Come creare un piccolo giardino zen

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Al giorno d'oggi si vivono delle vite sempre più frenetiche. Tutto questo ci può provocare un notevole stress che spesso può sfociare in piccole problematiche fisiche le quali è meglio evitare. Ritagliarsi dei piccoli spazi di tempo da dedicare al totale rilassamento è quindi una priorità importantissima, ma spesso è anche un lusso che non tutti riescono ad avere. Lo scopo di questa guida è quello di illustrare brevemente come costruire un piccolo giardino zen, che ci possa permettere degli attimi di relax fondamentale per la nostra salute psicofisica. Vediamo, quindi, come creare un piccolo giardino zen.

26

Occorrente

  • Una base piana
  • Sabbia per acquari
  • Un piccolo rastrello
  • Delle pietre di fiume
  • una spatola
36

Per prima cosa, scegli un piatto piano o un vassoio che non sia molto grande, magari con una forma diversa dalla solita. In alternativa puoi costruirti tu stesso il contenitore del giardino zen, ad esempio con una base piana e tavole di legno. La grandezza comunque non deve superare quella di un computer portatile, così lo puoi anche trasportare. Scegli il piatto o la base di un colore possibilmente diverso da quello della sabbia.

46

Fatta la base, prendi la sabbia per acquari, che deve essere molto fine, ed inseriscila nella base e spianarla con una spatola il più possibile. Mancano ora solo 2 o 3 rocce da fiume, da appoggiarci sopra e se vuoi anche qualche manciata di pietruzze in modo da creare piccoli sentieri o disegni geometrici vari.

Continua la lettura
56

Adesso ti serve un piccolo rastrello. Puoi anche costruirlo tu prendendo un piccolo pezzo di legno di circa tre centimetri per un centimetri di grandezza, poi fai un buco al centro ed inserisci una matita all'interno del buco. Prendi uno stecchino da spiedino e taglialo in quattro o cinque pezzi di circa due centimetri ognuno. Incollali sul pezzo di legno e, alla fine, dovresti aver creato un piccolo rastrello.

66

A cosa serve il rastrello? Serve a rastrellare, appunto, la sabbia che hai inserito nel piatto. Puoi sbizzarrirti a creare i disegni che vuoi: figure astratte o concrete, forme geometriche, animali, purché ricordi che questa attività dovrebbe servire a rilassare, per pochi minuti, la mente e l'anima.
In generale ogni pietra o masso del giardino zen deve essere circondata da queste figure geometriche fatte rastrellando la sabbia attorno ad esse. La rastrellatura naturalmente deve essere continua e pulita in modo da essere rilassante alla vista. In oltre si possono aggiungere anche altri piccoli elementi in roccia, legno e vegetazione al nostro giardino, come canne di bambù, minerali ecc.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come fare un giardino zen in una scatola

L'arte giapponese di creare giardini in miniatura, adoperando sabbia bianca, sassi e piccole rocce, è molto antica. L'origine dei bonseki, ossia questi giardini zen, risale ai tempi antichi. L'imperatore Temmu, infatti, nel VII secolo d. C. Usò tecniche...
Giardinaggio

10 piante da mettere in un giardino zen

Sempre più di moda stanno diventando i giardini zen: chiunque abbia spazio ed ami la cultura orientale non potrà non farsi affascinare da un giardino zen. Sinonimo di pace e relax, non si tratta solo design e di stile, ma di una vera filosofia, dove...
Giardinaggio

5 consigli per realizzare un giardino zen

Il giardino zen deve essere un luogo dove ritrovare il benessere, allontanando lo stress e le preoccupazioni quotidiane. Il giardino è adornato da elementi naturali utili per ritrovare la pace. L'energia vitale irradiata (il Ch'i) sarà in grado di allontanare...
Giardinaggio

Come progettare un giardino zen

Le persone appassionate di giardinaggio sono numerose e alcuni prediligono ricavare un orticello (anche in città) rubando una piccola quantità di spazio al balcone o terrazzo: gli altri, invece, adorano molto le piante grasse e succulente oppure preferiscono...
Giardinaggio

7 modi per realizzare un giardino zen in casa

Se in casa abbiamo un angolo abbastanza ampio che intendiamo arredare in un modo originale ed esclusivo, possiamo approfittarne per dedicarci alla realizzazione di un vero e proprio giardino zen in miniatura. Questa tipologia di struttura facente parte...
Giardinaggio

Come creare un giardino zen in terrazzo

Se l'arte orientale della meditazione ci interessa, è ora di creare uno spazio Zen sul nostro terrazzo. È opportuno che il nostro terrazzo sia in un lato tranquillo della casa, senza rumori eccessivi e disturbi di varia natura. Prima di progettare un...
Giardinaggio

Come arredare un piccolo giardino

I giardini non devono essere necessariamente molto grandi ma, semplicemente, ben arredati. Anche il fatto che lo spazio non risulti opprimente e restrittivo ma ampio e accomodante è molto importante. Inoltre, anche la decorazione delle pareti e il posizionamento...
Giardinaggio

Come realizzare un piccolo giardino

Vivere nelle città, al giorno d'oggi, è diventato sempre più difficile. Troppo rumore, troppo caos, troppe persone: per avere un po' di tranquillità in molti si sono spostati in zone periferiche in cerca della pace e del silenzio. Hanno acquistato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.