Come creare un giardino zen da tavolo

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se abbiamo la passione per il giardinaggio e per i bellissimi colori che solo fiori e piante ci possono regalare, è possibile creare un giardino zen anche se non abbiamo spazio a disposizione. Infatti, basta prendere un tavolo abbastanza grande e posizionarlo magari sulla terrazza, per ottenerne uno perfettamente identico a quello giapponese ma in miniatura. A tale proposito, ecco una guida su come procedere.

25

Occorrente

  • Prato sintetico
  • Lastre di granito bianco
  • Sassi
  • Pietre
  • Motorino per il riciclo dell'acqua
  • Contenitore in legno
35

Ricoprire il ripiano del tavolo

La prima operazione da fare è ricoprire il ripiano del tavolo con un prato sintetico, per poi disporre delle lastre di granito bianco fino a raggiungere almeno gli 8 centimetri di altezza, in modo da creare una serie di figure geometriche atte a simulare le bordure delle aiuole e che devono fungere anche da contenitore per il terriccio. Fatto ciò, prendiamo delle pietre da collocare su tutto il perimetro delle stesse bordure. Tuttavia le pietre non vanno soltanto appoggiate bensì interrate, in modo che il terriccio possa essere anche abbondante, e quindi favorire lo sviluppo dell'apparato radicale dei fiori che andremo a piantare.

45

Aggiungere un laghetto

In un giardino zen non devono inoltre mancare i sassi che sono sinonimo di forza, e che richiamano la solidità delle montagne. Il significato delle pietre tuttavia cambia se aggiungiamo un laghetto; infatti, immersi nell'acqua, i sassi simboleggiano gli ostacoli che si possono incontrare durante il nostro cammino. Una volta completato l'allestimento ed eventualmente aggiunto anche il suddetto laghetto corredato a sua volta di un sistema di riciclo come gli acquari, possiamo finalmente dedicarci alla scelta dei fiori, basandoci sui concetti espressi dal Feng Shui, ovvero l'arte di arredare in sintonia con l'energia positiva presente nell'universo che ci circonda. Le piante vanno inoltre scelte in maggioranza tra quelle con foglie verdi piuttosto che con fiori, perché un giardino zen è decisamente basato su un arredo minimalista.

Continua la lettura
55

Scegliere le piante adatte

Per ottimizzare il risultato conviene dunque scegliere le piante adatte, tipo i bonsai e quelle sempreverdi. In riferimento all'acqua, avendo creato il laghetto con il sistema motorizzato come gli acquari, vale la pena aggiungere anche una fontana (creata con pietre e sassi), poiché per la cultura orientale rappresenta la fortuna intesa dal lato economico. Infine per completare il nostro giardino zen costruito sul tavolo, al di sotto adagiamo un recipiente di legno creato della stessa dimensione, in modo che possa raccogliere l'acqua drenata a seguito delle regolari innaffiature.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come realizzare un tavolo da giardino

Se desiderate di arredare il vostro giardino, e decidete di farlo in modo ecosostenibile, oltre che economico, allora potete riutilizzare i materiali di comune utilizzo. Con essi con un po' di fantasia si possono realizzare i più svariati oggetti. In...
Casa

Come piastrellare un tavolo da giardino

Il giardino o uno spazio esterno di casa rappresentano un luogo di relax e ritrovo nelle calde giornate estive. L'arredo richiede buon gusto ma anche attenzione al dettaglio. La perenne esposizione agli agenti atmosferici, col tempo, ne danneggia la bellezza...
Casa

Come montare un tavolo da giardino

Ogni oggetto e mobile che occupa gli spazi esterni ed interni di casa nostra configurano il nostro modo di essere. Difatti, scegliamo, tra i tanti esistenti in commercio, quel che soddisfa i nostri bisogni, seguendo, contemporaneamente i nostri gusti....
Casa

Come rinnovare il tavolo e le sedie metalliche del giardino

Gli accessori che ci sono in giardino sono soggetti alle intemperie, e di conseguenza possono rovinarsi o anche arrugginirsi, se durante il periodo invernale non li mettiamo al riparo in una zona coperta e soprattutto poco umida. Questo problema si può...
Casa

Come fare un tavolo da giardino con le vecchie singer

Negli ultimi tempi si sta sempre più introducendo nei nostri arredamenti e nel nostro vivere quotidiamo l'arte del riutilizzo e del vintage creativo. Saranno i tempi un po' stretti di denaro e la sempre più attenzione alle problematiche ambientali....
Casa

Come realizzare un tavolo da giardino con i bancali

Si parla sempre di riciclare quello che abbiamo o che troviamo. Infatti da la possibilità di produrre meno rifiuti e un maggiore utilità di prodotti non più utilizzabili per ciò che erano stati creati, ma ciò non toglie che possono riavere una nuova...
Casa

Come dare un tocco zen al tuo spazio outdoor

Da sempre l'Oriente esercita un fascino a cui è difficile resistere. Chi non ha mai sognato di viaggiare in Giappone, di visitare i giardini zen del Tempio Ryonaji a Kyoto e di farsi una foto con il Monte Fuji sullo sfondo? Se il vostro portafoglio non...
Casa

Come costruire un tavolo rustico di legno per la cucina

In una cucina abitabile (cioè fornita di tavolo oltre il piano di cottura) è necessario mettere un tavolo con le giuste dimensioni. La produzione di un tavolo parte innanzitutto considerando lo spazio rimanente a disposizione al netto delle misure...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.