Come Creare Un Negativoscopio

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il negativoscopio, detto anche diafanoscopio, è uno strumento costituito da uno schermo luminoso abbagliante che viene generalmente usato per leggere le radiografie. Il termine deriva dal greco "dia", ossia "attraverso", "faino" che significa "trasparire" e da "skop", vale a dire "vedere". Esso consiste in una superficie opaca smerigliata, la cui dimensione può variare, dietro la quale si trovano delle sorgenti luminose distribuite in modo tale da permettere una illuminazione uniforme su tutto il pannello. Per leggerle, le radiografie vengono appese contro questo pannello e quindi illuminate per trasparenza. I negativoscopi più moderni possono essere anche a luce gialla oltre che a luce bianca e permettono una regolazione dell’intensità luminosa. Realizzandone uno con le proprie mani, sarà possibile guardare direttamente da casa le radiografie con estrema facilità e precisione. Vediamo quindi insieme come creare un negativoscopio.

26

Occorrente

  • plexiglass
  • una scatola abbastanza grande
  • una lampadina
  • un portalampada con filo
  • forbici
  • colla resistente
36

Innanzitutto, dobbiamo procurarci una scatola che sia particolarmente resistente e spessa. Tagliamo tutta la parte superiore del coperchio, in modo che resti soltanto un bordino di 4-5 cm tutt'intorno al coperchio. A questo punto bisognerà incollare il foglio di plexiglas (preferibilmente opaco) sotto al coperchio, facendolo aderire sotto al bordino lasciato con una colla resistente. Per compiere tale operazione vi consigliamo la famosa colla vinavil in quanto essa è molto efficace ed è trasparente.

46

A questo punto dobbiamo perforare la nostra scatola su un lato e poi inserire un portalampada con il filo che esce all'esterno. Per farlo dobbiamo intanto svitare il portalampada, in modo da ottenere due pezzi separati. Poi dobbiamo inserire il pezzo lungo dentro la scatola e quindi avvitare di nuovo la parte corta del portalampada. Mi raccomando, durante questo passaggio dovete stare molto attenti ai fili elettrici. Riempiamo poi gli spazi vuoti lasciati tra il buco della scatola e il portalampada con i pezzetti di ovatta.

Continua la lettura
56

Adesso manca una piccola parte per completare il nostro negativoscopio. Procediamo avvitando la lampadina adatta al portalampada e mettiamo una spina adatta alla fine del filo. Possiamo poi chiudere la scatola con il coperchio costituito dal plexiglas, incollando quest'ultimo tutt'intorno alla scatola stessa. Adesso bisogna avere un po' di pazienza e aspettare che il tutto sia asciutto. Non siate frettolosi o rischierete di rovinare il vostro lavoro. Non appena vediamo che si è asciugato tutto possiamo inserire la spina nella presa. Il nostro negativoscopio è finalmente pronto all'uso!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • non rimanere troppo tempo con la lampadina accesa, perché la scatola potrebbe bruciarsi, essendo di cartone.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come realizzare in casa un'abat-jour

La scelta della giusta illuminazione è uno degli aspetti fondamentali nell'arredamento di una stanza. Le lampade svolgono infatti un'importante funzione nell'arredamento di un interno. Se non ci accontentiamo di ciò che troviamo in commercio, potremo...
Casa

Come sostituire un portalampada di porcellana dal soffitto

Il portalampade è un accessorio molto presente nelle nostre case, lo troviamo sia nei lampadari che nei lumi da terra, da tavolo e da parete. Attraverso il portalampada otteniamo un collegamento tra la distribuzione della corrente elettrica domestica...
Casa

Come montare un portalampada

La lampadina senza un importante accessorio che funge da collegamento tra lei e l'impianto elettrico non può proprio funzionare. Stiamo parlando del portalampada, strumento indispensabile per l'illuminazione della nostra casa e non solo. A volte può...
Casa

Come sostituire il portalampada

Per quanto si faccia manutenzione a lampade e lampadari, l'usura prima o poi le colpirà. Vi sarà capitato sicuramente che un lume abbia smesso di funzionare per via di qualche parte elettrica andata in malora. Prima di sostituirlo con uno nuovo, provate...
Bricolage

Come collegare un portalampada in casa

Molto spesso le nostre abitazioni necessitano di un tocco di personalizzazione in più. A volte basta un piccolo accessorio inserito nel giusto contesto, per rivoluzionare lo stile della nostra casa in maniera netta. Elementi che spesso vengono sottovalutati...
Bricolage

come realizzare un abatjour a forma di cuore

Se dovete fare un regalo ad una persona legata a voi, che sia originale, ad effetto, e che sia il frutto del vostro lavoro, potete pensare di costruire un abatjour. Nella seguente guida vedremo come realizzare un abatjour a forma di cuore, un'idea delicata...
Bricolage

Come creare una lampada riciclando un imbuto

Se siamo amanti del riciclo, tra i tanti oggetti che abbiamo in casa, possiamo creare dei simpatici ed eleganti complementi d'arredo. Infatti, utilizziamo un imbuto di plastica o di metallo (il rame è l'ideale), per realizzare una lampada da appoggio...
Bricolage

Come realizzare un portalampada di carta

Se per la tua casa intendi creare qualche oggetto decorativo, originale e soprattutto utile, puoi usare ad esempio la carta per realizzare un portalampada. Il lavoro è abbastanza semplice, e richiede pochi materiali ed attrezzi. In riferimento a ciò,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.