le piante da interno

Le piante in base alla specie a cui appartengono, si possono coltivare all'esterno ma anche all'interno, il che rappresenta un ottimo metodo per addobbare tavoli ed angoli della casa in modo armonioso, e tale da far vivere le persone che vi abitano,...
Giardinaggio

Come Coltivare L'Ardisia Crenata

La passione per il giardinaggio a volte nasce dalla scoperta di una muova pianta, altre volte da una semplice ricerca, fatto sta che una volta acquisito questo primo interesse verso le piante tale passione non può che maturare. Attualmente viviamo in...
Giardinaggio

Come Creare Una Spalliera Con I Ribes Nel Proprio Giardino

Il ribes è un gustoso frutto, piuttosto apprezzato per la sua bontà; se viene coltivato a ventaglio, su un supporto a spalliera, diventerà un vero e proprio muro naturale, molto bello e decorativo. La sua forma è molto semplice perciò ben si adatta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.