Come creare un giardino in terrazzo

Tramite: O2O 01/03/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il sogno di un verde e rigoglioso giardino a volte non lo si può realizzare. Purtroppo si deve fare i conti la carenza di un giardino nella propria abitazione. In realtà questo ostacolo, seppur apparentemente invalicabile, lo si può aggirare facilmente. Basta studiare e ingegnare qualcosa che possa permetterci di realizzare un giardino, anche in luoghi a prima vista impensabili. In questa guida, infatti, vedremo come rendere tutto questo realtà. Vedremo, infatti, come creare un giardino in terrazzo, in maniera semplice ed efficace.

26

Per creare un giardino in un terrazzo, è importante mettere in sicurezza la superficie, eseguendo dei lavori particolari che consistono nell'ancorarlo con una rete metallica sui muri di cinta, in modo da distribuire le forze e il peso adeguatamente. Con questo accorgimento, si possono poi appoggiare sul terrazzo sia dei grossi contenitori in cemento che in legno (consigliati), in modo da sezionare il giardino e suddividerlo per genere di coltivazione, come ad esempio da un lato delle piante con foglie e fiori, e dall'altro un piccolo orticello.

36

Per un giardino rustico in un terrazzo, il legno è sicuramente l'ideale, in quanto una volta create le vasche di contenimento per le aiuole, si possono sfruttare le parti centrali, con la posa di un tappeto di erba sintetica che è molto elegante, richiede poca manutenzione, ed ovviamente non necessita di concimazione ed innaffiatura. Tuttavia, se la struttura viene adeguatamente messa in sicurezza, si può anche optare per un prato erboso naturale, da applicare utilizzando dei tappeti, che sono vendibili a rotoli e facili da posare. Per questa operazione, dopo l'ancoraggio della rete metallica, va fatta una copertura di argilla espansa ovvero delle palline che sono leggere, e a contatto con acqua e cemento, si solidificano creando un massetto molto resistente.

Continua la lettura
46

Se tuttavia non vogliamo creare una struttura troppo elaborata, possiamo adottare un'altra soluzione, anch'essa ideale per ottenere un vero e proprio giardino pensile. In questo caso, basta posizionare sui muri perimetrali del terrazzo, delle vasche di legno o cemento, in cui poi inserendo del terriccio, possiamo coltivare senza problemi piante e fiori. Se proprio vogliamo avere anche un classico prato, allora la migliore soluzione è di isolare bene la superficie del terrazzo con della guaina bituminosa, in modo da impermeabilizzarla. Dopo questo intervento, è sufficiente uno strato di circa tre centimetri di terriccio, su cui poi vanno srotolati i tappeti erbosi, ed infine compattati con una vanga e una leggera innaffiatura.

56

Guarda il video

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come scegliere le piante sempreverdi per il terrazzo

Per chi ama avere delle piante che decorano la propria abitazione, ma non vi è la possibilità di un giardino, si può usufruire (sempre se è possibile) il proprio terrazzo. L'idea del tetto giardino si sviluppa agli inizi del 900 grazie ad un famoso...
Giardinaggio

Le piante perfette per un terrazzo esposto a sud

Avere una casa con un terrazzo esposto a sud, è indubbiamente una grande fortuna; infatti, tale condizione consente di godere dei raggi solari dall'alba al tramonto. Tra l'altro è importante sottolineare che anche le piante possono sfruttare questa...
Giardinaggio

Come realizzare un terrazzo in stile giapponese

Sempre più spesso attingiamo dalle altre culture per abbellire la nostra casa. Il terrazzo in stile giapponese, conosciuto come Zen, va sempre più di moda. Infatti il terrazzo in stile giapponese da alla nostra casa un punto dove rilassarsi e godersi...
Giardinaggio

Come scegliere le piante rampicanti per il terrazzo

Avete la fortuna di possedere un appartamento caratterizzato dalla presenza di un terrazzo? State pensando di renderlo più splendido con alcune piante rampicanti? La prima caratteristica da valutare con estrema attenzione riguarda lo spazio che sia ha...
Giardinaggio

Le migliori piante da terrazzo

Le piante possono essere coltivate sia in in piena terra che nei vasi. Ingentiliscono spazi, creano giardini, abbelliscono e arredano terrazzi. Ai giorni nostri, salvo rari casi, fiori, arbusti ed in generale piante possono essere messe a dimora sia...
Giardinaggio

Come salvare le piante in terrazzo dal gelo

Le piante, così come le persone, soffrono il freddo: il cattivo tempo e il gelo sono armi micidiali per le piante in terrazzo. Curate amorevolmente tutto l'anno, esse rischiano di essere "bruciate" dal brusco abbassamento delle temperature sotto lo zero....
Giardinaggio

Come coltivare mandarini in terrazzo

Avere un orticello personale è il sogno che accomuna tantissime persone. Purtroppo nelle grandi città, dove gli spazi sono angusti e il verde scarseggia non è possibile avere un giardino a propria disposizione. Fortunatamente, grazie a dei semplici...
Giardinaggio

Come coltivare l'erba cipollina in terrazzo

Se la vostra passione per il giardinaggio è irrefrenabile ma non avete un giardino, potete benissimo trasformare il vostro terrazzo in un piccolo orticello e coltivare ad esempio l'erba cipollina. Si tratta in questo caso di un prodotto aromatico che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.