Come creare un portaombrelli di lino

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Con l'arrivo del maltempo e soprattutto della pioggia, ogni volta che usciamo, per precauzione dobbiamo sempre portare con noi un ombrello ma questi, quando non piove, diventano ingombranti e fastidiosi, non si sà mai dove metterli, e non sempre c'è lo spazio per un portaombrelli tradizionale. Allora perché non realizzare un portaombrelli in tessuto, in questo caso di lino grezzo, da appendere alla parete, che sarà oltre che utile anche gradevole e decorativo. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo proprio come creare un bellissimo portaombrelli in lino.

26

Iniziamo col procurarci un bel motivo floreale (o quello che più ci ispira) da ricamare e successivamente a riportalo con la carta grafitata e la matita al centro del pannello e sul rettangolo di lino grezzo di quaranta per cento centimetri, a quattro centimetri dal margine superiore. Ricamiamo il motivo a punto erba e a punto pieno con il filo da ricamo rosso. Se non sappiamo ricamare, niente paura, possiamo realizzare il decoro a stencil con i colori per tessuto, che sono reperibili in un qualsiasi negozio fai da te.

36

Sovrapponiamo ora il pannello al rettangolo di canapa e imbastiamolo. Riportiamo sulla carta velina il modello del portaombrelli che vogliamo realizzare, appoggiamolo su i due strati di stoffa e taglialiamoli. Ora prepariamo la tasca: imbastiamo cinque gruppi di pieghe simmetriche profonde 1,5 centimetri e distanti due centimetri circa tra loro lungo il margine inferiore in modo da realizzare cinque soffietti e da ridurre il margine a trenta centimetri.

Continua la lettura
46

Facciamo il profilo del margine superiore con lo sbieco a cavallo dello stesso. Sovrapponiamo la tasca al pannello facendo molta attenzione a combaciare i margini inferiori fissando le pieghe con 5 cuciture orizzontali distanti 1 cm l'una dall'altra. Cuciamo ora i margini laterali e quello superiore, dopo questo proseguiamo a fare il profilo tutto intorno con lo sbieco. Fissiamo il tessuto tra le pieghe distribuendo 4 cuciture verticali distanti 8 cm l'una dall'altra in corrispondenza del margine superiore e 6 cm lungo quello inferiore. Togliamo le imbastiture e stiriamo le pieghe per tutta la loro lunghezza. Una volta fatto questo ci basterà attaccare un chiodo o un gancio al muro per fare in modo che il nostro portaombrelli si possa appendere. Possiamo fare anche dei portaombrelli multipli, semplicemente unendo il bordo sinistro del primo con il destro del secondo e così via.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come creare un portaombrelli con conchiglie

Con il fai-da-te possiamo creare tantissime cose interessanti per la nostra casa e per la vita di ogni giorno. Possiamo trarre spunto dalla natura e da tutto ciò che ci circonda. Se amiamo il mare e ci piace rovistare tra la sabbia in cerca di conchiglie,...
Bricolage

Come decorare un portaombrelli di legno grezzo

All'interno di questa guida vi spiegherò, nella maniera più semplice e veloce possibile, come poter decorare un vecchio portaombrelli di legno grezzo. Nello specifico, proverete a riprodurre dei glicini. Pur potendo contare su mascherine già pronte,...
Bricolage

Come fare un portaombrelli originale

Il portaombrelli è un accessorio che non deve mancare nelle nostre case: infatti è molto utile, specialmente in inverno, quando rientriamo a casa e non sappiamo dove poggiare l'ombrello inzuppato d'acqua. Questo oggetto possiamo acquistarlo in qualsiasi...
Bricolage

Come decorare un portaombrelli in metallo con il decoupage

Il decoupage è una tecnica sempre in "voga" e, nella guida che segue, vedremo come decorare, mediante tale "modalità creativa" un portaombrelli in metallo. Vi mostrerò, anche attraverso illustrazioni, come conferire un nuovo look ad un portaombrelli...
Bricolage

Come decorare Un Portaombrelli Con Fiori In Microperline

Personalizzare oggetti e accessori, è un modo simpatico per renderli simili alla nostra personalità. Se non abbiamo voglia di comperare un portaombrelli, doniamo luce e vitalità al vecchio. Seguiamo i consigli su come decorare l'oggetto con fiori in...
Bricolage

Come realizzare un portaombrelli a muro

Spesso per motivi di spazio siamo costretti a sfruttare le pareti per appendere degli accessori utili, come mensole, per contenere barattoli che usiamo giornalmente: come quello dello zucchero e del sale; mensole che contengono i libri di cucina che,...
Bricolage

Come costruire un portaombrelli con i tappi di sughero

Il sughero è un materiale davvero straordinario, molto resistente ed estremamente elastico. Inoltre è molto leggero, resiste alle muffe ed ha una durata straordinaria. Insomma, ha tante caratteristiche che lo rendono un materiale versatile e affidabile....
Bricolage

Come trasformare un secchio dell'Immondizia in un portaombrelli

Il bricolage è un'arte molto amata da tanti uomini e donne. Spesso non è semplice imbattersi in alcune procedure, come quelle di costruire qualcosa a partire da vecchi oggetti. In questa guida parleremo proprio di questo e, in particolar modo, di come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.